martedì 22 ago
  • Si presenta “Un fatto umano” a Palazzo Fatta

    Alle 17:15 verrà presentato a Palazzo Fatta (piazza Marina,19) il libro Un fatto umano di Manfredi Giffone, Fabrizio Longo e Alessandro Parodi. Interverranno con gli autori Leonardo Guarnotta, Gaetano Paci, Mimmo Cuticchio, Davide Ruggieri e Marta Genova. Modererà il giornalista Enrico Bellavia.

     Manfredi Giffone, Fabrizio Longo e Alessandro Parodi - “Un fatto umano ”

    Il libro racconta a fumetti la storia del pool antimafia. Tra gli anni Settanta e l’inizio dei Novanta, Cosa Nostra è l’organizzazione criminale piú potente al mondo, e la Sicilia il crocevia in cui le trame del potere si intrecciano in un nodo scorsoio che prende al collo l’Italia intera. Palermo è il teatro dell’ascesa dei Corleonesi di Totò Riina, che scatena una guerra interna alla mafia e contemporaneamente lancia un assalto frontale allo Stato. Chiunque provi a ostacolarlo viene annientato. In questo clima di violenza, nonostante tutto, un manipolo di uomini intraprende una lotta per contrastare la mafia e recidere i legami che l’avviluppano alle istituzioni. Gli effetti di questa lotta si proiettano tuttora nella vita pubblica italiana. Un fatto umano è la ricostruzione a fumetti di quegli anni, e unisce, nell’inconsueta bellezza delle tavole acquerellate, una vastissima ricerca documentale e una narrazione visionaria. Le immagini prendono vita grazie alla voce del puparo e cuntista Mimmo Cuticchio, che mette in scena l’epopea del pool antimafia di Palermo – Falcone e Borsellino in testa – sullo sfondo di una Prima Repubblica avviata al tramonto. Nel volgere di appena un decennio, una serie di scandali e di inchieste giudiziarie (dal caso Moro alla vicenda Sindona alla Loggia P2, fino alle stragi di Capaci e via D’Amelio) stravolge gli assetti politici e apre una nuova imprevedibile stagione. Un fatto umano è una storia di vittorie e sconfitte pagate col sangue. È la storia degli anni piú oscuri del nostro Paese, i cui frutti avvelenati subiamo ancora oggi.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)