martedì 22 ago
  • “Lo schiaccianoci” al Teatro Massimo

    Da oggi a venerdì al Teatro Massimo verrà rappresentato Lo schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovski, un grande classico natalizio della danza con la coreografia di Luciano Cannito.

    Lo spettacolo fu rappresentato per la prima volta al Marijnskij di San Pietroburgo il 5 dicembre 1892. Il soggetto si basa sulla famosissima favola Lo schiaccianoci e il Re dei Topi di Eta Hoffmann, sogno-incubo della piccola Clara nella notte di Natale. Nella versione coreografica di Luciano Cannito, ruolo determinante lo ha il misterioso Drosselmeyer, figura fantastica che riconosce in Clara la purezza infantile e decide di regalarle nella notte di Natale un sogno meraviglioso nel mondo delle favole, guidata dal Principe Schiaccianoci e dalla Fata Confetto, in un regno fatato di giocattoli che diventano figure animate, principi e principesse. L’ambientazione è classica ottocentesca, con le scene di Nicola Rubertelli, i costumi di Giusi Giustino provenienti dal Teatro San Carlo di Napoli. Accanto al Corpo di Ballo e ai danzatori solisti del Teatro Massimo ci saranno due coppie di protagonisti, impegnati nei ruoli del Pricipe Schiaccianoci e della Fata Confetto, la prima formata da due “principal dancer” dell’American Ballet Theater Irina Dvorovenko e Maxim Beloserkovsky; la seconda da Yulia Tikka e Alessandro Riga. L’Orchestra del Teatro Massimo è diretta da Marzio Conti; il coro di voci bianche del Teatro Massimo è diretto da Salvatore Punturo.

    Biglietti da 10 a 85 euro.

    AGGIORNAMENTO: lo spettacolo non andrà in scena a causa dell’astensione dal lavoro proclamato dalle organizzazioni sindacali.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)