giovedì 19 ott
  • Palermo 89esima nel rapporto sulla qualità della vita di Italia Oggi

    Palermo è 89esima su 103 province nel Rapporto 2011 sulla qualità della vita stilato dal quotidiano Italia Oggi. L’anno scorso la città era 84esima.

    Trento e Bolzano sarebbero le province in cui si vive meglio. Sette province siciliane sono tra le ultime 15.

    Palermo
  • 10 commenti a “Palermo 89esima nel rapporto sulla qualità della vita di Italia Oggi”

    1. Assoluta vergogna generalizzata non solo da parte di quell’amministrazione cadente che ci ritroviamo; la colpa e’ anche di noi stessi che non ci impegnamo abbastanza per migliorare quello che ruota intorno a noi…

    2. classifiche ridicole. che tengono conto solo di alcuni parametri. senza nascondere gli enormi problemi di palermo, vale la pena ricordare che il tasso di suicidio in molte zone del nord italia è ai livelli più alti del paese.

    3. ridicole un paio di B….!

    4. La vita e’ una classifica, tali che possono essere piu’ o meno attendibili… Certo le classifiche dei suicidi e’ importante da studiare, ma chi dice che queste classifiche non siano serie vi ricordo i paramentri per i quali si tiene in considerazione prima di stilarne una:

      “I dati presi in considerazione
      Oltre ai soliti dati statistici sulla qualità della vita (remunerazioni media, assistenza sanitaria, qualità dell’istruzione, bassa criminalità ecc.), compaiono parametri come la vitalità culturale, il vigore dei media locali, la varietà della vita notturna, le possibilità di shopping , i miglioramenti previsti per le infrastrutture, la tolleranza degli abitanti verso la diversità, la facilità nell’intraprendere un’attività economica, la facilità di accesso al mercato immobiliare ecc. La classifica valuta le città non dal punto di vista del turista, ma da quello del residente, dell’abitante che fruisce delle possibilità offerte dalla città. In alcune classifiche si tiene conto anche dell’atmosfera politica. Solitamente sono una quarantina i parametri valutati e circa 200/300 i posti in classifica. Esistono anche classifiche che valutano la presenza di infrastrutture tecnologiche (ICT) e il loro effettivo utilizzo da parte dei cittadini. In tal senso si considerano parametri quali le infrastrutture, i costi dei servizi, le emissioni di CO2, il traffico, la sicurezza, la qualità dell’istruzione, tutti dati che influiscono comunque sul grado di utilizzo delle infrastrutture tecnologiche”.

    5. e cosi` difficile ripescare
      uno x uno
      tutti i parametri
      presi in considerazione da questa classifica?

    6. E’ scentificamente provato e chi stila classiche e’ fatto da colui che passa interi periodi a studiare e a classificare elementi utili ad essa…

    7. mica c’è da stupirsi…
      prima di prendersela con l’amministrazione…
      guardiamoci intorno, siamo noi è la sicilia è la nostra cultura…e si può fare qualche cosa solo educando i nostri figli nel rispetto della città e del prossimo e sopratutto educare chi viene da fuori…
      qui tutto funziona a c***o di cane, i trasporti pubblici, le strade, il traffico tutto fatto senza un criterio logico e ordinato… è vero è la meno vivibile ma la più felice dai mille sondaggi letti in giro per la rete..siamo cosi e solo i nostri figli possono realmente cambiare qualche cosa.
      la cultura siciliana ha dei pro e dei contro…

    Lascia un commento (policy dei commenti)