giovedì 17 ago
  • Chiusa l’epoca delle deleghe in bianco

    Sabato scorso si è aperto alla città il cantiere per la realizzazione di Parco Uditore.
    Un risultato che è soprattutto una vittoria collettiva, di quanti si sono adoperati per raggiungere l’obiettivo, firmando i moduli o occupandosi quotidianamente del progetto, ma anche delle istituzioni che facendosi carico di un progetto supportato dai cittadini hanno di fatto dimostrato che abbiamo il potere ed il dovere, con la nostra presenza attiva, di contribuire a creare la città che vorremmo.

    Parco Uditore è un laboratorio cittadino, una grande opportunità per tutti noi. Può rappresentare la pietra ed il simbolo su cui ricostruire la Palermo del futuro, come in passato è stato lo Spasimo: uno spostamento dal centro alle periferie, dal recupero dell’architettura storica ai nuovi progetti per la città del futuro.

    La storia in tutto il mondo dimostra che l’epoca delle deleghe in bianco è finita, e che non avremo alibi o scuse se non sapremo farci carico in prima persona dei nostri desideri e delle nostre visioni. La storia di Parco Uditore dimostra che si può fare. Possiamo uscire dal torpore e passare all’azione.

    Sabato scorso sono stato felice ed orgoglioso di appartenere a questa città. In occasione della prima apertura del cantiere alla città è stato emozionante vedere tanti ragazzi studenti di architettura ed agraria, concittadini, volontari, scout, istituzioni insieme per un progetto di città diversa mi ha dato un senso di speranza per il futuro che ci attende.

    Abbiamo il potere di pensare in grande, abbiamo il potere di fare, in molti stiamo già facendo.

    L’avventura continua. Una grande avventura di civiltà.

    Il cantiere sarà visitabile nei giorni:

    29 gennaio 2012 alle 10, 11, 12
    12 febbraio 2012 alle 10,11, 12
    26 febbraio 2012 alle 10, 11, 12
    11 marzo 2012 alle 10, 11, 12
    25 marzo 2012 alle 10, 11, 12

    Fino all’apertura definitiva il 7 aprile che sarà una grande festa civica di orgoglio e liberazione.

    Associati all’associazione Parco Uditore – U’parco e contribuisci con donazioni e con il tuo tempo a fare di Palermo una città migliore.

    Palermo
  • 2 commenti a “Chiusa l’epoca delle deleghe in bianco”

    1. se a palermo si restaura lo spasimo x poi trascurarlo,non vedo niente di positivo.I monumenti devono essere visitati dai turisti, devono mantenere l’esterno curato è controllato dai volontari, visto che il comune è in deficit…..xmè è deficiente e ladro.

    2. …..perché non fare lo stesso per il parco della Favorita???

    Lascia un commento (policy dei commenti)