domenica 19 nov
  • Carburanti esauriti e viveri in esaurimento in città

    Prosegue lo sciopero dei trasportatori di “Forza d’urto” che terminerà venerdì e i disagi in città.

    Ieri è stato chiuso l’accesso al porto. I carburanti (benzina e gasolio) sono sostanzialmente esauriti e scarseggiano i viveri, in particolare l’acqua minerale.

    Segnalateci nei commenti eventuali distributori e supermercati con disponibilità residua e ulteriori disagi.

    Palermo
  • 31 commenti a “Carburanti esauriti e viveri in esaurimento in città”

    1. La benzina e il gasolio in questi giorni, sono aumentati di prezzo. Le code ai distributori sono iniziate domenica.
      Nei supermercati alcuni hanno alzato i prezzi e comunque si vedono persone che spingono carrelli stracolmi.
      Lo sciopero finisce venerdi’.
      Io e il mio compagno abbiamo poco diesel nelle macchine e le abbiamo posteggiate. Io entro le ore 7 devo essere in ufficio, alle ore 6,15 sono alla fermata dell’autobus e alle 6,45 timbro il badge. Alle 13,30 esco e aspetto l’autobus per tornare a casa.
      Non abbiamo fatto code ai distributori e nemmeno abbiamo fatto scorte di alimentari, compro quello che mi serve ogni giorno.
      Tutto questo ingiustificato panico che vedo intorno, ha contribuito a fare aumentare i prezzi e a rendere la circolazione ancora più caotica.

    2. quoto xtigre
      non capisco però perchè della protesta non ne parlino i telegiornali nazionali, forse perchè è contro la politica del nuovo governo? secondo me la fiscalità di vantaggio di cui tanto si parla non verrà mai data alla sicilia, noi siamo trattati da sudditi.

    3. le associazioni di categoria ( quelle vere ) denunciano infiltrazioni mafiose e interessi politici nella protesta. i prefetti che fanno dormono ? stamattina ho visto un camion che consegnava tranquillamente acqua minerale. ma qualcuno mi spiega in italiano quali sono le ragioni della protesta ?

    4. il PANICO MEDIATICO, scatenato in questi giorni ha generato la classica PSICOSI COLLETTIVA tipica del levantinismo Italiano e Palermitano in particolare…

      Gente che pensa che stia per finire il mondo in coda alla pompa di benzina , pronta a fare il pieno (A PREZZI STRATOSFERICI, poichè i venditori di benzina speculano su questi IDIOTI COLLETTIVI) gente che va ai mercati ed ai supermerket e riempie carrelli facendo scorta per un mese di Pasta Zucchero Latte e cose piu’ o meno inutili…

      Imbecilli della psicosi collettiva che non si rendono conto di essere inchiappettati con i prezzi… La prossima settimana tornerà la benzina nelle pompe, si riempiranno nuovamente gli scaffali nei mercati , le code finiranno ed i prezzi scenderanno e questi dementi saranno solo un po’ piu’ poveri!!!

    5. I metodi della protesta sono vergognosi, anche chi non vuole pertecipare è costretto dai manifestanti a fermarsi. Ridicole le reazioni di panico dei cittadini che corrono tutti a fare il pieno. Magari se tutti avessero acquistato la normale quantità di carburante ci sarebbe benzina per tutti. Chissà quante macchine col serbatoio pieno posteggiate ci sono. Nel frattempo i prezzi aumentano e tutti i fessi comprano.

    6. il panico incontrollato per l’acqua minerale è da psicopatici…
      bevete l’acqua del rubinetto

    7. Mamma mia, siamo messi proprio male… Appena il palermitano sospetta di non poter più usare la macchina o la moto impazzisce e fa code di ore dal distributore. La benzina potrebbe costare 5 euro al litro, il palermitano avrebbe fatto comunque il pieno in questa situazione… Per non parlare dell’assalto ai supermercati. Venerdì sera finisce tutto, massimo lunedì la benzina torna e tutta sta gente in coda al distributore si mangerà le mani per aver pagato diesel e benzina a quasi 2 euro al litro per via di una psicosi collettiva…

    8. io nei tg nazionali ne sento parlare, comunque….

    9. All’amico GIuseppe.. E’ vero che i telegiornali nazionali parlano di quello che sta succedendo da noi ma lo fanno in via del tutto marginale ed effimera. Condividendo Quozca penso anch’io che il palermitano si faccia infinocchiare troppo facilmente quando in realtà fare due passi a piedi può solo giovare alla salute.

    10. E’ facile prendere in ostaggio una città come Palermo. Ma è altrettanto inutile. E’ come rapire un orfano. Probabilmente i cittadini in ostaggio sono gli unici a soffrire dei disagi. Nessuno ascolterà le ragioni, se ne hanno dei manifestanti.
      Davvero “forza d’urto” contro la Sicilia è una situazione ridicola quando non penosa per la guerra tra poveri.

    11. quante risate! Mi faccio proprio tante risate! Un gregge di pecore psicopatiche é meno allarmista del palermitano medio di fronte l’idea di rimanere senza benzina per il BMW o senza olio per friggere la pasta al forno rimasta del giorno prima!

      per la cronaca, da Louis Vuitton e Prada le code per comprare ci sono sempre, vero?

    12. Nella vita tutto ha un senso… e se questo privarci della tecnologia ci facesse rendere conto che no ne abbiamo realmente bisogno? Questo week-end gonfiate le ruote alle bici e fatevi una bella passeggiata sotto il sole …. magari a mondello!

    13. non abito più a palermo, ma vi assicuro che ho amici di altre regioni che sono informati di quello che sta succedendo giù e gridano già ai nuovi Vespri….
      per dirvi che la protesta si sente anche fuori, anche se in modo meno forte….

    14. E le risse? Ne vogliamo parlare? Sembra tornato il periodo di Austerity…!

    15. questi bifolchi dovrebbero bloccare l’approvvigionamento di carburante più spesso a palermo: la città è deserta, non c’è traffico, non ci sono clacson, non ci sono auto in doppia fila, non ci sono motorini che ti salgono sopra. il palermitano può benissimo usare l’autobus per andare al bar sotto casa.
      le poche auto che circolano sono di gente che ha fatto il pieno perché legge il giornale e quindi di livello culturale e sociale medio-alto, e guida di conseguenza in maniera decente.
      propongo di vietare la vendita di benzina in città per sempre o di mettere il prezzo della benzina a 10€ al litro!!!

    16. Non diciamo minchiate, questi qua danneggiano solo gli altri lavoratori e lo sanno bene, infatti si guardano bene dal picchettare l’ingresso dell’ARS, sanno che sarebbero subito sgomberati con le cattive.

    17. sono appena tornato a casa, sembra la romania di ceasescu (documentario visto su rai5),, ho pagato un pezzo di pane 5 euro, con il cimino costava 6 euro. 33cl di acqua minerale 6euro e 50. il formaggio era a 15 euro l’etto. invece, un pezzo di galbani scaduto da 1 settimana 4 euro

    18. Aggiunta al mio precedente commento (che è in moderazione perché è menzionata la parola a_r_s). Scopro adesso, ma è ovvio, che le ambulanze delle ONLUS che effettuano il trasporto di invalidi, nefropatici dializzati etc ai centri di terapia sono senza carburante, dunque sta venendo a mancare l’assistenza ai malati. Deve scapparci il morto per sollecitare l’intervento risolutivo?

    19. Certe volte questi “scioperi” improvvisi si rivelano molto utili:
      A-meno macchine in giro = meno inquinamento
      B-meno cibo = meno calorie (dopo le feste non guasta)
      C-meno acqua minerale?? Questa non la capisco proprio…esiste l’acqua del rubinetto perfettamente potabile (quindi nessuno potrà morire di sete).
      D-Facciamo più moto, ne giova la nostra salute!
      E-i più contenti? Benzinai e commercianti, che si stanno facendo i bagni gonfiando i prezzi di carburanti e viveri!
      F- punto più importante, la protesta finirà domani, per un totale di 5 GIORNI!!!Ma cosa dovrebbero pensare i nostri nonni che hanno passato anni infernali durante le guerre????

    20. Concordo PIENAMENTE con skaiwoka e Alex!!! Oggi tornando a casa ho notato una quantità di auto in giro enormemente inferiore al solito! C’era meno rumore, meno clacson, meno auto posteggiate in doppia fila e soprattutto si respirava! Dovrebbero farli più spesso questi scioperi! Inoltre ho visto più bici in giro, che forse forse, il palermitano comincia a capire che se deve fare 3 o 4 km è meglio non prenderla l’auto? Ci vuole la situazione d’emergenza per farglielo capire?

      Arrivato a casa un piccolo aneddoto: incontro mio suocero che mi chiede “L’hai fatta benzina?” e io: “Sì, a Novembre”. Rifletteteci!

    21. Sono d’accordo con Massimo Baudo. Magari potremmo renderci conto che non abbiamo tutto questo bisogno delle auto, magari a volte potremmo parcheggiarle. Basti vedere che in questi giorni c’è meno traffico, perchè la gente prende l’auto solo in caso di reale necessità (cosa che, mi viene da pensare, non sempre c’è negli altri giorni…). E’ solo una questione di mentalità, chissà che questo sciopero non ci aiuti a capirlo

    22. d’accordo, ovviamente, anche con Alex, skaiwoka e quozka 🙂

    23. dalla parte dei FORCONI!

    24. D’accordissimo con lo sciopero ,dovremmo unirci tutti,esponenti di qualsiasi categoria ,per far vedere ai “GRANDI” che la Sicilia c’è.
      Il disaggio ? Se è per una giusta causa ne vale la pena.Se finisce la benzina….camminiamo a piedi,ci godiamo la città e respiriamo aria pura.

    25. @Diana:
      certo, tanto tu lo stipendio lo hai garantito. Perdi al più le giornate di lavoro. E’ davvero facile fare i forti alle spalle degli altri.

    26. @kk
      Ma quale stipendio….io sono commerciante,e grazie al fatto che non circolano soldi…..se non si sistema la situazione,e non si aprono sbocchi lavorativi ,sarò costretta a chiudere la mia attività.Quello che ha distrutto l’economia siciliana sono stati ,i centri commerciali… i quali sono sovvenzionati dallo stato e di conseguenza i piccoli negozi sono costretti a chiudere….come vedi la mia situazione ,non è migliore della tua.

    27. lo stato è più assente che mai. ma perchè i forconi non si sono visti durante il governo berlusconi ? questa non è una manifestazione civile ma un atto di prepotenza bello e buono da parte di pochi nei confronti di tanti. anche qui si evidenzia la tipica mafiosità siciliana.

    28. MANGANELLI!!!!!!!! Contro chi specula, come questi Forconi, sulla pella dei siciliani onesti che a fatica nel rispetto degli altri e delle leggi va comunque avanti. Sono mafiosi nei metodi questi protestanti… che se ne vadano. La Sicilia non li vuole… a calci nel sedere!!!!

    29. che schifo oggi vendevano i bidoni di plastica a 4,5 euro !

    30. Ortophon la tua congettura sulla moderazione è errata e fuori tema. Ti invito a rimanere in tema. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)