martedì 21 nov
  • Ferrandelli sarà alle primarie, Lagalla “non fa politica”

    Riguardano Fabrizio Ferrandelli e il rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla le ultime novità sulle elezioni per il sindaco di Palermo.

    Fabrizio Ferrandelli

    Fabrizio Ferrandelli, dopo l’espulsione (seppure non formalizzata) da Italia dei Valori per la candidatura di Leoluca Orlando, aveva lasciato intendere di correre direttamente per la poltrona di sindaco ma ieri ha annunciato che parteciperà alle primarie del centrosinistra del prossimo 26 febbraio, ribadendo di essere candidato della Società civile e chiedendo «a tutte le compagini politiche, da Orlando a Cracolici, dalla Borsellino a Terminelli, nessuno escluso, di appoggiare questo percorso per concretizzare quel cambiamento al quale tutti auspichiamo». Nei giorni scorsi erano circolate voci di un possibile appoggio della parte del Partito Democratico che non gradisce la candidatura di Rita Borsellino (Antonello Cracolici e Beppe Lumia) alle primarie e sui social network erano nate aspre polemiche con la circolazione del manifesto elettorale di Ferrandelli “ritoccato”.

    Fabrizio Ferrandelli - manifesto ritoccato

    Roberto Lagalla

    Roberto Lagalla ha scritto sui social network: «Non mi interessa, non faccio politica, sono lusingato che qualcuno abbia pensato a me come sindaco di Palermo. Bisogna guardare a grandi strategiche alleanze alleanze civiche…questa Città ha bisogno di professionisti straordinari. Palermo ha bisogno di iniziative straordinarie e non di contrapposizioni ordinarie che i partiti devono superare». Tuttavia il messaggio non chiude definitivamente a una sua candidatura che appare subordinata ad alcune condizioni indicate nello stesso messaggio su cui i potenziali sostenitori starebbero lavorando.

    Speciale elezioni sindaco di Palermo.

    Palermo
  • 4 commenti a “Ferrandelli sarà alle primarie, Lagalla “non fa politica””

    1. Fabbrizio Ferrandelli non ti alleare con Cracolici perchè e lui che vuole comandare sempre. Non vorrei avere come sinadaco Ferrandelli comandato da Cracolici. Alleati con Rita Borsellino perche rappresenta la Palermo onesta

    2. Non riesco a commentare, mi mancano le parole perchè ad assistere ai comportamenti disinvolti dei giovani candidati sono assalito da forti conati di vomito. Scusate, ma se vomito non posso nè parlare nè scrivere !

    3. Oddio! Lagalla come mai si é ritirato? Sembrava in pol position (qualcuno lo avrà messo nelle condizioni di far sì che per lui possa essere pericoloso candidarsi?, MI chieso?).
      Poi quest’altra affermazione, sui professionisti straordinari, tecnici? anche qui a Palermo?
      Comincio ad essere un po’ stanca delal straordinarietà di questi presunti tecnici che stanno colonizzando la democrazia elettorale, che per quanto forma imperfetta, almeno ancora garantirebbe parola. Siamo alla vera deriva democratica, in tutto il paese.

    4. Da come si é espresso Lagalla, pare che i ‘professionisti straordinari’, non comprendano lui ( be quindi vorrei capire a chi mai si riferisca nella proposizione della straordinarietà di cui parla). E quindi vorrei capire chi e a quali figure o persone farebbe riferimento nella sua definizione questi presunti ‘professionisti straordinari’, e che straordinarie qualifiche potrebbero avere.

    Lascia un commento (policy dei commenti)