lunedì 11 dic
  • 9 commenti a “Monte Pellegrino, prima e dopo”

    1. Questa delle foto contrapposte potrebbe diventare un meritorio esercizio collettivo di memoria.

    2. il posto è lo stesso, ma, occhio e croce, la direzione del punto di vista è esattamente opposta…

    3. la prima mi mette una tristezza….preferisco la seconda.
      PS: Mi manca il quid del post, scusatemi.

    4. per una volta la foto attuale è meglio di quella d’epoca, chi mi spiega la magia botanica ? La foto risale probabilmente al periodo in cui è stata realizzata la strada e da buoni palermitani abbiamo interamente distrutto la pineta per realizzarla ?

    5. La pineta è stata piantata negli anni 20 e oggi comincia a morire dato che i Pini d’aleppo hanno una vita media di 100 anni. E’ cominciata la riconversione naturale con specie autoctone come lecci e altre piante della macchia (alloro, lentisco). Speriamo che non avvengano altri incendi come quello del 2008 che vadano a compromettere la vegetazione del monte.

    6. una delle poche foto in cui Palermo appare piu’ bella che in passato!

    7. Bisogna tutelare il verde di monte pellegrino,
      andrebbero semmai eliminati tutti i cocci di bottiglie di birra rotti dagli alcolizzati diciottenni, i preservativi usati ed i fazzolettini schizzati ed abbandonati in quel luogo bellissimo e magico che è monte pellegrino.

    8. In effetti è meglio adesso. Per una volta.

    9. Ecco, io penso che in alcune cose PALERMO è migliorata. Per esempio prima era in bianco e nero e ora è a COLORI!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Monte Pellegrino, prima e dopo, 5.0 out of 5 based on 1 rating