mercoledì 13 dic
  • Evasori in città: 460 milioni evasi nel 2011; due su tre non fanno scontrini

    Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Palermo ha reso noti alcuni dati sull’evasione in città nel 2011. Gli evasori totali scoperti sono stati 161 per 460 milioni di euro di redditi non dichiarati e imposte non versate. Sono stati effettuati quasi quattordicimila controlli che hanno permesso di individuare 355 milioni di euro di ricavi non dichiarati o non contabilizzati e costi fittizi, 70 milioni di iva evasa e 35 milioni di iva dichiarata ma non versata.

    Pesante il bilancio legato agli scontrini: due esercizi su tre non li emetterebbero. Ristoranti e pizzerie non rilasciano scontrino o ricevuta nell’83,6% dei casi accertati.

    Palermo
  • 14 commenti a “Evasori in città: 460 milioni evasi nel 2011; due su tre non fanno scontrini”

    1. ma qunad’è che si cominciano a contrllare anche i lapinari? la guardia di finanza controlla i locali per vedere se pagano tutte le tasse e ignorano completamente quell’esercito di abusivi che occupa illegalmente anche il suolo pubblico!

    2. Quelli non li vede nessuno, sono invisibili. Così come nessuno vede i posteggiatori abusivi, in particolare quelli che stazionano da una vita sempre negli stessi posti. Chissà qual è il motivo? Hanno paura? Gli fanno pena perché li vedono come dei “poveri padri di famiglia”?

    3. Sono perfettamente d’accordo con la politica ddei controlli adottata, era annche ora,ma mi chiedo perchè la guardia di finanaza non controlla mai i negazianti dei vari mercati(capo-ballarò-vucciria) che da sempre non hanno mai rilasciato uno scontrino, anche perchè forse non hanno neanche il registratore di cassa? La guardia di finanza ha forse paura di entrare in questi regni dell’illegalità riconosciuta?

    4. Pero`,andare a fare la spesa al Borgo,al Capo,
      alla Vucciria,a Ballaro`,folklore a parte,vi
      piace.Vi piace anche perche` trovate conveniente
      la “roba” a poco prezzo e trovate tanta scelta.
      Spesso mi sono fermato a guardare bene la gente che sta dietro ai banchi,e vedo barbe incolte e visi stanchi di quelli che si alzano alle 4 di mattina per andare ad approvvigionarsi ai mercati generali.Il commercio di prodotti sopratutto alimentari all’angolo delle strade o a ridosso
      dei mercatini,quasi sempre consente a chi non ha niente di riuscire a campare la famiglia.
      Insomma,avete capito cosa voglio dire.
      Non salviamo l’Italia strappando la pelle
      a certe categorie.

    5. La G.di F. ha mai verificato i trasportatori dei grandi magazzini? mi spiego, si compra un frigo, una cucina o qualcosa di grosso, ti viene portato a casa, costo del trasporto euro 25,00/30,00, nessuna ricevuta. Prego agire.

    6. @XYZ: se anch’io andrò a lavorare alle 4 di mattina ( con pomeriggio libero ovviamente ) terrò la barba incolta ed avrò l’aspetto stanco verrò esentato dal pagamento delle imposte ? ma per favore, tutti devono contribuire per la propria parte, sia gli incravattati delle 10 di mattina, si gli inquacinati che gli ingrasciati. qualcuno ha mai sentito parlare dei lavoratori domestici che pagano le tasse ? e guadagnano altro che se guadagnano, ma tutto in nero. indovinello finale : merluzzetto per la picciridda al capo 5 euro senza scontrino, 7 euro in via sciuti con lo scontrino. chi ha guadagnato di più?

    7. quando lo Stato si sara` riorganizzato
      per garantire la sopravvivenza a tutti i suoi cittadini
      allora saro` d’accordo con quanto dici.

    8. proprio quello che dici tu è stata la rovina della nostra terra, l’assistenzialismo, sempre ad aspettare che lo stato faccia qualcosa per noi. io non ho aspettato, non mi sveglio alle 4 non ho la barba incolta e pago le tasse. non posso tollerare che chi non ha mai dato nulla allo stato pretenda oggi di aver mari e monti.

    9. non so a cosa ti riferisci esattamente.
      Oggi viviamo in uno Stato che,bene o male,
      da` assistenza alla popolazione anziana,
      mentre nulla fa per i giovani,poco fa per i disoccupati.
      Da quello che mi pare di capire,tu metteresti
      la tassa al panellaro,allo stigghiolaro,al lapinaro.Che sono attivita` ultima frontiera per
      disastrati sociali,che per questo vengono tollerate.Ora,se ci rifletti bene,i disastrati sociali sono milioni e porterebbero briciole alle casse dello stato chiedendo un enorme spiegazione di forze per i controlli sul territorio,
      mentre l’attenzione,secono me,andrebbe rivolta all’evasione,all’elusione fiscale,ai grandi traffici,ai sotterfugi per non pagare le tasse,ai paradisi fiscali,al lavoro nero.
      Attivita` di controllo che richiede cervelli
      e mezzi adeguati,controlli incrociati fra banche dati e capacita` di analisi.

    10. perchè lo Stato non fà presentare a noi cittadini nelle dichiarazioni di redditi etc. tutte le spese sostenute da una famiglia durante l’anno esempio ( scontrini del pane, bollette luce, acquisto gasolio,generi alimentari etc.etc.etc)così dimostrando tutte le spese sostenute per mandare avanti una famiglia pagheremmo tutti poco ma tutti a quel punto ogni cittadino chiederebbe lo scontrino altrimenti nn c’è ne frega un tubo dello scontrino perchè chi può evadere evaderà sempre perchè altrimenti non può campare i nostri politici questo lo dovrebbero sapere visto che sono loro i primi a rubare ke schifo!!!!!!!!!!!!

    11. Tutti sono OBBLIGATI a pagare le tasse, anche i lapini, ma un’azione di controllo sull’evasione deve partire dai “pesci grossi” per essere ritenuta legittima da chi si alza alle 4 di mattina. Discorso a parte per i posteggiatori abusivi, il loro non è un lavoro, è estorsione.

    12. Dai vostri commenti mi sembra di capire che se fai 4000 euro al mese con il lapino e non dichiari nulla allora va bene se la stessa cifra la fai con un lavoro tradizionale allora sei un parassita sociale. Ma dov’è la logica?

    13. Allora, la cosa è abbastanza semplice secondo me: sia il lapinaro che l’impresario sono evasori, quindi parassiti sociali!
      Detto questo ritengo sia abastanza semplice capire e agire nei confronti di coloro i quali evadono.
      Ognuno di noi sa dove è presente l’evasione e volete dirmi che la GdF non lo sa?????
      Non dico che sono tutti corrotti o cose simili, ma penso che ci sia un equilibrio tra chi controlla e il controllato che non vale la pena essere incrinata.
      Se volessere in 24 ore pescherebbero quasi tutti gli evasori.

    14. Io penso che chi esegue un lavoro abusivo, lo dice già la parola, non deve esistere!!! Fino a quando il fisco, manterrà la tassazione a questi livelli, gli evasori ci saranno sempre!!! Qualora il fisco dovesse dare l’opportunità di sgravare una parte delle tasse, che il popolo paga, allora il senso di marcia potrebbe cambiare.

    Lascia un commento (policy dei commenti)