giovedì 23 nov
  • “Dog eyes”

    Questo cortometraggio è stato da me realizzato per una prova in itinere del corso di “Regia” dello IULM a Milano. L’idea era quella di realizzare una soggettiva, che è il tipo di inquadratura cinematografica che maggiormente si presta all’immedesimazione nel personaggio da parte del pubblico, in quanto il Mondo “si vede” con i suoi occhi.
    La scelta della soggettiva di un cane (poteva benissimo essere un gatto o comunque un altro animale domestico, non è il tipo di animale il punto) è stata dovuta alla volontà di lanciare un messaggio di responsabilità a tutti quei padroni che, appunto, irresponsabilmente, abbandonano i propri animali in mezzo alla strada, noncuranti dei loro sentimenti, delle loro emozioni o comunque della loro vita. Il video vuole essere un messaggio contro l’egoismo di certa gente che, per risolvere i propri problemi personali, non “vede” dagli occhi dei propri animali, i quali invece, forse proprio per mancanza di razionalità o di intelligenza sviluppata, sono degli esseri senzienti in grado di innamorarsi di noi forse più di chiunque altro, di soffrire e perfino di morire dal dolore per l’abbandono.
    Il video è stato girato a Palermo in via Antonio Ugo, di fronte la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali in via Archirafi.

    Ospiti
  • Un commento a ““Dog eyes””

    1. bravo lafuzzu

    Lascia un commento (policy dei commenti)