domenica 22 ott
  • “Eva – Lo spettacolo della scienza” con Eva Riccobono su Rai Due

    Prenderà il via alle 21:15 su Rai Due Eva – Lo spettacolo della scienza condotto dalla palermitana Eva Riccobono.

    Il programma parlerà di grandi fenomeni naturali, nuove tecnologie, scienze comportamentali, corpo umano, nuove frontiere della medicina e tante altre curiosità.

    Eva Riccobono

    Palermo
  • 4 commenti a ““Eva – Lo spettacolo della scienza” con Eva Riccobono su Rai Due”

    1. Mi sfugge come mai sia stata chiamata proprio Eva Riccobono a condurre un programma di questo tipo. Magari sarà anche bravissima, non lo so, ma dal suo sito personale, non sono riuscito a trovare nulla nel suo background che giustifichi una tale scelta.
      Per di più dalla presentazione si desume che: “Con la sua immagine – spiegano gli autori – Eva porterà in scena un’interpretazione originale e contemporanea sia della Moda che della conduzione televisiva”. Cosa avrebbe a che fare tutto questo con la scienza (seppure “spettacolare”)? Mi consola un po’ la consulenza scientifica di Massimo Polidoro del CICAP, ma certo ci sarebbe stato bisogno di un comitato scientifico decisamente più ampio di un illusionista esperto di “bufale” paranormali…

    2. passando da un letto all’altro si fa carriera.

    3. E’ la risposta a Fiammetta Cicogna, pari pari.

    4. @hidalgo, non ricordo se tu sia uomo o donna, poco importa.
      Ma considero e te ne rendo conto.
      Se sei donna, “potresti” (io uso il condizionale, tu no) essere una racchia che non strombazza da anni e, se lo fa, lo fa con sfigati con l’alito pesante, o peggio ancora con lo stesso uomo con il quale fa colazione e lo riveei a letto con il calzno puzzolente dentro una ciabatta lisa.
      Se sei uomo, strombazzi sempre con la stessa donna da anni e brami la scappatella con la “EVA” di turno. Ma sei troppo brutto e ti vesti a caxxo di cane per attrarre anche la mazzamauro di turno.
      Questo per farti capire che il tuo commento, nella sua esplicazione, “spoglia” il represso/a che alberga in te.
      PS:Se volessi potrei continuare…ma il quadretto sarebbe, per te, desolante.

    Lascia un commento (policy dei commenti)