domenica 20 ago
  • Auguri a Orlando, ci siamo ma se la dovrà vedere con noi

    Leoluca Orlando è sindaco, Francesco Giambrone è assessore alla Cultura, al governo nazionale c’è un tecnico con il compito di risanare i conti e al baretto sulla piattaforma in spiaggia mangerò il cono palla e anche la Coppa Rica. Mi chiedo se siamo negli anni ’90 ma mi guardo allo specchio e qualche capello bianco (!!) mi fa capire che, malgrado le analogie che sembrano avere riportato le lancette indietro nel tempo, sono passati vent’anni e su twitter ci sono già le prese in giro per i déjà vu.

    Palermo va indietro come un gambero, così come l’Italia, e mi chiedo se questo sia un bene. Guardiamo al nostro passato con nostalgia, puntando al meno peggio che in alcuni casi può essere già una rivoluzione rispetto al grigio presente. Proviamo a ragionare.

    La sindacatura Orlando del 2012 nasce da un doppio tradimento. In latino trādĕre significa dare, consegnare, mettere in mano. E Palermo non ha perdonato Orlando per averla abbandonata nel 2000 e messa in mano a Cammarata. Non lasciatevi ingannare: c’è qualcosa di vendicativamente passionale nel percorso che porta i palermitani a rieleggere oggi Orlando. La donna che ci tradisce, anche se prima negletta e da noi tradita in ogni modo, va riconquistata e così ha fatto Palermo con il suo sinnacu che domani potrà tornare a ignorare o, addirittura, di cui potrà vendicarsi. Non mi stupisce il voto a Orlando di chi era democristiano e oggi ha simpatie di centrodestra…non mi si venga a dire che è esattamente il prototipo di uomo del centrosinistra (per trascorsi e stile). Il secondo tradimento è quello perpetratosi al “popolo delle primarie”, quello che aveva ascoltato persino in aramaico Orlando smentire le voci di una sua candidatura. Sta a Orlando oggi essere più grande dei suoi tradimenti, un compito estremamente difficile ma che anche noi, scettici per dovere e critici per attitudine, auspichiamo per il bene della città.

    Si troverà presto a confrontarsi con la situazione da incubo del Comune e sono proprio curioso di capire come farà a finanziare la “gestione stralcio” di cui ha parlato in campagna elettorale e chi gli darà i soldi per la “bad company” da lasciare indietro per ripartire dallo stralcio. E non è detto che la legittimazione e la maggioranza consiliare che lo rendono quasi un sinduce gli bastino da sindaco quale resta. Dicevo in tempi non sospetti, e non votando a Palermo, che cinicamente lo avrei votato per vedere come se la caverà con le situazioni che in qualche modo ha generato. In tal senso un mio piccolo sogno si è avverato: è giusto che ci sia lui alla guida, così come la maggioranza vuole. Il sindaco lo sapeva fare, se lo sa fare oggi è tutto da dimostrare.

    Ma, sia chiaro, non starò a guardare Orlando governare la città in cui vivo e in cui lavoro senza muovere un dito se uno dei grandi nodi della sua quarta sindacatura si scioglierà come spero e come sembra aver lasciato intendere ieri in conferenza stampa: apra alla cittadinanza e rinunci all’autocrazia, sia inclusivo su un progetto condivisibile come ai tempi della Rete, non formalmente ma sostanzialmente, attui davvero quel proposito che sento vicino a me e a quelli come me di meritocrazia che dice no alla logica di appartenenza e sì a quella di competenza (ma noto con sospetto che tanti dubbi “competenti” di una volta, e ove questi siano troppo vecchi i figli, – che la competenza si trasmetta geneticamente? – gli ronzano attorno…), usi la Rete di oggi (Internet) come suo strumento. In quel caso sarò un sostenitore di Palermo e di chi la guida.

    Mettiamo a disposizione questo blog come spazio di discussione, Orlando ha già più volte accettato di scendere in questa arena e di parlare con i nostri lettori e ho già preso contatto con Giambrone e Barbera (che avrà la delega all’Innovazione). Nelle prossime settimane formalizzerò la disponibilità di spazi pubblicitari gratuiti per la comunicazione istituzionale del Comune di Palermo (però rifate quel sito!!) e spero che anche altri siti palermitani facciano lo stesso (consideratelo un appello), date le condizioni delle casse comunali. Metto a disposizione anche le mie competenze relative a Internet, se saranno ritenute utili, gratuitamente se necessario, compatibilmente con il tempo a mia disposizione.

    Però saremo attenti e vigili nei confronti dell’operato del sindaco e dell’amministrazione, pronti a segnalare spoil system nell’accezione negativa e infiltrazioni di faccendieri e a fare sentire la nostra voce sulle scelte importanti.

    Auguri al sindaco Orlando e in bocca al lupo, quindi. Ma se la dovrà vedere anche con noi.

    Palermo
  • 138 commenti a “Auguri a Orlando, ci siamo ma se la dovrà vedere con noi”

    1. S. Rosalia, libera Palermo dal sindaco massone e Così sia!

    2. Bel post Siino…peccato però che qualcosa di simile non l’hai pubblicato subito dopo l’elezione di Cammarata…specialmente nel secondo mandato… chissà perchè.

    3. non ditemi che orlando non darà un assessorato al bravo e capace roberto helg cosi come promesso da costa & c. dopo la spettacolare gestione della fiera del mediterraneo, della gesap, dei centri commerciali roberto helg ha ampliamente dimostrato che ci sà fare!

    4. “Ma, sia chiaro, non starò a guardare Orlando governare la città in cui vivo e in cui lavoro senza muovere un dito” … e durante l’amministrazione Cammarata cosa hai mosso? che mi ricordi proprio nulla, solo nel momento in cui era diventato inevitabilmente indifendibile ti sei dissociato… lasciamo stare Siino….lasciamo stare.

    5. Sta a ORlando voler essere l’ultimo sindaco della seconda Repubblica a Palermo oppure il primo della Terza.
      Superando l’autarchia e l’egoreferenzialita’ .Aprendo alla Rete vera.
      Concordo con Siino

    6. consigli per il neo sindaco
      da qualche giorno mi è arrivata la tarsu da pagare con una sovrimposta di circa € 6 per diritti di notifica. volevo far presente che molti hanno già la posta elettronica certificata ( PEC), allora mi domando:perché non dare la possibilità ai cittadini dotati di pec di ricevere la tarsu e non solo( e notifiche varie) via mail? si risparmierebbe danaro e tempo.

    7. “Ma, sia chiaro, non starò a guardare Orlando governare la città in cui vivo e in cui lavoro senza muovere un dito”
      Nessuno ha mosso un dito domenica scorsa a Mondello dove la spiaggia è discarica, dove i marciapiedi e le aiuole sono devastati e immondezzai; come succede da dieci anni almeno.
      Dottor Siino, domenica prossima sarà l’ultima che trascorrerò a Palermo per questo soggiorno; ora che sei libero da impegni “politici” posso offrirti “le petit déjeuner” 😀 a Valdesi domenica mattina… BUONA DIGESTIONE (dopo la vista del paesaggio sopra descritto; dove nessuno muove un dito).

    8. consigli per il neo sindado:
      approvare subito il piano urbano del traffico per tutta la città di Palermo, non solo nel centro storico, e renderlo operativo. già ci sono dei ricorsi in tal senso da parte di noi consumatori:
      http://www.crmhappyradio.it/2853/news/noi-consumatori-strisce-blu-a-palermo-esposto-in-procura.html

    9. L’ultima volta che ho commentato questo blog, nel 2007, Siino era un supporter entusiasta di Cammarata, il peggior sindaco di una città italiana dal 1861. E lo sosteneva con forza dopo una legislatura (2001-2007) in cui il caro Diego aveva già dato ampia prova di inettitudine e malafede nel governo della città.
      Oggi il vento cambia, c’è il déjà vu, la minestra riscaldata, tutto vero…
      Ma, caro Siino, non sarebbe più dignitoso che tu evitassi le prediche e gli ammonimenti con la puzza sotto il naso, quando per quasi dieci anni hai preso una cantonata grossa quanto una casa e, in piccola parte, hai contribuito a farla prendere a qualche migliaio di palermitani?

    10. AH! Dottor Siino, se vieni puoi portare pure Callea e Folklorista… e le biciclette… io da alcuni giorni mi alleno: tutti i miei percorsi li faccio invertendo il senso di marcia (come se fossi a Londra, per capirci); sai, è la geniale idea Calleiana che rivoluzionerà la società palermitana, l’inversione del senso di marcia. Lo proporrò pure a Parigi, ben sottolineando, ed esigendo, il copyright Calleiano.
      Domenica potremmo partire in bicicletta da Valdesi percorrere tutto il viale fino alla fine della Favorita e ritorno, ovviamente guida a sinistra.

    11. Mi viene da piangere nel leggere certi post. Il silenzio vale più di mille parole!

    12. Divertente la disponibilità a collaborare anche a gratis se necessario. Ma senza sconti e con spirito critico.
      Mi ricorda Veltroni, che era capace di dire tutto MA ANCHE il contrario di tutto…

    13. Dottor Siino, per quel che riguarda il contenuto del tuo post: passo sulle polemiche e allusioni di parte ( che sono buoni comunque per fare audience 😀 ) commento alcuni punti.
      – su Giambrone sono quasi certo sul buon lavoro che farà, perché è l’unico assessore competente della storia di Palermo; come penso che la città con Orlando sindaco guadagnerà in immagine, forse decoro, per elevare il rating (oggi default) occorrono infrastrutture, lavoro e sviluppo reali, economia reale… e questi si ottengono con una vera “rivoluzione” dei sistemi, non con slogans
      – certo, è da monitorare il lavoro della giunta ed è ottima la tua idea. Io ritengo che sono da monitorare anche capacità ed efficacia dei neo-consiglieri, ed eventualmente applicare ANCHE a loro il metodo che Orlando promette di applicare con gli impiegati pubblici, cioè meritocrazia ed efficacia, altrimenti licenziati; perché molti sono stati votati solo da amici e parenti e vengono da “mondi” distanti dall’amministrazione pubblica di città molto complessa; insomma, da tenere sotto osservazione attenta.
      P.S. noto che folklorista salta sull’occasione, si è ripreso in fretta, pronto a ripartire con la solita bulimia, e riciclarsi nella RETE da te proposta.

    14. un post frappè di sensazioni.
      E’ comprensibile dopo la scomparsa di altri candidati dalla scena palermitana, si supera non ti preoccupare anche senza lexotan, non è che Aricò era poi così travolgente.
      Se innovazione era nel millennio scorso animare artisticamente i cantieri della zisa o le strade del centro storico dopo la venuta degli arabi, innovazione nei prossimi anni sarà sicuramente qualcosa che ci piacerà e coinvolgerà, anche te. Il calibro di questo sindaco lo consente.
      Fai bene a chiedere un nuovo sito web, vuoi collaborare anche a gratis, per prova facci una bozza tu che glielo facciamo vedere e vediamo che ne pensa 😉
      Per il vintage mi sembra che proprio in questo periodo sia in sintonia con la tendenza attuale di ritorno ad un passato rassicurante. E se a quei tempi eravamo più sereni perchè non rigustare quelle sensazioni? A volte i vecchi creativi e rassicuranti affascinano più dei giovani insipidi e senza sale. ALmeno sembra che il 73% dei votanti l’abbia pensata così.
      Ma io sono di parte, di quella parte affascinata dal professore pur sapendo che il prof qualche caz.ata in passato l’ha fatta, ma rimane nei libri di storia di Palermo per quel che di buono ha saputo concludere. Tranquillo. Cammarata c’entrerà nei libri di storia prendendo meno spazio e posizionandosi in categorie diverse. Parlo del libro di storia che ogni palermitano e palermitana scrive nella propria memoria indelebile.
      Tony tu sei una risorsa in questa città, quando non parli di politica, ma quando parli di web e di innovazione, quindi dacci sotto là dove hai curriculum, perchè mi sa che da oggi varrà più di prima in città. E lascia stare il resto che non ne vale la pena.
      Con stima massimo.

    15. ” ma lo devo dire in aramaico” ?
      e tutti gli astanti, colti par suo, silenzio!
      che disagio per me, scoprirmi l’unica e sola IGNORANTE di questa città notoriamente affamata di stiggiole e cultura, ma soprattutto della seconda.
      mi pare che l’aramaico si studi ( a pagamento) presso la Facoltà Teologica.
      io però mi trovo in gravi ristrettezze economiche, al momento, e non so per quanto ancora.
      chissà se il Sindaco riuscirà a trovare un parrino volontario che mi spieghi l’ a b c dell’aramaico.
      firmato : una che muore dalla vergogna per sentirsi culturalmete inferiore alla stragrande maggioranza dei suoi concittandini.

    16. caro Tony,
      come vedi, qualsiasi cosa tu dica, ci sarà sempre qualcuno che ti rinfaccerà quello che hai scritto o pensato o detto negli anni trascorsi.
      Strani questi palermitani: non dimenticano nulla di quello che ha detto Tony Siino, ma dimenticano tutto delle passate sindacature orlandiane. C’est la vie, direbbero i francesi!!!
      Ma anche questo ha una spiegazione psicologica. In tempi duri e difficili tutti i popoli hanno sempre cercato di incarnare la soluzione dei loro problemi nell’essere superiore, nel Messia, in colui che arriva dal cielo e, con una bacchetta magica che spesso è l’uso della parola, sistema tutto e rende tutti felici e contenti.
      Non vorrei citare esempi dissacratori, ma dopo la crisi economica degli anni trenta, i tedeschi trovarono il loro messia in un certo Hitler, dopo la fame dei primi del 900, i russi trovarono il loro messia in un certo Lenin e così via.
      Lungi da me paragonare Leoluca a simili criminali, ci mancherebbe altro, ma questa è la storia, questa è la contorta psiche umana.
      Ora, come si fa a dimenticare quello che ha combinato Leoluca a Palermo? O, per meglio formulare il quesito, come si fa a ricordare qualcosa che abbia fatto Leoluca x questa città? tutti parlano di visibilità mondiale, tutti parlano di reating, tutti parlano di immagine… machissenenfrega dell’immagine, della visibilità, qua che gente che non si suicida per la disperazione solo perchè non sa come farlo e questo nuovo sindaco inizia parlando ancora di visibilità mondiale?
      Certo, questo è il sistema orlandiano, l’ha già fatto: nascondere i veri problemi interni con l’immagine esterna, con la creazione del suo mito personale, con la glorificazione del suo ego.
      Mi ricordo una frase detta da un noto personaggio della politica mondiale, il quale dichiarò, nel 1995, che Orlando era il personaggio palermitano più noto al mondo: alla domanda successiva, se avesse voluto abitare a Palermo con Leoluca sindaco, rispose: ho detto che Orlando è il personaggio palermitano più noto al mondo, non il più bravo!!!
      Caro Tony, concordo con te al 1000% ed aggiungo solo una preghiera: che il Signore e Santa Rosalia ce la mandino buona!!!!

    17. Diego non riesco a comprendere che cosa mi contesti esattamente.
      Dario non concordo con te sulla prima sindacatura di Cammarata in cui penso abbia fatto bene (nei risultati ma con un aggravio per consulenti ecc.). La cantonata non l’ho presa soltanto io e non penso che tu sia immune da cantonate…oppure sei qualcuno sotto mentite spoglie. 😉 Detto ciò continuerò a scrivere ciò che mi pare con tua buona pace.
      GIGI ” ç ” stavo per mandarti a fare ricreazione sugli altri post, poi per fortuna è arrivato un commento al contenuto. La domenica mattina in genere recupero sonno, un altro giorno a pranzo volentieri.
      Francesco spero che ti asciughino le lacrime.
      Massimo io mi pongo comunque in una posizione scettica e non sono disposto a fare sconti al nuovo messia che alcuni individuano in Orlando…se mi coinvolgerà mi lascerò coinvolgere senza preconcetti. Rispetto alla politica invece ritengo necessario che ne parli anch’io e tu e tutti.
      In alcuni di voi (purtroppo anche nel solitamente illuminato Isaia Panduri) mi sembra di intravedere, senza offesa, la logica dell’appartenenza di cui parla Orlando. Se offro competenza non divento “cosa sua”…di Cammarata, di Aricò o di Orlando.
      Grazie a tutti per aver letto questo lungo post e per i commenti.

    18. Uno dei post più ridicoli da quando leggo Rosalio.

    19. E’ giusto quello che dici nel post, bisogna stare allerta quando c’è in gioco il futuro di noi tutti.
      Bisogna fare attenzione a quello che fanno alla nostra città, perchè indirettamente lo fanno anche a noi.
      Fanno del male a Palermo, fanno del male a noi palermitani.

      Il tuo post però diventa assurdo, quasi da far ridere, quando penso ai dieci anni in cui la città è stata completamente distrutta, e sembrava che tutti non se ne accorgessero.

    20. Siino non è corretto per il rispetto dei lettori mettere in chiara evidenza la tua preferenza e posizione politica, sembra un articolo alla Sallusti…

    21. Fabio sinceramente come commenti ne ho visti di più ridicoli. 😉
      Fulippo1 non mi pare che qui si sia taciuto sulla distruzione della città.
      Mauro penso esattamente il contrario e ne faccio un punto di trasparenza.

    22. Tony, premetto che non reputo Orlando il messia e che non sono Dio sotto mentite spoglie.
      Tu puoi scrivere ciò che vuoi, ci mancherebbe, però avendo avuto il merito di costruire questo spazio di discussione, diciamo che hai anche un ruolo e una credibilità pubblica, e sarebbe giusto che riflettessi su quanto scrivi.
      Non so a quali risultati tu alluda, ma mi risulta che fra il 2001 e il 2007 Cammarata ha devastato il bilancio di Palermo (già parzialmente provato dalla gestione Orlando) con consulenze e debiti fuori bilancio, ha distrutto le aziende partecipate dal comune, ha gestito in maniera miope lo smaltimento dei rifiuti, preparandone il disastro poi puntualmente avvenuto, non ha risolto uno, dico uno dei problemi della mobilità a Palermo (tram, autobus, metropolitana, piste ciclabili, isole pedonali), non ha messo a frutto i finanziamenti europei, non ha investito un solo euro nella cultura della città. Queste sono scelte politiche gravi che i cittadini avrebbero dovuto punire già 5 anni fa. Invece hanno dato credito (i “misteri” della democrazia palermitana) a una manica di gente che faceva solo ed esclusivamente gli interessi suoi e dei loro amici. Direi quindi che durante il suo secondo mandato (da te tanto caldeggiato) tutti noi abbiamo raccolto i frutti di quanto seminato nei primi cinque anni. Quando invece il comune avrebbe dovuto subire un’inversione di rotta di 180 gradi. Lo dico con estrema pacatezza, gli errori servono per riflettere ed evitare nuovi errori, non per impermalosirsi.

    23. Dario non si tratta di impermalosirsi ma quando ho la sensazione che mi si voglia tappare la bocca con un pretesto un po’ mi incazzo e credo di avere, come te, pieno titolo per parlare (in genere rifletto pure su quello che scrivo…).

    24. Dottor Siino, “gli altri post” sono anch’essi molto seri.
      Certo, se Stalker fosse Palermo sarebbe interessante ritrovarci tutti e tre…
      Altrimenti, fissiamo un giorno… sai dove trovarmi.
      Riparto giorno 1/06.
      Rosalio, lo so, non è una chat né un luogo per incontri (senza fraintendimenti); è un’eccezione…

    25. Siino dicci cosa ha fatto di buono Cammarata!!
      Giusto per tirarci su di morale e renderci conto che la m… ci arriva soltanto alla vita e non fin sotto il naso come mi sembra in questo momento.
      Per favore distingui se puoi il primo e il secondo mandato. Grazie.

    26. Sono quasi d’accordo con il mio omonimo. E’ un post dai contenuti per me assolutamente non condivisibili, quasi tutto dall’inizio alla fine. Dal “passo indietro” al “tradimento delle primarie”, fino al “vigileremo!”, una pletora di luoghi comuni (e sottili falsità) di una superficialità disarmante. Senza offesa, saluti

    27. The.byfolk è un post che guarda avanti. Ciò che ha fatto di buono non riesce ad equilibrare ciò che non ha fatto di buono quindi mi sembra inutile elencare.
      Fabio G. i “luoghi comuni” spesso sono fatti e la gente li ripete perché sono verità (altro che sottili falsità). Non mi offendo ma mi piacerebbe un po’ più di sforzo argomentativo. 🙂

    28. Secondo me (che ho votato Orlando) invece è un bel post. Assolutamente civile, propositivo ed equilibrato nel suo essere comunque antagonista. Nel mondo anglosassone le sconfitte politiche vengono affrontate così.
      Su cio’ che sono stati i dieci anni appena passati sarebbe bello aprire un dibattito molto aperto (e molto civile) per analizzare il perchè ed il percome si sia arrivati, nel silenzio più assordante, a quello che considero il punto più basso mai raggiunto da questa città oramai triste, svuotata e laida.

    29. E che ci sarebbe da argomentare, senza cadere nella ripetitività ossessiva? Chi è intelligente ha già capito, chi non lo è non lo capirebbe ugualmente. Dovrei parlare delle PRIMARIE, oscenità dal primo all’ultimo minuto: il risultato è stato quello di scacciare Rita Borsellino, schifiata, dalla politica palermitana, COMPLIMENTI a Ferrandelli che ha vinto le primarie democraticamente. Oppure dovrei disquisire del fantomatico “passo indietro”, quando è lampante che Orlando, ieri come oggi, è una novità a Palermo. O della “situazione da lui generata”, che francamente è incommentabile senza usare oscenità (non ci riesco io, probabilmente). Ci manca solo il fatto che Orlando è mafioso perchè attaccava Falcone, poi il post sarebbe completo. Ciao

    30. ANTICIPO:
      -ALTRO: le primarie sono state convalidate dai garanti
      -IO: non me ne fotte niente chi le ha convalidate, sappiamo tutti che sono state una porcata, ci sono state decine di brogli e hanno votato pure migliaia di lombardini
      -ALTRO: e tu ti sianti megghiu ri garanti?
      -IO: No, ma tu sei stupido o in malafede.

      Questo per farti capire quanto ripetitivo sarebbe argomentare.

    31. “I palermitani mi hanno votato perchè rappresento l’anticasta”
      Un’affermazione simile da parte di Orlando è sconvolgente per tre motivi fondamentali:
      1) Non ha capito nulla del perchè i Palermitani lo hanno votato.
      2) Detto da lui che è il massimo rappresentante della casta (da oltre 10 anni siede negli scranni più alti del potere politico) sa, ed è, bieco populismo allo stato puro.
      3) Se così fosse, si sarebbe dovuto dimettere dal Parlamento nazionale prima delle elezioni, per dare il segnale di “anticasta”, ma non mi pare che sia successo e non mi pare che ne abbia le intenzioni.
      Troppo facile parlare, ora vediamo cosa combina, ora vediamo se è coerente con se stesso, perchè se dice di volere premiare la meritocrazia e coloro che lavorano al Comune, “ma vogghiu viriri tutta” come fa a mandare a casa tre quarti della GESIP, tutti figli della sua lungimirante politica sul lavoro.

    32. non è l’età anagrafica a dare vita all’innovazione, è l’individuo che abbia 30 o 80 anni.
      E’ storia che l’unico sindaco che a Palermo sia stato innovatore per le cose realizzate è Orlando, se paragonato agli altri.
      Ci sono Tanti giovani ma perchè quando erano consiglieri comunali o deputati regionali non facevano gli innovatori così da ottenere loro il plebiscito???
      O l’innovazione è consentita solo al ruolo di sindaco?

    33. Tony Siino, vuoi argomentare tu a SALVO sulla Gesip, senza essere ripetitivo? Vediamo che sai fare

    34. Ok, ma ti prego, dimmi solo quali sono i grandi risultati della prima amministrazione Cammarata, te lo chiedo per mia cultura personale.

    35. Durante LA prima amministrazione Cammarata la parabola degli effetti a lungo termine del lavoro di Orlando su PAlermo ha raggiunto il suo apice.Quindi alcuni di questi effetti furono erroneamente e subdolamente acquisiti al centrodestra. Poi inizio’ la lenta e inesorabile parabola dell’inerzia discendente che ha toccato lo zero fino allo zero assoluto.
      ORlando pecco’ di : egocentrismo (butto’ fuori ad uno ad uno tutti coloro che non la pensavano come lui, riempiendo E. Arcuri di deleghe insostenibili;butto’ fuori persino i parrini che lo avevano in creatura);pecco’ anche di gravi inciuci riguardo a interessi sul piano urbanistico palermitano ,ma questa cosa vale e puo’ essere compresa solo dagli addetti ai lavori.
      Pecco’ riguardo alla capacita’ di soffrire con i siciliani andandosene, preferendo l’esilio all’onta frustrante dell’opposizione.

      Ebbe un grande merito : valorizzare il centro storico anche se il recupero vero e proprio fu un mezzo insuccesso.E far sognare i palermitani con la sua poesia politica, che ancora oggi ben sa declamare.
      Diede lavoro precario assumendo con contratti a termine migliaia di palermitani s enza formazione o con competenze inadeguate o diverse e ben superiori rispetto alle funzioni o mansioni svolte.

      L’Orlando della LIRA lavoro’ in condizioni comunque ben diverse e piu’ favorevoli da questo Orlando dell’EURO.
      Allora eravamo poveri ma capci di sognare.
      Oggi la crisi globale toglie persino la speranza.
      Riuscira’ in nostro Zar a far rinascere Palerm-OR-land-city ?

      LA societa’ civile pero’ oggi ha frange piu’ mature e preparate che possono interagire con lui .
      Se barera’ sara’ subito sgamato.

    36. Anche io li voglio conoscere….

    37. la priorita’ e’ liberare Palermo dai mafiosi che si annidano soprattutto dentro i palazzi del potere, i mafiosi in doppiopetto: medici,avvocati,ingegneri ecc.. sono loro insieme alla borghesia parassitaria che bloccano il progresso e lo sviluppo di questa citta’. FORZA LEOLUCA !!

    38. Che modo bizzarro di mettersi a disposizione del vincitore..chissà che magari prima o poi…eeeh? 😉

    39. Meno male che abito in un’altra città (che ha i suoi bei problemi, per carità, e spero pure che li risolva, ma) che è altra cosa da questa palude generatrice di discorsi inutili…Discorsi che hanno tutti le loro radici nelle elezioni comunali del 1959. Ricordate infatti chi diventò sindaco allora e cosa iniziò ? Da quel momento fu tutto un precipizio! Sinceri auguri a tutti quanti (ne avete proprio bisogno!)e complimenti a Siino per aver inaugurato un blog moderno che si occupa di cose palermitane (ovvero antiche) e consente a tutti di dire la loro.
      p.s. Il neosindaco del 1959 fu quello che approvò Orlando come sindaco nel 1985…che cambiamento! che rottura epocale!!

    40. creare altre cooperative di analfabeti nullafacenti??? il sindaco lo sa fare e lo farà!!!

    41. x fabio g.
      ma tu pensi che ci sia di bisogno del buon Siino per sapere la storia della GESIP?
      No, amico mio, la conosco benissimo la storia della GESIP, la sua gestazione, il suo inizio con 300 dipendenti, come nacque e perchè nacque, figlia delle innumerevoli cooperative, soprattutto di quelle formate da ex detenuti ed ex tossicodipendenti, messe in moto da Orlando Cascio e poi sfuggitigli dalle mani.
      Io la conosco benissimo questa triste vicenda, forse sei tu che ti sei talmente convinto dell’arrivo del Messia che hai rimosso dalla tua mente i danni che subì Palermo dall’ira di questi signori quando Cammarata, incapace di affrontare una situazione così drammatica ereditata da Orlando Cascio, dall’alto della sua assoluta incapacità preferì creare un ulteriore contenitore di disperati, tutti a carico del Comune e della Regione, cioè a carico nostro, per intenderci.
      Io me lo ricordo, tu no!!!!!!

    42. Beh…ci vorrebbe anche qualcuno che verifichi i contratti di servizio stipulati negli ultimi 10 anni fra il Comune e AMIA GESIP and so on.
      Perchè a me sembra perlomeno strano che siamo pieni di spazzini a libro paga e le strade fanno schifo o che per effettuare piccole riparazioni nelle proprietà comunali (scuole e altro) arrivano squadre gesip di n operai che bisogna ingaggiare tramite procedure farneticanti che prevedono lettere, firme, controlettere, protocolli, ciclostili, furerie e battaglioni.

    43. A.
      fai bene a riannodare i fili di una storia che molti vorrebbero tacere

    44. poveri i miei concittadini…speravate davvero che il popolo siciliano avesse un impeto d’orgoglio? Si ripresenta da assoluto vincitore (anche se a conti fatti, considerando le percentuali dei votanti e degli aventi diritto, solo un decimo dei cittadini che vive a Palermo lo ha votato) uno che per anni ha governato alla “panem et circensem” (e non parlatemi dei cantieri alla Zisa che ancora mi viene da ridere se si definiscono luoghi di scambio culturale), mentre l’alternativa era il sosia brutto di Cetto Laqualunque (senza peraltro averne la lucidità politica!).

      Continuo a sperare nel ritorno dell’esercito e nel commissariamento decennale sotto l’egida di qualche anglosassone o francese, di fatto la storia insegna che la Sicilia la amano (e la governano bene) solo gli stranieri!

    45. 800…hai colto il pieno il senso, così come credo le centinaia che cliccano su Mi piace.
      Franz ti sei dimenticato di una parolina magica: “gratuitamente”.

    46. Siino, veramente hai scritto “gratuitamente se necessario”, sottigliezze da vecchio volpone. 🙂
      per il resto non commento, questo post è troppo divertente di suo, lascio spazio ai dotti analisti politici. 😀

    47. @ Salvo

      “la conosco benissimo la storia della GESIP, la sua gestazione, il suo inizio con 300 dipendenti”a

      tu non conosci un’emerita cippa, la Gesip non è mai stata in origine nemmeno lontanamente formata da 300 unità, piuttosto eravamo 1300 tra cooperative storiche ed ex mobilità cioè persone che avevano perso il posto di lavoro ed in attesa di occupazione) e di conseguenza non tutti ex detenuti ed ex tossico dipendenti le categorie da te elencate appertenevano solo alle ex coop sociali non certo alla mobilità, ed inoltre il rapporto era di 1 a 3 (un ex) per ogni tre “normali” se vogliamo dire così quindi pure meno di 300 su 1300

      ad Orlando non gli sfuggì prorpio nulla, Gesip l’ha creata il commissario Guglielmo Serio nel dicembre 2001 dopo mesi che Orlando si era dimesso per candidarsi alla Presidenza della Regione, in seguito Cammarata aumentò l’organico gesip di altre 500/600 unità distribuiti tra lsu e figli e figliocci dei vari politici locali e non, creando gesip srl e SPO assicurando l’aumento del contratto di servizio che mai ci fù (ecco spiegato pure la perdita di oltre 800 mila euro al mese)

      Quindi caro Salvo IO lo ricordo in quanto sono, purtroppamente il Gesip da quando è nata …cioè quai 12 anni…TU non ricordi…o meglio non sai proprio un ..zzo , ti invito cordialmente a non affermare falsità inaudite come quelle appena scritte sopra… ed altrettanto cordialmente impiega il tuo tempo, magari raccogliendo cartate di semi del Lupinus albus, piuttosto che scrivere idiozie

      saluti

    48. @ Diego
      studiati bene le origini della Gesip prima di parlare, la storia non si cambia a proprio uso e consumo.
      La prima stesura della Gesip prevedeva circa 300 dipendenti delle ex cooperative sociali ed hai ragione quando dici che era formata da persone provenienti da vari settori, ma io ho scritto “figlia delle innumerevoli cooperative, soprattutto di quelle formate da ex detenuti ed ex tossicodipendenti”, quindi, come vedi, io dico che c’erano anche loro, oltre che alcuni lavoratori provenienti da casi di mobilità e complessivamente si arrivava alla cifra di circa 1100 lavoratori (oggi sono quasi 3000)
      Ti dirò di più, visto che mi dai l’input per farlo: Orlando, davanti ad una situazione divenuta esplosiva, scappò come un vigliacco con la scusa della candidatura alle nazionali (o europee, questo non me lo ricordo) lasciando nella totale m.da il commissario subentrato. Serio non fece altro che attuare il progetto che aveva previsto il fuggitivo per cercare di disinnescare una bomba sociale che rischiava di esplodere in maniera devastante.

    49. Stalker la maggior parte dei miei clienti sono privati e questo dovrebbe farti passare i sorrisini idioti. Mi metto a disposizione ma è chiaro che se mi fosse richiesto un impegno di lunga durata o che comporta dei costi sarebbe impossibile renderlo gratuitamente. Certo qui non sono io quello in malafede ma ti conosciamo bene sul blog.

    50. PRimi provvedimenti di ZAR Rolando CAscio ,panem et circenses detto anche il diffamatore querulo delle primarie:
      1 apriro’ il portone di Palazzo delle Aquile
      (..ma perche’,fara’ lui anche il portiere per risparmare personale ?)
      2 concedero’ la cittadianza onoraria agli immigrati (e viri chi manci ! perche’ non dice attivero’ le procedureper riconoscere il diritto di voto agli immigrati ? )

    51. In merito alle assunzioni gratuite al comune(senza concorso) si ricordi l’ex personale ditte Cassina ,in disgrazia dopo affari di mafia con Cianci-Lima,fu assunto aggratis e accarrrico di tutti i palermitani .
      Se Ferrandelli e’ Craco-Lumia .Orlando e’ figlio ingrato del duo Cianci-Lima

    52. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    53. siino, veramente quello che adora le emoticon (idiote?) sei tu, ne fai un uso bulimico.
      sul resto sorvolo, insulti compresi.
      dico solo che non colgo il senso del tuo post, se non un blando riposizionamento, cosa che non hai fatto “dal di fuori” con precedenti sindaci, tranne quando erano già bolliti, che sarebbe come se io edesso mi accanissi sul folklochierico suonato contro i suoi fantasmi.
      ma forse allora erano tuoi clienti “privati”.

    54. @Salvo
      ribadisco le ex cooperative sociali in tutto arrivavano a 900 unità, voglio dire ne saprò più io che ne facevo parte no?

      Verò è che Orlando aveva lasciato un piano, ma non certo come lo stravolse il commissario serio, che ci tolse i livelli acquisiti facendoci partire tutti al secondo compresi Laureati e diplomati… non tocchiamo sto tasto per favore… e inoltre con uno stipendio di 600 euro al mese, contratto che fu cambiato il poco prima del natale in una tormentata riunione a villa niscemi con l’allora neo eletto cammarata, tantè che io fui uno degli ultimi a firmare il contratto il 21 dicembre, la Gesip era inizialmente formata da ex coop storiche, Mobilità e FIORI 1, arrivando a 1300 unità, e per la cronaca non siamo mai arrivati oltre a 1870 adesso tra pensionamenti, decessi e licenziamenti, arriviamo a 1736, te lo dice uno che lavora alla personale… quindi i miei dati sono più che attendibili…io la mia storia la so… e bene… quindi posso pami puoi credere.

    55. Stalker non dubitavo del fatto che non avresti colto…non sei nella logica della competenza appunto. Non ti ho insultata. Comunque ribadisco che ti conosciamo e penso che questo post non possa rivolgersi ai polari come te.

    56. Siamo tutti rassicurati. Abbiamo un sindaco che salira’ sul carro di Santa Rosalia e gridera’ W SAnta Rosalia e w Palermo .
      Adesso si che va meglio.

    57. il pluralis maiestatis ti dona tony.
      spero che altre competenze riescano a cogliere la tua disanima, che a me sfugge.

    58. ps. mi ero solo soffermata su quel “probabilmente gratuito”, ma so che quando si parla del vil denaro, saltano i nervi.

    59. Un banco di prova immediato per Rolandino CAscio : a Palermo in questo momento ci sono un centinaio di disabili segregati a casa per che’ e’ stato sospeso da GEsip il servizio trasporto verso luoghi terapeutici (fisioterapia e riabilitazione). Vogliamo riattivarlo immediatamente o no ?BAsta pochissimo ,un po’ di buona volonta’

      Rolandino , a Rolandino !!!
      Smuoviti, PAlermo NON e’ POESIA

    60. ..fai in modo che i primi c ento giorni siano proficui e non abbiamo a chiamarti … Rolandino Scascio’ (cioe’ A SCAFAZZO’ )

      BAsta ciarlare. Ci sono parcheggi da aprire. Bus da normalizzare, scuole da aggiustare, asili da offrire, differenziata da fare, solare da avviare ( se ce la sai ..altrimenti sai chi chiamare come consulente )
      Orlandino orlandino, adesso vedremo quel che sai fare.
      Se e’ vero che TU lo sai fare o se , come credo io , hai le idee poco chiare e vorresti solo sfilare come una volta tra folle di ex disoccupati poi precari osannanti

    61. “Però saremo attenti e vigili nei confronti dell’operato del sindaco e dell’amministrazione, pronti a segnalare spoil system nell’accezione negativa e infiltrazioni di faccendieri e a fare sentire la nostra voce sulle scelte importanti.”

      E perchè non hai vigilato e controllato anche durante l’amministrazione Cammarata? Dov’eri? Addormentato? Ibernato? Facevi l’aperitivo nella città più cool d’Italia?
      Ah se fossi stato attento anche allora…
      FAMMI IL PIACERE e quantomeno risparmia all’etere questi post ridicoli.

    62. Un’altra cosa che proprio non comprendo è la ridicola distinzione che viene fatta tra il Cammarata I e il Cammarata Bis: il primo ottimo, il secondo catastrofico.
      E’ davvero così difficile capire che è solo durante il secondo mandato si sono manifestate le conseguenze delle sciagurate scelte a lungo termine prese da un’amministrazione inetta, incompetente e corrotta? Ma cosa facevate dal 2002 al 2007? Abitavate a Palermo?

    63. Fortitudo rischi di renderti ridicolo tu perché da quello che scrivi sembra che tu non abbia mai letto Rosalio in questi anni. Per esempio dopo un nostro post è stata ritirata in in autotutela una delibera della Giunta Cammarata da più di 300 mila euro.

    64. La sensazione di fine giornata è abbastanza positiva. A parte qualche cornacchia stonata noto delle importanti testimonianze su questo post che mi fanno pensare che sia possibile stringersi attorno a un progetto di riscossa per Palermo che non può essere affidato a una persona sola, seppure sindaco, e ai suoi fan.

    65. Tony, io non mi credo una cornacchia stonata e sarebbe il caso che rispettassi di più chi impiega un po’ del suo tempo per scrivere nel “tuo” blog. Anche se la pensa diversamente da te. Chi come te usa una configurazione top-down, dovrebbe almeno dare delle spiegazioni su quello che scrive o ha scritto: hai creato questo blog, e questo è un bene, lo hai reso attraente, una sorta di punto di riferimento per chi è interessato a commentare quello che capita a Palermo. Hai un seguito di persone che la pensa come te o meno, ma che comunque riflette su quello che scrivi. Hai sposato per lungo tempo le scelte -a mio giudizio- scellerate di Cammarata e oggi scrivi questo post strano e ambiguo rivolto al nuovo-vecchio sindaco sorvolando su quello che è stato negli ultimi dieci anni. Non è corretto, lo capisci? E’ il blog che perde credibilità insieme a te! Anche se risulterà fuori tema, sarebbe bene che prima o poi ci spiegassi, anche in un altro post, in che cosa l’azione di governo di Cammarata ha migliorato la città nel primo mandato. Essere sprezzanti e autoreferenziali fa sempre male, specie a chi ospita a casa sua i pareri degli altri. Io posso tornare qui fra altri cinque anni o anche mai più, la mia vita non dipende da Rosalio, ma a te farebbe bene un po’ di umiltà.

    66. Dario il post non parla di Cammarata e sei tu che vorresti portarlo fuori tema. Non sono mai stato un suo caloroso sostenitore, l’unico post in cui sostengo a spada tratta la mia speranza di una possibile apertura alle nuove tecnologie da parte di Cammarata è offline con il suo blog (quindi è stata una delusione) e se non ti dicessi io che esisteva non ne troveresti probabilmente traccia…potevo sfidarti a trovare una mia manifestazione in tal senso qui…ma non c’è…anzi…ci sono parecchi post critici. Ma ipotizziamo che io sia stato un suo acceso sostenitore…quindi? Lo è stato la maggioranza dei palermitani che oggi sostiene Orlando. Vorresti togliermi la parola per questo? Non sarei a tuo avviso degno di determinare il futuro di Palermo? Non penso proprio che questo sarebbe un approccio umile…potrei chiederti che titolo avresti…quindi la chiuderei qua e trovo altisonante parlare da parte tua di correttezza e umiltà dopo che mi vuoi zittire. Chi vuole rispetto deve prima rispettare, chi chiede umiltà deve sapersi porre con umiltà e rimanere nel tema del post che guarda al futuro, non a un passato che è finito. Saluti.

    67. Ma chi ti vuole zittire, ma figurati. Io sono semplicemente un utente di uno spazio pubblico da te creato. Scrivo e commento con questo titolo, se permetti. Se ti offendi per un po’ di ironia e qualche richiesta di spiegazione, peggio per te.
      Il sostegno a Cammarata in campagna elettorale non me lo sono sognato e non si limitava all’innovazione tecnologica: se vuoi negare il passato è un tuo problema. Io stamattina ho ripensato alle scorse elezioni e mi sono ricordato che nel 2007 seguivo Rosalio e che tu gioivi come un bambino per la vittoria di Cammarata e ho pensato di venire qui a darti un pizzicotto. E’ legittimo, fattene una ragione.
      Comunque, ti auguro sinceramente ogni fortuna di partecipare alla rinascita tecnologica (e non) di Palermo. Ma con un po’ meno di permalosità e spocchia. Tolgo garbatamente il disturbo. Saluti.

    68. Mah…avrò capito male quando dicevi che dovevo evitare gli ammonimenti.
      Non sono affatto offeso, anzi mi diverte parlare con te e credo che tu abbia pieno titolo di commentare (non pensavo neanche a te quando ho scritto cornacchie). Dario io gioivo perché pensavo che fosse un bene e ho sbagliato, come tanti. Ti sembra forse spocchiosa questa ammissione? Accetto il tuo pizzicotto e spero che tu torni spesso a darmene ma anche a riceverne quando la tua memoria farà qualche scherzo. Grazie per il tuo augurio e, spero, a presto.

    69. Ammettere un errore è una cosa molto nobile, specie in pubblico. E ti fa onore. A presto e grazie a te, perché in fondo Rosalio è una bella piazza di Palermo dove è bello di tanto in tanto parlare, discutere e anche scontrarsi animatamente.

    70. So che può apparire buonista ma abbiamo impiegato tipo dieci commenti a pizzicarci sull’apparente divergenza su un concetto molto semplice su cui alla fine mi sembra siamo d’accordo…il confronto è un bene. E se ci chiedessimo che cosa possiamo fare domani insieme per Palermo anche se ieri ho fatto una ca**ata in buona fede a pensare bene di Cammarata?

    71. Non ho mai sostenuto Cammarata e ne vado fiero! Meglio Orlando non una ma 100 volte. Ho votato Nuti.

    72. “Non sono mai stato un suo caloroso sostenitore”?!!!?!?? Comeeee??? Hahahah…. Ma se sembrava il blog di Cammarata!

    73. @Tony Siino
      Lungi da me le polemiche, ma il ritorno di immagine è in se una forma di pagamento, ed è quella che, se gestita bene, permette di ottenere molto di più. non parliamo poi del legame che inevitabilmente si crea tra chi offre un servizio gratuito e chi utilizza. Ma ripeto, non ho nessuna intenzione di polemizzare…ci mancherebbe. Fai bene, il lavoro deve andare avanti qualunque sia il colore politico che detiene il potere..è quello che dalle parti di CT viene definito…susirisi raa szella 😉
      In bocca al lupo 😉

    74. Riepilogando: Orlando ha preso il 72% del 40% (circa) degli aventi diritto al voto, quasi 563.000. Se la matematica non è un’opinione, 72% del 40% (225.000 palermitani che sono andati a votare)= 158.000. Orlando è il sindaco di poco più di 1 palermitano su 4. Grande successo. Ai posteri l’ardua sentenza.

    75. Tony Siino, io sto ancora aspettando un tuo intervento sulla Gesip, se sei capace. Evidentemente “U sinnacu s’a fira, l’avutri ‘un u sacciu”, come dice il vecchio proverbio: mi sa che “gratuitamente” è la cosa più azzeccata del post, avissiru puru a paari

    76. Post nobilissimo e costruttivo SE e scrivo SE, fosse stato scritto PRIMA, se si fosse rivolto al FUTURO sindaco, senza conoscerne il nome.
      Un monito a chi avrebbe vinto, soprattutto al “potenziale” Costa, appoggiato dalla vecchia amministrazione e soprattutto al “tuo” Aricò che era parte attiva ed integrata dello scempio perpretato in 10 anni ( la prima sindacatura da te decantata ha solo messo l’intonaco alle solide strutture di Orlando, prendendosene i meriti) ( la seconda è addirittura imbarazzante a partire dalla falsa vittoria, sappiamo tutti la questione dei brogli di cui è emersa solo una parte).
      Peccato, scritto prima solo un idiota non lo avrebbe condiviso, scritto adesso …

    77. E comunque ci si può riscattare, passare dalla tintoria a pulire qualche macchia di dubbio.
      Si può scrivere ORA, ADESSO, PRIMA di conoscere nomi ed apparentamenti, quel che si vuole dal FUTURO presidente regionale, perchè quello sarà un passaggio piu importante (ed a sostegno) dell’amministrazione cittadina.

    78. I nuovi amministratori devono tenere ben chiaro in mente che
      TRE CITTADINI SU QUATTRO
      NON SI RITENGONO RAPPRESENTATI.
      Ovviamente cio` vale indipendentemente
      da chi e` stato eletto sindaco,
      dato che l’astensione e` preliminare alla nomina.

    79. Fabio affermi il falso. Rosalio non si è mai schierato e io quando ho lavorato per le campagne elettorali mi sono autosospeso. Ad ogni modo i post del passato sono online e aspetto che dimostri ciò che dici…ma non ci riuscirai. 🙂
      Franz dici bene ma la moneta della reputazione non va soltanto in un senso.
      Fabio G. mi attengo alle indicazioni sul tema del post.
      Goku prima non avrei potuto mai scriverlo così. Aricò è un mio cliente…esci dalla logica dell’appartenenza e passa a quella della competenza anche tu.

    80. lo reinserisco, perché non è apparso..
      Siino, qualche piccola osservazione:

      Hai bersagliato Orlando durante tutta la campagna elettorale ed anche adesso. Lavorando per un avversario (ed anche facendo il tifo, non nasconderti con la foglia di fico del “sono un professionista”), con articoli di denuncia ed inoltrando “prese in giro” fatte a lui da altri. E’ vero che il Sindaco parla di collaborazione con le “competenze”, bello “salire sul carro del vincitore”, ma perché dovrebbe accogliere un “nemico” come te?

      Hai sempre predicato il motto del “gratis non si lavora” ed “il migliore cliente è quello che paga”, cosa ti fulmina sulla via di Damasco? Lavora gratis chi è “puro di cuore”, un benefattore, e tu sei un “imprenditore nel senso più puro del termine”. Sicuramente cercherai un “do ut des”, con quale moneta desideri essere ripagato? Notorietà oppure (come esigenza che hai evidenziato, non a caso, in questo post), con il rifacimento del sito web del Comune?

      Sei sempre stato una persona di destra, come me, al servizio della destra (ricordo tue collaborazioni con Cuffaro, Micciché, Cammarata, Aricò, Cascio ed una tua foto con Fini!). Sei un “web strategist” e la strategia è sentimento. Dato che la città non ha votato sentimenti di destra, perché, nella politica dell’alternanza, a questo giro non ti metti da parte e lasci spazio a tanti giovani bravi e di belle speranze?

      Per concludere, spero io che il sito del Comune di Palermo si doti al più presto di uno spazio di ascolto e confronto, per poter parlare della città in un luogo istituzionale piuttosto che in tanti siti in mano a privati.

    81. “TRE CITTADINI SU QUATTRO
      NON SI RITENGONO RAPPRESENTATI.”

      …azzi loro, il fatto di non esercitare un diritto e direi anche un dovere non implica lamentele di questo tipo, l’astenzione equivale ad accettare a prescindere chiunque venga eletto, sebbene da una minoranza, quindi recriminare è da idioti, se avessero voluto farsi rappresentare bastava recarsi al seggio.

    82. Assunta (che scrivi dietro un server anonimizzato incuriosendomi sul perché e su chi tu sia davvero) mi spiace ma ho smesso di fare il tifo da tempo. Di certo non tifavo per Orlando però. Ho scritto in campagna elettorale di 2000 follower anglofoni e inattivi misteriosamente guadagnati su twitter e di migliaia di visualizzazioni su YouTube dall’America e dalla Russia per Orlando…sono cose che riguardano il mio lavoro in generale più che quello per Aricò e sono certo di poter ancora avere una mia opinione personale e di poter inoltrare sul mio facebook e ovunque ciò che mi pare.
      È vero che gratis non si lavora ma il Comune di Palermo non ha risorse per l’ordinario, figuriamoci per la società dell’informazione…allora che si fa? Si aspetta? No, si fa un’eccezione e io mi metto a disposizione come tutti dovremmo fare a mio avviso.
      Purtroppo la tua ricostruzione è colpevolmente incompleta: non ho mai lavorato per Cuffaro ma stranamente dimentichi i miei clienti di sinistra, cioè i Socialisti, Pino Apprendi e Davide Faraone a dimostrazione che i politici sono meno schizzinosi dei fan e quando hanno bisogno di competenza a volte vanno oltre l’appartenenza come sarebbe giusto. Non sono l’uomo per tutte le stagioni ma penso che fosse mio dovere dare una disponibilità. Per fortuna non sono certi commentatori come te che faticano ad andare oltre alla logica di appartenenza come ha annunciato di volere fare Orlando a dover prendere in considerazione la mia disponibilità.

    83. Grazie Tony. Ho letto. Intanto grazie per la tua disponibilità. E poi vediamoci, incontriamoci, come ci siamo detti. Io credo che serva il contributo (vigile) di tutti. Lo pensavo quando avevo i capelli scuri e lo penso ancor di più oggi che ho i capelli bianchi… Un abbraccio.

    84. Grazie Francesco. A presto. 🙂

    85. Diego
      la cosa che sfugge alla tua grande intelligenza e` che qui nessuno recrimina un bel niente.
      Tre cittadini su 4 si sono astenuti.E` un preciso
      messaggio al sistema basato sui partiti.Quel sistema che si dice sia sceso al minimo storico di gradimento.L’Italia ha scoperto di essere in preda a ladri organizzati ed i danni al paese ogni anno denunciati dalla corte dei conti vanno oltre i
      60 miliardi di euro.
      Io da cittadino non capisco perche` devo dare la mia delega ad amministrare ad un sistema corrotto
      che ritengo il primo responsabile del DISASTRO DELL’ECONOMIA ITALIANA.
      Amministrino pure,ma saranno sotto la pressione della rete (internet),
      tutti i giorni,
      per tutti i 5 anni.
      Quando si trovera` il modo di scrivere regole
      corrette,ed applicarle,la gente perbene potra` tornare
      ad esprimere il proprio voto.
      Oggettivamente
      se 3 su 4 non sono andati a votare,
      non sono rappresentati,
      questo e` il monito su cui riflettere.

    86. Lo Stato siamo tutti noi Cittadini.
      Lo Stato svolge le sue funzioni tramite i suoi organismi centrali e periferici.
      Coprire gli Organici e` una operazione che si puo` fare anche senza la mediazione dei partiti politici,attraverso Concorsi Pubblici vigilati dalla Magistratura.

    87. Questi attacchi a Siino,di cui siamo ospiti,
      sono ridicoli.
      Siino svolge un ruolo e da spazio a tutti.
      Volere curiosare nei convincimenti personali di Siino e` roba sicuramente di cattivo gusto,
      ed e` frutto di menti mediocri e grossolane.

    88. Tony sai benissimo che da sempre sostengo le competenze e non altro, sai benissimo che da sempre ho riconosciuto le tue competenze sia qui che altrove, ma quando scrivo “tuo” virgolettato è per scindere il committente dal simpatizzante.
      Tu scrivi che PRIMA non avrebbe funzionato ed io ribadisco la mia idea, allora ti faccio la domanda diretta ( anche se a giochi fatti …): Avresti scritto questo per qualsiasi candidato vincente?

    89. Orlando ha vinto democraticamente.
      E’ vero
      Pero’:
      La vittoria di ORlando e’ stata una vittoria delle emozioni, una vittoria della delega, una vittoria della minoranza, una vittoria nostalgica, una vittoria troppo matura ” anziana”.
      Non e’stata affatto una vittoria politica.O per lo meno lo e’ stata anche , ma non solo.
      Chi deducesse dalla vittoria di oRlando teoremi sulla nuova politica e sulla politica siciliana e nazionale commetterebbe grave errore.
      Il vero problema, come dice bene XYZ , senza alcuna recriminazione: cosa faranno quei 3/4 di citta’ che non sono andati a votare ? alla prossima i soliti facciuoli che svendono il voto per 20 euro o un chilo di pasta? e magari permetteranno di vincere al piu’ ricco o furbo che gabbera’ tutti e lo stesso orlando (come successe 15 anni fa con la REte)?
      Forse il vero nocciolo del berlusconismo fu l’astensionismo ” comprato” a suon di denari, e non l’abbiamo capito. Adesso che denari non ci son piu’ , non c’e’ nemmeno la politica.
      NAvighiamo a vista.

    90. Tommaso sì. Magari non avrei potuto parlare di tradimenti o di pericolo autocrazia per altri… 🙂

    91. Dottor Siino, contento per te, per “l’apertura” (sopra) di Giambrone, che, come detto, considero l’unico (vero) assessore competente della storia della città di Palermo. Prima e dopo di lui, in quasi tutti i settori, dilettanti e/o incompetenti, nel migliore dei casi (per loro) incapaci di imporre le loro idee (che forse è peggio!).
      A dire il vero, dopo la conferenza stampa di presentazione della nuova giunta, anche ora mi sembra di intravedere assessori che “ci provano”, a parte Giambrone. Per esempio, si dovrebbe informare la signora assessore/a che vuole ripristinare i marciapiedi di via libertà e dello Zen, che, al contrario, tutti i marciapiedi della città e le aiuole sono da terzo mondo, compresi Mondello (sembrano discariche e da “after war”), San Lorenzo, Partanna, Pallavicino Resuttana, e… tutta la città… devastati, sudici, e soprattutto tristi ( colori deprimenti; quel grigio sporco è insopportabile e aggiunge tristezza alla tristezza ancestrale 😀 ), bruttissimi.
      Palermo con Orlando sindaco e grazie ad alcuni assessori, come detto, quasi certamente ci guadagnerà in immagine, ci sarà nuovo fermento per le attività culturali, e altre attività simil-culturali come gli spettacoli passatempo (per il piacere di alcuni disoccupati del settore… ogni riferimento… etc… 😀 ). Affinché questa bella immagine sia benefica al turismo occorrono infrastrutture… concetto banale in altri paesi, un po’ meno dalle nostre parti.
      Ma per quel che riguarda “l’elevazione” del RATING occorre altro: sviluppo e lavoro reali, produzione, esportazione, economia reale di quella che “moltiplica”, quella che incrementa il PIL, infrastrutture adeguate alla competizione del mondo globalizzato… nelle “piccole” cose da fare prospettate nella conferenza di presentazione della giunta non mi sembra di averle sentite.

    92. …. allora, professionisti, creatori, ideatori, teorici, presentatevi – con i vostri progetti e le vostre idee – nei vari assessorati a proporre la vostra partecipazione, poiché questa giunta è aperta alla partecipazione… sperando che non lo facciano buontemponi perditempo con i loro gargarismi AMMATULA e le loro polemiche sterili del politichese, come folklorista per intenderci; a lui si chiede coerenza dopo la sconfitta e silenzio per 5 anni, niente riciclo. Sperando anche che non si presentino troppi “ondivaghi” che erano buoni per tutte le stagioni e colori e sindaci e assessori, insomma altri adusi al riciclo…

    93. stiamo con i piedi per terra.
      Il Comune ha oltre VENTIMILA DIPENDENTI
      e non ha soldi.
      Chi verrebbe incontro alle esigenze finanziarie del Comune?
      I primi a saltare sono i consulenti esterne,le feste paesane e tutte le spese superflue
      questo almeno se si usa la LOGICA.
      Basta con le operazioni di facciata.
      Fra un saltimbanco ed un anziano non autonomo,
      a chi do` priorita`?

    94. i consulenti esterni (!)

    95. XYZ, questa tua domanda non è frutto di una riflessione calleiana 😀
      Vorrei fare notare un elemento che anche se è stato notato da molti “passa” alla normalità di questo stranissimo finto-paese: al di là della preferenza per questa giunta piuttosto che per quella di Ferrandelli, incompetente, dilettante, arrampicatrice, nonostante il mio astensionismo cronico (non condivido sistemi elettorali, fasulli e illegali, e sistemi di accesso alla candidatura aperta a stigghiulari, giornalisti, ristoratori, etc. quindi non legittimo col voto da oltre dieci anni, pero’ PAGO…) non posso non notare che il consiglio comunale, nei numeri, è composto in maniera che io considero ingiusta ma persino illegale, frutto di pensieri TARATI, di imbroglio nei confronti di decine di migliaia di palermitani, tra di loro migliaia di cittadini non rappresentati pur avendo ottenuto il loro “movimento” 4,9% di voti.
      Di questa ingiustizia elettorale ne beneficia un PALADINO della giustizia, Orlando, come il suo partito beneficia dei soldi che gli italiani non vogliono dare pur essendo contro il finanziamento ai partiti (cosa che ha creato qualche fastidio al moralista Di Pietro); ma soprattutto ne beneficiano persone che non hanno niente a che vedere con l’amministrazione di una città, non essendo managers, non essendo qualificati allo scopo (laurea, abilitazione, stages, tirocinio, esattamente requisiti equivalenti a quelli richiesti per fare il chirurgo, e l’amministrazione di una grande città è vitale come la chirurgia), non avendo nessuna esperienza nel settore, e soprattutto, entrano al comune come consiglieri con la BELLEZZA di 250 voti ricevuti da amici e parenti. Non mi sembra un bel biglietto da visita per chi predica bene… e dato che il Dottor Giambrone (che dottore lo è sul serio, oltre che qualificato nel settore artistico e culturale, caso unico nella storia di Palermo, come detto sopra) legge in queste pagine gli sottopongo questa mia osservazione *
      sperando che come Orlando ha promesso di licenziare IMPIEGATI PUBBLICI incompetenti e inefficaci (per finire, da istrione, sulla prima pagina del new york times) faccia, in caso di evidenti défaillances, altrettanto all’interno dei trenta eletti al consiglio dove le competenze e i criteri di elezione ed i numeri sono eloquenti circa le capacità e le qualifiche, SALVO SORPRESE all’atto dell’esercizio contro ogni ragionevole ipotesi.
      P.S. * io mi trovavo per caso in una pagina fb (tramite ricezione di un link da un contatto) di un neo-eletto al consiglio con circa 250 voti, dove ho espresso simili osservazioni. BANNATO, i miei commenti cancellati. Motivazione: non mostro faccia e piedi nel web, non racconto la mia intimità, non racconto quanto mi esaltano le donne, non fornisco indirizzo e N° di tel. Io credevo che nel web circolassero idee contrariamente a novella 2000.
      Pertanto ho insistito nel precisare che almeno 10 giornalisti palermitani mi conoscono nella vita reale, oltre a diversi frequentatori del web palermitano comuni conoscenze, oltre ad alcuni politici, insomma reperibile ( e tracciabile 😀 ). Proponevo persino di fornire i miei connotati in privato (se la cosa gli stava tanto a cuore) ma non in una pagina pubblica dove c’era gente che mi era poco simpatica (EUFEMISMO) e che già metteva in atto lo squallido teatrino dell’allisciamento pelo – meschino – nei confronti di uno che con 250 voti… che successo! che complimenti! come se avesse vinto lo scudetto! (con 20 punti nessuno vince lo scudetto!) Faceva finta di non capire. Inizia male.

    96. volevo dire: nonostante il mio astensionismo cronico (ampiamente e CHIARAMENTE spiegato) nonostante la mia preferenza per questa giunta piuttosto che per quella eventuale di Ferrandelli secondo me arrampicatrice, dilettante, incompetente…
      come dire “non voto ma… almeno nella giunta di Orlando alcuni elementi positivi (oltre agli slogan e ai marciapiedi SOLO di via libertà e dello Zen, tra le altre macerie che pero’ non fanno… solgan) si trovano… o di meno dannosi”

    97. Peccato Gigi
      se non avessi espresso i soliti giudizi temerari e poco limati da diplomazia , al punto da mostrarsi quasi intemperati e rozzi e di antica consuetudine “vastasa” (nel senso professionale del termine , senz’offesa 🙂 , sulle persone che come Te camminano su questo mondo e magari vivono e pensano e sbagliano come te , avrei potuto una volta tanto dire di trovarmi PEDISSEQUAMENTE d’accordo con TE.
      Intanto riguardo alle attivita’ del IL Folklorista lascia che sia il manager di me stesso, non avevo promesso silenzi su argomenti nuovi, certamente non sto qui ancora a piagnucolare sulla mancata vittoria di Ferrandelli perche’ adesso si aPre un nuovo orizzonte di lavoro. Civicamente come Tu dici bene Orlando vuol la pARTECIPAZIONE. E partecipazione gli daremo. Verificheremo con progetti e proposte la bonta’ delle sue intenzioni.Ti avviso comunque che ben tre presidenze di circoscrizione sono andate a Palermo ORA e ben due consiglieri comunali, una del calibro della Monastra e un giovanissimo universitario (FErrara-societa’ civile). In mezzo allo strazio della legge con 30 IDV in maggioranza sovietica e’ buona cosa. NE abbiamo 1 meno di PDL !!!.
      Il movimento Palermo Ora deve adesso meglio strutturarasi. L’esperienza non e’ finita. Anzi attendiamo orlando al manifestarsi del suo BLUFF. PErche’ e’ chiaro, come Tu dici , che ORlando e’ all’80% un BLUFF .
      Ripeto : in moltissimi punti , quasi tutto, d’accordo con Te.

    98. In generale non è un bene esser costretti a rieleggere un sindaco del passato. Però i 30nni erano impresentabili, come sono impresentabili intere generazioni di trentenni palermitani (diciamo che qualcuna più brava di me da questo blog ne ha ironicamente e brillantemente parlato). Non se ne prende niente o semmai le bucce.
      A pensarci bene è la città che sembra ferma. E a questo punto Orlando è il male minore.
      E inoltre: la rete ok: ma i contenuti no? Che ci mettiamo in questa rete? Spero non i pesci.

    99. Dici bene ORazio.
      LA citta’ sembra ferma.
      PEro’ una parte . ancora minoritaria ha cominciato a cammnare.
      Speriamo che continui.Noi ce la metteremo tutta

    100. Qui l’esempio massimo di rozzezza, e pure banalità, e molta malafede sei tu, folkloparrino, che dovresti vergognarti (e non si capisce la tua perseveranza a mostrare la tua pessima scrittura senza vergognarti) a scrivere in un blog con la tua pessima scrittura, oltre che da “gallina”. Aggravante: non capisci un tubo di quello che leggi ottuso come sei.
      In nessun momento ho scritto che Orlando sarebbe un bluff.
      Al contrario, ho scritto che ferrandello la giunta che proponeva e quelli come te che ci andate appresso siete dilettanti, incompetenti, arrampicatori anacronistici.
      Preferisco che un individuo noioso, insignificante, come te non sia mai d’accordo con me.
      E anche stavolta non lo sei, per fortuna mia, perché non hai capito niente di quello che ho espresso, pertanto in maniera chiara.

    101. 🙂 🙂 🙂

      Splendido, devo ricredermi.
      Pero’ quel che e’ scritto e’ scritto.
      Per me hai ragione tu.

    102. Non solo: nelle tue parole con le quali hai inquinato e continui a inquinare il web a favore di un ragazzo discutibile nei modi di raccattare voti, trasuda vecchia pseudo-politica malefica fatta di denigrazione dell’avversario, colpi bassi, polemiche artefatte. Non vi hanno voluto i palermitani con i vostri giochetti e ingenue proposte da oratorio e da cortile della ricreazione della scuola elementare, con le vostre proposte buone per l’oratorio ma non per amministrare una città; insignificanti.
      Non vi hanno voluto e la vostra “partecipazione” malefica non è accettata; restate “all’opposizione” (si fa per dire opposizione), meglio, restate a guardare e soprattutto non mettete il vostro becco nelle cose serie, non provate a rientrare dalla finestra, riciclati, dopo che i palermitani vi hanno buttato fuori dalla porta.
      Andate a lavorare se ne siete capaci.
      QUESTA CITTÀ NON DEVE ESSERE AFFOSSATA ULTERIORMENTE DAI VOSTRI METODI NEFASTI.
      Siete stati sconfitti, i palermitani, che hanno votato, hanno scelto Orlando, tu e Ferrandello non c’entrate niente con questa amministrazione, tu non hai diritto di infiltrarti, riciclato, non devi mettere il tuo becco; potresti solo scrivere post “deliranti” nel web, ecco, i prossimi 5 anni utilizzali per imparare a scrivere, perché la tua pessima scrittura “da gallina” è molto fastidiosa, oltre che sgradevole da leggere; pertanto te l’hanno CHIESTO molti commentatori di correggere questa tua lacuna.

    103. P.S. Hai tentato di recuperare mie osservazioni, anche critiche solo in senso positivo, “partecipativo”, per tirare acqua al tuo mulino; ma io l’ho precisato che vi considero buontemponi insignificanti, incompetenti, inadeguati, con l’aggravante del sospetto – se sono veri i casi sospettati pubblicati dai media – che raccattate i voti in modo irregolare.
      Scompari, per il bene di Palermo!

    104. CAro Gigi
      puoi benissimo pensare cio’ che vuoi e puoi benissimo evitare di leggermi.
      Il tuo discorso e’ contraddittorio poiche’ se davvero fossimo stati cosi’ sporchi nella raccolta voti a quest’ora avremmo vinto.
      Io invece credo che a Palermo abbiano vinto iL SOLITO VECCHIO MODO DI FAR POLITICA basato su proclami populistici, demagogici, assistenziali,in una parola francamente DEMOCRISTIANI, come sei tu nel profondo dell’animo .
      ORlando ha appena ieri firmato un piano GEsip che non prevede per i prossimi cinque anni nessuna riorganizzazione ne’ ristrutturazione aziendale.Ecco il primo bluff: nessuna incorporazione, nessuna fusione, nessuna creazione di un ente unico,nulla di qualsiasi cosa che possa dirsi degno di un qualsiasi management. AllA gente ignorante e disinformata di questo cosa importera’ : nulla.l’importante e’ che non si vedano piu’i fastidiosi cortei. Ma il debito continueremo a pagarlo noi.
      Riguardo al nostro lavoro ti assicuro , anche se non dovrei rispondere alla Tua domanda o illazione, che tanti di noihanno un lavoro che consente una vita piu’ che dignitosa e l’impegno politico urge solo per evitare che dopo Cammarata altre persone di questo tipo possano mettere le mani interessate o indifferent ( che e’ peggio ) sulla citta’.
      Ritorna in Francia, che e’ meglio, invece che bighellonare e fare il criticone a Valdesi
      🙂 🙂 🙂

    105. ..per concludere tra i sostenitori di Ferrandelli, nello staff che ha preparato il programma (molto piu’ puntuale e preciso di quello striminzito e populista orlandiano) ci sono fior di professionisti e professori universitari , verso cui l’accusa inconsistente di incompetenza e proposte da oratorio mal si attaglia.
      Probabilmente chi ha letto il porgramma non lo ha compreso , vista la specializzazione richiesta .
      Ma questo sarebbe un errore di comunicazione e non di sostanza

    106. Comunque . ormai Orlando governa e daremo la nostra collaborazione, vigilanza , forza propositiva per il bene della citta’.
      Se Orlando dimostrasse di aver cambiato stile enatura rispetto alle precedenti occasioni lo riconosceremo per la onesta’ intelòlettuale che ci contraddistingue

    107. Folklorista, visto che la hai citata, volevo informarti che la delusione più grossa di tutta questa storia, primarie, elezioni, campagne elettorali e compagnia, è stata Antonella Monastra, che reputavo persona seria. Così, solo per informazione.

    108. Caro e gentile Fabio
      Tu richiami l’attenzione su Antonella Monastra.
      A mio avviso proprio partendo da Antonella noi potremmo tentare di avviare una lettura un po’ da guelfi/ghibellini in tutta la vicenda , riuscendo per lo meno a d operare dei distinguo.
      Io ho visto nel comportamento della Monastra un dato molto semplice , di cui orlando e’ stato incapace: il riconoscimento del valore PATTO delle primarie .
      LAsciamo per un attimo tra parentesi i presunti brogli: la Monastra ha assunto il comportamento piu’ leale e onesto rsipsetto agli IMPEGNI assunti .
      Poi se si vuol dar per certo e assodato che l primarie siano state DOPATE come dice Orlando, non c’e’ strada di uscita.Ma a parte le..cazz..ate commese ingenuamente da alcuni non credo si possa mai arrivare a dimostrare ed evidenziare un PROGRAMMA oserei dire CRIMINOSO atto a snaturare il confronto.
      E la presenza delal Monastra dovrebbe far riflettere molti che hanno cominciato a ragionare per partito preso.
      Ragioniamo per assurdo : allora cosa avrebbe dovuto fare la Monastra ? candidarsi in un PD ? con la sinistra frammentata ? con la s econda lista oralndiana che non ha nemmeno superato lo sbarramento ? Diciamolo chiaramente: la legge elettorale funziona se e solo se si celbrano dlele primarie e se il risultato di queste viene rispettato , spalmendo cosi’ i consensi tra liste sorelle. Altrimenti vien fuori l’obbrobrio di adesso.
      Ripeto , con cio’ non voglio mettere in crisi ne’ in discussione la vittoria DEMOCRATICA di ORlando. Molta gente non ha capito ne’ ha creduto al nostro messaggio. Colpa nostra e bravo Orlando.
      PEro’ sarebbe bene se riuscissimo anche a sfumare i giudizi, a dire che l’operaione Polo civico non e’ stato solo l’inciucio Craco Lumiano ma soprattutto l’azione di movimenti civici , cui hanno dato aporto personalita’ importanti come Crocetta, Sonia Alfano, Pina Grassi,P Notari,molta parte della societa’ civile e dei giovani impegnati nel volontariato palermitano ,molti porfessionisti e professori univesitari.
      Non credo che si possa dare d’un tratto un giudizio NERO e SPAZZATURA per antonella Monastra ,gettando al vento senza criterio il suo passato. QUesat sua scelta s emmai dovrebbe aiutarci e invtarci al leggere econsidearre megio il bene ( magari mescolato ma presente) che c’era nell’operazione.
      Su questo mi aspetto di sapere meglio come la pensi, Fabio

    109. ..volevo dire , all’inizio,” un po’ meno d a guelfi e ghibellini”

    110. ..se posso aggiungere una chicca di chimica politica : Orlando dovrebbe ringraziare Ferrandelli ( 🙂 🙂 )per aver portato al ballottaggi Palermo Ora: in caso contrario infatti avrebbe dovuto SPARTIRE consiglieri e giunta con PD e intera sinistra.
      Adesso invece ha la citta’ per se’, con il solo IDV.
      Chi ddici !! ))

    111. Vedi com’è, se tu mi hai imbrogliato alle primarie, non ci sono santi in paradiso che tengano. La delusione per Antonella è proprio questa, aver sorvolato sulla cosa più importante, l’onestà, ed aver voltato addirittura le spalle (IMMEDIATAMENTE) alla Borsellino (che alle primarie è stata la vittima).
      Tutto quello che viene dopo le primarie non può che tenere conto di ciò, ti po’ mettiri sutta’ncapu, non ne verrai mai fuori, trattasi di PECCATO ORIGINALE imperdonabile.

    112. Allora FAbio, ritorniamo noi un momento , per l’ultima volta ,perche’ ormai abbutto’ a molti, sul solito argomento primarie e vediamo almeno tra noi due di far chiarezza.
      Tu dici che SONO STATE UN IMBROGLIO.
      Io dico di no.PERCHE’?
      a)Non ci sono prove evidenti di una mistificazione programmata , scientifica che abbia coinvolto e contraffatto l’intero voto. b)Ci sono dubbi su alcuni fatti ,e non di tutti la pubblica opinione e’ a conoscenza.
      c)I garanti hanno maturato la decisione di non intervenire per annullare , come fu a Napoli.Un motivo ci sara’.
      d)La magistratura sta ancora seguendo le indagini.Puo’ continuare come archiviare
      Quindi siamo ,dal punto di vista del giudizio, in una situazione di stallo della ragione, in cui PUO’ DARSI DI SI ma PUO’ ANCHE DARSI DI NO
      Io dovrei affidare il giudizio, oltre che al s entito dire , alla credibilita’ di un gruppo di persone. Conoscendole le ritengo credibili e per me il problema e’ superato.A me pare che tecnicamente non c’e’ nulla che giustifichi il parere ASSOLUTO di una perdita di fiducia nei confronti di Ferrandelli e Monastra. DAl punto di vista oggettivo alcune irregolarta’ potrebbero anche non aver numericamente influito sul dato e soprattutto potrebbero essere estranei all’intenzione dei candidati. Il resto sono solo sospetti.Mi sembra avvilente emettere giudizi sulle persone senza il dovuto sostegno di prove. E’ distruggere una persona e la sua storia , senza motivi validi.
      E allora che si fa ? si aspetta.
      NEl caso in cui vi fosse accertata l’irregolarita’ allora al politico “favorito” spettano le irrinunciabili dimissioni.
      Questo mi pare un percorso piu’ ragionevole.
      Anche perche’ , tra l’altro, Orlando alle primarie NON HA PARTECIPATO. E su questo si potrebbero costruire tante altre teorie.
      Dopo tutta sta premessa la domanda che ti faccio e’ : e se un giorno si dimostrasse che non c’e’ stato nessun broglio e si chiarisse ogni cosa ?
      In linea teorica e’ possibile ?
      Allora e’ ingiustificato l’atteggiamento di condanna preventiva.

    113. Leggerti è UNO STRAZIO.
      Con l’aggravante che sei l’essere più falso del web palermitano, non per niente sei un bigotto cresciuto nelle sacrestie.
      Sono quasi certo che non hai mai lavorato in vita tua… fare il parrino non è un lavoro.
      Quando io ero iscritto alla figc a 15 anni tu facevi il chierichetto e giocavi con i giochetti scemi delle sacrestie… piene di democristiani.

    114. ah! il geniale programma incomprensibile, perché appunto geniale, agli uomini palermitani dotati di “media” intelligenza ha convinto solo l’11% degli aventi diritto al voto.
      Non capite che non è stato condiviso perché è puerile, ingenuo, insignificante, roba per giochi da ricreazione di scuola elementare?

    115. Gigi
      compi per una volta un esercizio di realta’, vai a guardare il PROGRAMMA di ORlando.
      DAmmi un tuo giudizio.
      Io lo vedo: scarno, vago, fatto di parole.
      Quello di FErrandelli ha progetti precisi, criticabilissimi quanto vuoi ma precisi e definiti.
      ORlando solo parole .
      Non sappiamo cosa intende fare.

      ………………..
      e poi quando dovresti rispondere , ad esempio sulla questione brogli, non rispndi ma critichi la mia pessima scrittura. Vai al sodo ..invece

    116. I brogli? Non avevo visto domande sul tema. In questo finto paese anche se si scoprono poi passano almeno dieci anni per le conferme(sentenze)… e voi ci ricamate; ma i fatti sono stati visti.
      La scrittura? Se lo noto è perché sei presuntuoso in modo fastidioso e indisponente, meglio rimetterti le idee in chiaro e al posto che ti compete, altrimenti ci riderei della tua scrittura come si ride degli strafalcioni – voluti – di Frassica. Perché non ti fai aiutare prima di inviare? 😀
      I programmi: ho visto la conferenza di presentazione della giunta Orlando, conosco il lavoro passato e le capacità di alcuni assessori; sopra ho sottolineato quelle che considero alcune imprecisioni, e obiettivi difficili da ottenere per le condizioni infrastrutturali ed economiche, salvo una rivoluzione nei settori, ad ampio raggio.
      Ho letto il programma di Ferrandelli: l’unico punto “serio” riguarda i cani, ma io sono influenzato dal fatto che amo cani e gatti (i miei li amo come amo me stesso, forse di più) come amo anche asini uccelli scimmie e altri animali. Per il resto … ecco, faccio un esempio semplice nell’itala (min. voluto) malata di calcio: il rapporto tra il vostro programma e quello di Orlando è equivalente a quello tra il Villaggio Ruffini, che giocava al Malvagno in seconda categoria dilettanti, e una discreta squadra di serie B che con qualche accorgimento potrebbe ambire alla serie A a medi livelli. Restiamo in attesa degli accorgimenti, ma voi restate alla larga, non inquinate con la vostra negatività (che deporla al giardino inglese non è servito a ferrandello; non ci ha creduto nessuno), i palermitani hanno deciso che non dovete “contare”. SHUT UP 😀

    117. Visto che io essere persona buona, volere dare te (di nuovo e di nuovo, e di nuovo) informazione: voti di ZEN annullati per tutti candidati. Non essere questo sufficiente per tua piccola mente? Non essere dimostrato intrallazzo? Se tu volere i.n.c.h.i.a.p.p.e.t.t.a.r.e me a primarie, cosa volere fare me dopo primarie?
      Senti, più giù di questo livello non arrivo, mi dispiace, se hai capito bene, sennò sei irrecuperabile.

    118. MA Fabio, se sono annullati per TUTTI i candidati..allora il broglio non e’ solo di Ferrandelli, ma anche della Borsellino , di Faraone e Monastra.
      Io non disponibile a farmi i.n.c.i.a.p.p,ettccda Te cosi’ facilmente.
      Mi spiace che non si elevi a maggior rigore il tono e il criterio della nostra amabile conversazione.
      Comunque , si vede che proprio c’e’ una saracinesca di PREGIUDIZI e prevenzione

    119. Il fatto e’ che il voto ZEN NON E’ stato considerato INFLUENTE numericamente sul risultato.
      Quindi si e’ scelta la linea CONSERVATIVA.
      E le regole sono regole. Vanno rispettate.
      Se la UEFA decide una cosa non viene il PAlermo a scavalcarne le decisioni.
      Questo e’ ARBITRARIETA’

    120. ..e soprattutto per quel che ci riguarda il danno non e’ venuto da Ferrandelli, visto invece come il r esponsabile del doping

    121. VEdi Caro Gigi.
      Poc’anzi io mi son sgolato con Te per dirti che mi trovavo d’accordo con te.E Tu pur di non accettare il mio parere concorde mi hai ulteriormente dileggiato. Adesso 🙂 🙂 🙂 SEI TU stesso a dichiarare (non lo scrivo io ) “Ho letto il programma di Ferrandelli: l’unico punto “serio” riguarda i cani,”
      Forse lo hai dimenticato, gia’ lo dicemmo in altro post, quel punto e’ venuto fuori dalla mia penna (l’ho scritto io ed e’ mia la proposta che sarebbe stata integrata da un progetto sul randagismo ).Infatti, per dirti la mia preparazione e progettualita’, abbiamo s coperto che L’UE eroga FONDI per la lotta contro il randagismo. MA se il randagismo fosse del tutto eliminato l’UE non erogherebbe piu’ fondi. QUindi alla nostra Regione subdolamente CONVIENE tener vivo e attivo il problema ricevendo una marea di finanziamenti che pero’ vengono poi affossati.
      Ci sei ?
      Comunque a parte questo:
      hai VISTO ..

    122. ..dici benissimo : ho visto..la conferenza di presentazione.
      Bene , e’ questo il punto. Orlando ha prodotto NESSUN DOCUMENTO, una misera lettera programmatica di 4 facciate a4.
      Come Tu invece constati il programma di Ferrandelli ha gia’ una sua progettualita’ nel testo, potrebbe essere ,in alcuni punti, presentato tale e quale al realizzatore.E’ un porgramma su cui fior di professionisti hanno lavorato e sudato per sciorinare dati puntuali e precisi. MA evidentemente questo ai simil cittadini palermitanio non e’ gradito. Preferiscono le PANZANATE ORlandiane,perfttamete confezionate in itlaiano forbito avvocatesco nelle conferenze stampa dove sembra che il mondo intero stia contemplando Palermo, citta’ delle mille e una notte..col sindaco adesso MAry Poppins.
      Noi abbiamo un posto sul campo e siamo intenzionati a vender cara la pelle. Spiacente per Te e chi vorrebbe DEMOCRATICAMENTE zittirci .
      Pussa via! scio’ !!!
      🙂 🙂 🙂 ciao caro

    123. ..PS PROGRAMM FERRANDELLIANO almeno 60 pagg

    124. ..E soprattutto se le primarie fossero state annullate il candidato PD sarebbe rimasto la Borsellino…
      Ma forse a Orlando questa cosa non conveniva piu’
      Medita Fabio, medita

    125. flklorista, sei talmente “fuaddi” che inventi spudoratamente solo per convincere te stesso. Paranoia. Ho scritto “solo un punto” in 66 pagine di scemenze.
      Quale programmatico? Ho scritto che sono SCEMENZE. Capisci?
      P.S. nel terz’ultimo post ti sei superato: gli strafalcioni di Frassica… ti fanno “un baffo”. Ma nel seminario non ti hanno insegnato come placare i sensi? OPPURE ti scànti?

    126. evvabbe’ anche un solo punto..ma SEI D’accordo. ORmai lo hai scritto e non puoi nemmeno ritirare 🙂 🙂 🙂
      Che goduria!!!
      Stanotte non ci dormirai.

      Io ,per il resto, non le ritengo scemenze.
      E s e anche fossero scemenze (66 pagine scritte da altrettanti scemi , tra cui professori universitari, insegnati, operatori sociali, esperti in settori vari) sono un segno di correttezza e di chiarezza. Molti in campagna elettorale facevano sfoggio di oggettivita’ e superiorita’ morale e civica reclamavando a gran voce i programmi, i programmi,i programmi . Poi magari nemmeno li hanno letti sti’ programmi.E hanno scelto proprio chi un programma NON LO HA SCRITTO !
      I paradossi del simil paese italia

      E SECONDO TE E VOI su cosa possiamo giudicarlo ? sule interviste ? Carta canta mio caro ! Scripta maaaaaaaanent et verba volant ! Devi dire che il criticone e’ lo sport nazionale d’Italia.Tu piuttosto devi ancora dirmi DOVE trovi un porgramma orlandiano. Usato sicuro vabbene !!! ma pure a scatola chiusa ..corri il rischio di un bel PACCO !!!

      🙂 🙂 🙂

    127. Mìscati, chi ‘nna vittimu ‘i lastricu… e se vinceva il tuo innamorato che avresti armato, santo cristiano?
      Aldilà di quest’uomo (o donna) singolare e di statura morale chiacchierata, volevo far notare che su internet si diffondono in maniera spettacolare le esternazioni di ferocia incontrollabile e rabbia schiumante dei Ferradelly’s boys contro “u Viacchiu” e i cannavazzi vari che lo hanno votato. Che dire? Li mandano a una scuola? Li scelgono così? Naturale evoluzione dell’uomo? O si tratta solo di raggia, turilla e ziccusaria? Mah, ai post l’ardua sentenza.

    128. Questa storia dei “programmi” e` irrilevante,quanto compromettente.
      Irrilevante perche` gli elettori
      NON FANNO NESSUN CONSUNTIVO
      sui risultati della amministrazione uscente,che pure a suo tempo aveva presentato qualche bozza di programma,qualche lista di intenti.
      Compromettente per chi si accinge all’opera perche` difficilmente i programmi vengono
      realizzati,e ci si esporrebbe a facili critiche.
      In una democrazia “partecipata”
      dovrebbero e potrebbero essere gli stessi cittadini a stilare
      L’ELENCO DELLE COSE DA FARE E
      QUELLE PRIORITARIE,
      tantopiu` che il finanziamento delle stesse
      dipende dalla tasca dei cittadini.
      .
      Quindi…avanti con i suggerimenti.

    129. FAbio, non ne ho notizia
      Saranno divertentida vedere , ma credo si tratti di goliardia.Io non approvo la denigrazione gratuita di Orlando, la critica si.
      Siamo tutti sereni , stai tranquillo, non ci sono Ferrandelli boys, semmai ci sono sicuramente gli Orlandos Peaple .
      XYZ
      in questo non sei coerente, tu per primo parlavi per priorita’e i programmi erano importanti.
      E le stesse priorita’ non vanno solo elencate ma va descritto programmaticamente come si intende affrontarle e risolverle.
      E poi e’ obbligo legale del sindaco presentare un documento programmatico. Io non l’ho visto ancora.

    130. Durante la campagna elettorale hai inquinato il web palermitano, per fortuna (paradossalmente), perché gli elettori scoprendo il vostro vuoto vi hanno eliminati. La sconfitta ti ha reso OSSESSIVO. Fermati!
      Lo fai scomparire del tutto Ferrandella di questo passo.
      Scrivi solo sciocchezze, deformi quello che leggi tradotto dal tuo delirio.
      Riesci persino a gioire quando ti dico che su 66 PAGINE DI SCIOCCHEZZE che millanti per idee programmatiche solo un paragrafo è passabile.
      FUADDI!

    131. Il problema e’ vostro.Dietro Ferrandelli vedete solo FErrandelli. Ma la politica e’ un NOI.
      Non l’IO orlandiano o di chiunque altro.

      Ricordo a Gigi che altri 60 mila palermitani hanno ritenuto credibile il nome e la storia di FErrandelli e del suo NOI politico.

      Certo sono meno dei 150 mila che hanno creduto a Orlando (creduloni per la maggior parte ), ma non sono nemmeno scarsi.
      Quindi per favore limita la tua insolenza ,e poi parli della tua arroganza e presunzione

      🙂 🙂

    132. Messe al confronto con quelle che scrivi tu ( commissari, tecnici, supermanager, sospensione della democrazia ,politici preparatissimi etc ) le nostre diventano luminose

    133. folklorista
      hai ragione.La frase e` incompleta.Intendevo dire che i programmi risultano irrilevanti nel contesto palermitano,dove nessuno chiede conto dei risultati.
      I programmi sono importanti se l’elettorato ne valuta i risultati.
      Prendiamo un caso.
      La vicenda delle ZTL a Palermo.
      Come e` finita?
      Chi fu l’assessore che persegui` questo progetto.
      Perche` falli`?
      Chi paghera` il conto?
      Come mai non fu coinvolta la SISPI?
      Fu fatta una gara a livello europeo?
      La soluzione tecnico-economica non aveva alternative?
      Chi l’ha proposta?
      Ci furono consulenti esterni?
      La ditta aggiudicatrice ha incassato quanto da contratto?
      All’epoca si parlo` di un Service di circa 15 milioni di euro,30 miliardi di vecchie lire.
      Se il parco auto palermitano e` ,poniamo.di 300.000
      auto,30.000.000.000 diviso 300.000 = 100.000 lire.
      Ora mi chiedo perche` si mise in piedi questa
      procedura facendo pagare 15 euro = 30.000 lire
      ad utente.
      Siamo sicuri che non si poteva stampare i pass
      incrociando i dati dell’anagrafe del Comune con quelli del Pra o della Regione che incassa i bolli
      e puo` certificare euro 1,euro 2,etc.?
      Puo` mai costare 30 miliardi di vecchie lire un
      certificato=pass che richiede la scrittura di un programma e l’incrocio di 2 Data Base,
      e la stampa di un foglietto per Utente,
      con l’invio dei pass a casa degli Utenti
      tramite PPTT?
      Ecco.Invece di portare avanti inutili battibecchi,
      perche` non chiedere conto e ragione di come sono stati spesi i NOSTRI SOLDI?

    134. L’11% degli aventi diritto al voto, perché molti non leggono, perché se vi avessero letti sarebbero 2%.
      Dalla vergogna – 11% è una vergogna, roba per sprovveduti buontemponi che non si possono prendere sul serio – dovresti ritirarti a fare l’eremita sul monte Pellegrino, badando bene di non disturbare pure mucche e pecore.
      Invece ce la stai atturrando con i tuoi deliri, ossessivi, peggio di come inquinavi durante la campagna elettorale.
      Capisco che non lavori e tampasii nel web, ma non hai altri modi per sfogare i tuoi sensi repressi?

    135. xyz
      ok, cosi’ Ti ritrovo in cio’che sempre con coerenza dici.

      Gigi
      anche IDV ha avuto 11% ma con una differenza:se non ci fosse stato Orlando avrebbe davevro avuto il 2 per cento.

      Per noi di ORA PALERMO non 11 per cento ma il 6,5 per cento e’ stato piu’ che sufficiente

    136. AH AH AH
      AH AH
      AH
      FUADDI !
      11% degli aventi diritto al voto, sono i voti al candidato sindaco ferrandella,
      se sai calcolare oltre a delirare.
      I voti per Orlando non sono solo i voti IDV, ma sono il triplo dei voti per l’IDV.
      Pur di applicare i metodi meschini del politichese ti ridicolizzi e passi per uno sprovveduto che non sa nemmeno calcolare, ancor meno analizzare.

    137. PARDON… I voti ottenuti da Orlando corrispondono al triplo dei voti ottenuti dall’IDV ( più chiaro 😀 )

    138. Rimuoverò ulteriori commenti irrispettosi. Saluti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Auguri a Orlando, ci siamo ma se la dovrà vedere con noi, 5.0 out of 5 based on 1 rating