domenica 20 ago
  • Primi provvedimenti della Giunta Orlando: 105 milioni alle partecipate

    Leoluca Orlando

    La Giunta comunale ha affrontato atti ritenuti urgenti o legati alla gestione delle emergenze della città.

    È stato esaminato lo stato di utilizzo di 150 milioni dei Fondi Fas assegnati dal Governo a Palermo nel 2009 e solo parzialmente utilizzati o destinati. 105 milioni di euro andranno ad Amat, Amia e Amg per il miglioramento del proprio parco mezzi e dei servizi e i rimanenti 45 milioni di euro non ancora destinati saranno utilizzati innanzitutto per la redazione di un piano di adeguamento delle scuole comunali alle norme di sicurezza, per interventi urgenti di manutenzione del ponte sull’Oreto, dei Cantieri Culturali della Zisa e di Palazzo delle Aquile.

    Il sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato: «È necessario utilizzare le risorse disponibili per interventi urgenti soprattutto nelle scuole perché non è ammissibile che i nostri bambini e nipoti, così come gli operatori della scuola rischino la propria incolumità ogni giorno. Allo stesso tempo dobbiamo riprendere un percorso interrotto di tutela del nostro patrimonio storico-architettonico che è fondamentale per il rilancio turistico ed economico della città».

    La Giunta ha poi deliberato l’emanazione nei prossimi giorni di due avvisi volti a favorire la trasparenza delle scelte amministrative e la partecipazione dei cittadini: un avviso rivolto ai singoli e ai soggetti giuridici che vogliano offrire la propria collaborazione gratuita in diversi settori e uno per raccogliere la disponibilità di quei professionisti ed esperti i cui curricula saranno valutati per le nomine di competenza della Giunta o del sindaco (Consigli di Amministrazione, rappresentanti del Comune ecc.).

    La Giunta ha deciso di ritirare i bandi emanati dal Commissario Latella per i servizi di cui alla legge 285/97 (Servizi per l’infanzia e l’adolescenza) che avrebbero comportato l’interruzione dei servizi a partire da fine maggio.

    Infine sono stati decisi alcuni provvedimenti di “decoro urbano”, legati all’utilizzo di alcune fra le principali piazze della città: la piazza Bellini è stata liberata dal parcheggio abusivo e sono state installate alcune piante e dai prossimi giorni non sarà più permessa l’installazione di gazebo nelle piazze Politeama, Croci e Verdi, di fronte al Teatro Massimo.

    Palermo
  • 6 commenti a “Primi provvedimenti della Giunta Orlando: 105 milioni alle partecipate”

    1. liberate Piazza San Domenico!!!!!!!!!!

    2. Grande Andrea! la prima cosa che ho pensato anche io!

    3. ma questi soldi … come mai usciti fuori solo adesso?

    4. noi neo stabilizzati abbiamo qualche speranza di avere delle ore in più?

    5. caro Sindaco Orlando , sono un Imprenditore titolare di una azienda con 15 dipendenti , in questa mia condizione di datore di lavoro e cittadino Palermitano sento il bisogno di dirle che in questa fase storica della nostra città , Lei è e resta la persona più indicata per battersi contro il degrado che una classe politica con la p minuscola ha generato , certo ci sono tante persone di buona volontà che desiderano vedere abbattere il muro della indifferenza del silenzio , del fatalismo che ha rappresentato la cultura corrente Palermitana , lei ha detto ” io il Sindaco lo so fare ” ne sono certo , credo però che aldilà della situazione economica e finanziaria del Comune bisogna dare un segnale forte ai cittadini attraverso esempi simbolici di cambiamento , perchè non proviamo a coinvolgere la sua maggioranza e tutti i cittadini che lo volessero ad una azione simbolica pulendo con scope e ramazze un quartiere della nostra città ? iniziamo così con questi piccoli segnali stimoliamo la parte silente di tante persone che vorrebbero ma non possono . grazie per la sua attenzione , un caro saluto Roberto

    6. ..Roberto, scusi eh?!, io rispetto la Sua posizione di imprenditore ,ma questi suggerimenti da boy scout ( che nemmeno un boy scout oggi farebbe per dignita’) li tenga per se’. Noi abbiamo delle partecipate che non funzionanao. In qualsiasi situazione al mondo che non funziona e’ moralmente lecito sopperire con interventi straordinari anche di chi non ha competenza, ma se l’emergenza rimane tale e’ addirittura IMMORALE chiedere un impegno in modo contiunuativo. E le nostre tasse? La nostra Tarsu ? tutto il resto che paghiamo a che serve ?
      Orlando la finisca di fare il poeta sindaco dei due mondi e risolva da manager la situazione.
      Altrimenti si dimetta.

    Lascia un commento (policy dei commenti)