mercoledì 13 dic
  • “Accademia della birra” all’Orto botanico

    Oggi e domani all’Orto botanico (via A. Lincoln, 2/a) si svolgerà la manifestazione Accademia della birra, due serate di profumi, aromi e sapori tra birre, birrifici ed esperti birrai. Alcuni noti birrifici artigianali italiani (tra cui Baladin di Cuneo, la Birra del Borgo di Rieti, Maltusfaber di Genova, l’Extraomnes di Varese e 32 via dei Birrai di Treviso) faranno degustare i loro prodotti, figli della bevanda tratta dall’orzo e dal luppolo, tra cui la Extrabrune (birra da meditazione dal ricco aroma di frutta secca), la Isaac (birra bianca dal profumo di fiori di campo, camomilla e malva) e la Extraomens blonde (birra bionda compatta dal sapore di limone e pompelmo).

    “Accademia della birra”

    Oggi alle 18:00 si svolgeranno i seminari Il birraio artigiano (come lo si diventa), curato dal dottore Giuseppe Perretti del Cerb dell’Università degli Studi di Perugia e Le birre di invenzione (le speciali), condotto da Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, ovvero uno dei più noti esperti italiani sul tema. Si spiegherà come diventare birraio e farsi un birrificio. Seguirà una degustazione. Per partecipare a questo appuntamento è necessario prenotarsi a info@factoryevent.it o telefonare allo 091 583450 o al 348 4159159. Alle 19:00 aprirà il Bar à Biere Accademia della Birra. Alle 21:00 Sandro Dieli e Diego Spitaleri saranno protagonisti di Perbacco, show con vetrina promozionale di enogastronomia siciliana di eccellenza. Alle 22:00 spazio alla musica con Max Potamo and the vintage.

    Domani alle 19:00 si svolgerà il laboratorio di degustazione a cura di Francesca Bacile per l’Associazione Dioniso con Cerere Stili di birra e abbinamenti gastronomici. Per prendere parte a questo appuntamento è necessario prenotare da Oliver wine house telefonando al numero 091 6256617. Biglietto 10 euro. Alle 21:30 concerto dei Jumpin’up.

    Ingresso 10 euro con degustazione di tre birre e accesso all’area buffet, dove saranno servite specialità culinarie siciliane. Chi sceglierà l’opzione da 5 euro avrà diritto a una singola degustazione di birra, con accesso al buffet.

    L’evento è organizzato da Factory event con il patrocinio dell’Università di Palermo e del Ministero delle Politiche agricole, con la collaborazione del Cerb, Centro di Eccellenza per la ricerca sulla birra dell’Università degli Studi di Perugia, del Kuaska Instituut, del Movimento Birrario Italiano, delle associazioni culturali Dioniso e Cerere per la birra.

    Rosalio è media partner dell’Accademia della birra.

    Palermo, Rosalio
  • 25 commenti a ““Accademia della birra” all’Orto botanico”

    1. ringrazio tutti quanti per la bellissima serata!
      bel pubblico e bellissima atmosfera!poi l’onore di vedere una fila per noi è indescrivibile! 5 minuti di notorietà! ci vediamo stasera 8 luglio ad altavilla milicia. con affetto max potamo

    2. mi dispiace per max ippopotamo ma non bevo nè birra nè alcolici

    3. Anche a me dispiace per Max Potamo. Infatti la fila all’ingresso dell’Orto Botanico non era per voi ma per la degustazione delle birre.
      Aldilà del repertorio della band suddetta (oddio, le cover dei Ricchi e poveri…), posso raccontarvi la mia esperienza: già poco dopo le 20 coda kilometrica che, a un certo punto, si blocca. Si viene a sapere che l’organizzazione manca di alcuni permessi, quindi non possono far entrare più di un tot di persone per volta. Intanto le persone che escono ci comunicano che i cibi da degustare sono finiti e i birrari spillano una quantità scandalosamente esigua di birra, circa 1 dl, la metà della spina più piccola che potreste prendere in qualunque pub: mezzo bicchiere di plastica! A 5 euro! Decidiamo quindi, dopo essere rimasti per circa 45 minuti di coda, di lasciar perdere e andare a mangiare una pizza altrove.
      Grazie Palermo, non ti smentisci mai!

    4. Confermo quanto scritto da Yellowkid… la pessima organizzazione ha trasformato un evento potenzialmente unico in una sola pazzesca. Altro che Oktoberfest…

    5. A dire il vero io ho degustato delle buone birre ,certo c’era la fila al Buffett ma sono riuscito alle 23,00 a mangiucchiare qualcosa , cmq bella musica io non li conoscevo

    6. Io sono andata molto presto, proprio per non perdermi nulla…ho fatto anch’io una fila chilometrica, ma ho potuto accedere al buffett, dove c’era pochissimo controllo, la gente ha praticamente cenato stando ben posizionata per mezzora davanti i tavoli, poi una nota di merito sicuramente alla ”32 via dei birrai” ottima birra fruttata e poi che dire era pure del mio colore preferito! La prossima volta ci tornerò, ma solo se nn sarò costretta a farmi mezzora di fila

    7. La musica ieri mi ha fatto ballare come i vecchi tempi con mio marito…non bevo birra purtroppo e diciamo essendo arrivata alle 11 non ho trovato nulla da mangiare…però non mi è parso di vedere tutta la negatività di cui parlate…bohhh magari non ho l’occhio critico

    8. A me è piaciuto, ho ballato tutta la sera adoro lo swing…sono entrato alle 11.00 il buffet era terminato, del resto doveva essere un aperitivo, ho degustato una sola birra della maltus faber, che già conoscevo, pollice in su, quando si rifarà?

    9. I commenti di Francesco, Simona, Sara e Roberto sono stati postati dallo stesso indirizzo IP.

    10. Il fatto che i commenti di Francesco, Simona, Sara e Roberto siano stati postati dallo stesso indirizzo IP dimostra che ci sia qualcuno con la coscenza sporca tra gli organizzatori.
      Pessima manifestazione!!
      10€ per tre bicchieri di plastica di birra calda riempiti a tre quarti di cui la metà schiuma. Da mangiare qualche pizzetta fredda sparsa sul tavolo come cibo per cani, dopo aver fatto mezz’ora di fila. E se chiedevi a qualcuno che birra c’era ti diceva “boh, bionda o scura?”. Accademia della birra?
      E poi basta con i bicchieri di plastica a Palermo, riduciamo l’impatto ambientale dell’uso della plastica.

    11. Mi scuso ma l’informazione relativa agli indirizzi IP non è corretta. Abbiamo cambiato server e il traffico passava da un proxy.

    12. Ciao,

      ma un report testuale e fotografico della serata? Io avuto, non avendo partecipato, feedback diversi sulla domenica

    13. AddauRunner, mi dispiace che tu non bevi alcolici! Farò in modo di invitarti alla sagra del latte di capra!
      alla signora Yellowkid dico che, circa 200 persone tra almeno le 1000 persone che erano alla manifestazione, erano nostri fans e sapere che hanno fatto una fila per vederci a me mette soddisfazione.
      i ricchi e poveri, poi sono il mio gruppo preferito e anche gli earth wind & fire lo sono come: vinicio capossella e paolo conte e tanti altri di cui abbiamo eseguito i brani. concludo dicendo che l’organizzazione poteva essere di gran lunga superiore dal punto di vista organizzativo, ma almeno la musica è stata scelta per bene sia noi che i jumpin up. grazie comunque e sempre a tutti i sostenitori di musica live a Palermo. con l’affetto di sempre Max Potamo.

    14. Ciao…mi sarebbe piaciuto partecipare, sia per la ottima birra sia per la buona musica di Max Potamo!!!
      Il prossimo anno parteciperò!!!

    15. Onestamente l’unico motivo per cui sabato sono andata al’orto botanico è stato il concertodi Max Potamo and the vintage: un gruppo di professionisti, anzi di Artisti. Davvero coinvolgenti anzi straripanti.
      Sapevo che mi sarei divertita grazie a loro e non hanno deluso le mie aspettative.
      Grandiosi

    16. È stata una bellissima serata estiva….purtroppo tipico dei siciliani ” se vuoi campare bene, lamentati”. C’è stata buona birra ma sopratuttto il gruppo che ha suonato ha fatto divertire e ballare come non mai…io avevi avuto giá il piacere di conoscerli e on hanno deluso le mie aspettative.
      Sololo commenti positivi anche su internet controllare per credere http://emirosparlante.blogspot.it/2012/07/sabfato-all-orto-botanico-di-palermo-e.html?m=0#more,

    17. Premetto che la serata e” stata fantastica , con un gruppo di musicisti a parer mio eccezionali, li seguo da un po’ di tempo e sono anche dei bravissimi intrattenitori, al di la di ogni lamentela riguardante l’organizzazione poco valida o la birra calda, devo dire che a me come ad miei amici e’ sembrata una serata molto piacevole, poi dico , si sa che a Palermo come in qualsiasi altra città , quando ci sono questi eventi si possano verificare dei disagi…..(buffet inesistente, birra calda etc….)
      Personalmente continuerò a seguirli perché sono dei grandi artisti!!!!!!
      Bravo Max !!!!!!!!

    18. A me della birra importava poco,al contrario di Max e il suo gruppo ci siamo andati principalmente per loro,che con il suo mix di musica adatto a tutte le età..ci ha fatto divertire e ci ha stampato un bel sorriso in viso..e al giorno d’oggi..non è affatto semplice..grazie max e company..siete davvero speciali

    19. ….Se vuoi stare meglio lamentati..questo sembra lo slogan di tutti i commenti. La birra era calda ma buona ma non nascondo il fatto che io e il mio gruppo siamo ”scesi” da Castellammare Del Golfo per vedere e soprattutto sentire Max & friends. Il loro repertorio spazia come dice qualcuno dai Ricchi e Poveri agli Earth Wind & Fire …ma il tutto viene interpretato con professionalita’ e spontaneita’ tale da coinvolgere chiunque a essere spettatore e protagonista.Non voglio essere l’adulatore di turno ma in una Palermo dove chiunque ”infila dischetti con basi musicali” e passa per artista, un plauso anzi un ”applauso ” a questo gruppo che ancora propone Musica Artigianale cioe’ fatta con gli strumenti !!!

    20. Caro max ho bevuto delle buone birra , ma la tua musica faceva davvero Cagare ,cambia stile e mettiti a dieta .

    21. Credo che l’educazione sia qualcosa di veramente inesistente nello scritto di questo pseudo litfib, cari amici di rosalio, vi chiedo cortesementeun vostro intevento peril linguaggio usato. Esternare un parere con la parola cagare non mi sembra liberta di espresione ma bens ioffesa. Grazia

    22. Che dire di Max Potamo e il suo gruppo? STRATOSFERICI!
      Bella musica, simpatici e coinvolgenti ma ciò che centra il cuore, è l’infinita passione che mettono nel loro lavoro.
      Siete grandi ragazzi, continuate così, continuate a regalarci attimi di sano e puro divertimento.
      Lovely

    23. Per tale Litfiba: non so quali siano le tare che ti affliggono, però penso che bisognerebbe evitare di scaricare le proprie frustrazioni sugli altri.

    24. Da quello che vedo forse la manifestazione doveva chiamarsi Accademia della Musica, visto che la birra non è rimasta impressa a nessuno e nessuno di voi ne parla… Tristezza

    25. marco, perche tristezza? una volta tanto che la musica riesce (almeno per un bel po di gente visti i commenti) ad essere protagonista, ti ratristi? la birra era buona, ma per una serie di problemi, è stata servita calda e di conseguenza sono scaturite le lamentele. la musica a detta di alcuni è stata magnifica, ad altri non è piaciuta. l’unica cosa che a me ratrista, è il modo comunque di comunicare l’insoddisfazione con l’offesa, come l’offessa alla mia mole robusta o al mio repertorio musicale. un sempilice” max potamo non mi piace” lo avrei accettato meglio.

    Lascia un commento (policy dei commenti)