martedì 12 dic
  • Isole pedonali: revoca all’Acquasanta e proteste a Mondello

    Isole pedonali: revoca all'Acquasanta e proteste a Mondello

    Proseguono i problemi per le prime pedonalizzazioni all’Acquasanta e a Mondello.

    All’Acquasanta l’ordinanza è stata revocata. I commercianti sostengono di avere livelli già ottimali di commercializzazione e anche gli abitanti hanno mostrato contrarietà.

    A Mondello i commercianti hanno bloccato il traffico con un sit in di protesta e sono stati identificati.

    Palermo
  • 6 commenti a “Isole pedonali: revoca all’Acquasanta e proteste a Mondello”

    1. credo che prima di fare un provvedimento , occorre conoscere la realtà dei luoghi , io personalmente con tutti i problemi di cui soffre l’acquasanta non avrei mai emesso un provvedimento del genere è di certo impopolare . Per quanto riguarda Mondello la cosa è diversa li comandano solo i commercianti che straricchi non rinunciano mai neanche a d un centesimo inseguono tutto. Il Sindaco li ha ascoltati ed ha fatto bene , poi però li ha presi in considerazione sul tratto viario da chiudere e sugli orari e qui i putiari si sono sbizzarriti . Adesso basta Sindaco Ollando lei è il sindaco di noi paliemmitani e non solo dei putiari , per cui la prego tenga duro ed estenda a tutto il lungomare il provvedimento . Guardi le do un suggerimento …. guardi in Via Regina Elena dove all’altezza dell’Albaria l’area pedonale c’è. Grazie per avere letto questa lamentela in bocca al lupo !!!!

    2. Su Rosalio avevamo gia’ molti commentatori in post precedente osservato che posta in questi termini la pedonalizzazione sarebbe stata una presa per i fondelli.
      Dove sono le navette? dove sono i controlli ai parcheggi ? Dove sono gli orari certi degli autobus ? dove sono gli autobus ?
      NON SI PUO’ carcerare una parte della citta’ e spacciare questa per pedonalizzazione!
      Dove sono anche gli incentivi fiscali e alla vendita dei commercianti ?

    3. Incentivi fiscali? Ma che c’entrano? Se li fanno io mi faccio pedonalizzare a vita. Non vedo neanche dove sta il problema degli autobus. Forse tu sei uno di quelli che riescono sempre a parcheggiare in piazza a mondello. Io abitualmente parcheggio molto prima e faccio due passi a piedi.

    4. @federico
      o apri gli occhi o ragioniamo col prosciutto sugli occhi, scusami .
      E’ chiarissimo e assodato che i palermitani non hanno la cultura innata del camminare a piedi.Se tu ce l’hai io son ben felice.Ma il 50per cento dei nostri concittadini no. E’ una questione culturale , ma anche di inesistenza di servizi : s e cammini a piedi gradisci la frequenza regolare dei bus,la vivibilita’ degli stessi ,dei servizi igienici pubblici funzionanti ,delle aree pedonali , appunto, eli’ dove non ci sono pretendere che il pedone sia rispettato.
      Un incentivo come la riduzione della tassa rifiuti o occupazione suolo pubblico,oppure alle assunzioniu di personale , insomma modulati secondo le esigenza potrebbe ammorbidire molte resistenze. Chi fa la testa quadra (di cuoio ) non risolvera’ mai i problemi.Un amministratore deve sapere queste cose.
      Poi Tu sarai forse uno scapolone, ma c’e’ chi gradisce portar dietro moglie e figli, nonne e suocere, c he non hanno certo una resistenza pari alla tua.
      Impariamo a guardare il mondo con gli occhi degli altri.
      Se poi a me piace o meno andare a piedi , sono fatti miei.

    5. Hai detto bene è questione di cultura, il ponormosauro si muove solo in macchina, anche se gli metti un autobus sotto il qulo prova a salirci sopra in macchina

    6. 🙂

      ..va bene, in macchina no,ma almeno in bici

    Lascia un commento (policy dei commenti)