mercoledì 20 set
  • Bellolampo: nuovi dati dell’ARPA Sicilia danno valori superiori ai limiti

    Bellolampo brucia ancora: “La nube è vapore acqueo”
    (foto di Giorgio Sbacchi)

    Nuovi dati diffusi venerdì dall’ARPA Sicilia sulle diossine nei campioni dell’incendio di Bellolampo tra il 31 luglio e il 6 agosto evidenziano il fatto che i residenti di Boccadifalco sarebbero rimasti esposti a un livello di 550 fentogrammi di diossina per metro cubo, cinque volte più de valore guida di 100 stimato per un anno.

    Palermo
  • 4 commenti a “Bellolampo: nuovi dati dell’ARPA Sicilia danno valori superiori ai limiti”

    1. cinquecentocinquanta FETOGRAMMI di diossina

    2. Pure BAIDA, VIA LEONARDO DA VINCI, CRUILLAS, BORGO NUOVO CEP contaminati. le persone andavano evaquate già il giorno stesso perchè solo un orbo non avrebbe capito a cosa si andava incontro.

      Sterilità, tumori, malattie e malformazioni fetali, ecco cosa colpirà un gran numero di residenti di questi quartireri nei prossimi anni… e non avremo dubbi che la colpa sarà di questo disastro ambientale.

      Il comune di Palermo ha gestito maluccio questo disastro secondo me!

      PS io per si e per no mi sono trasferito per 10 giorni a casa di un amico a Casteldaccia per evitare di respirare la nube tossica…

    3. non scherzate su queste cose parlando di fetogrammi e cazzate simili…. quando ci saranno morti vedrete!

    4. solo 3 commenti a questo post (anzi 1)! 100 e passa quando si parla di pane e panelle e cose di questo genere, questo è un tipico comportamento da palermitano….tantu iu perora sugnu o villino!

    Lascia un commento (policy dei commenti)