giovedì 23 ott
  • Controlli contro i falò della notte di Ferragosto

    Mezzi navali, elicotteri e pattuglie a terra verranno utilizzati stanotte per impedire che vengano accessi i falò in spiaggia, vietati dal codice di navigazione.

    La sanzione amministrativa va da 1032 a 6197 euro.

    Palermo
  • 20 commenti a “Controlli contro i falò della notte di Ferragosto”

    1. bu non lo so, non sono molto d’accordo. cioè va bene fare i controlli ma a ferragosto è normale fare i falò, basta non sporcare e rovinare la spiaggia. perchè non controllano altre cose ben più gravi?

    2. Cioè, fino a 6200 Euro per chi accende un falò in spiaggia, e poi niente per i posteggiatori…
      Quindi la morale è, non accendete falò in spiaggia, piuttosto pensate a truffare un anziano, ve la passerete liscia!

    3. paradossalmente nemmeno per gli incendi boschivi fanno questi tipi di controlli!

    4. Controllare anche chi usa shampoo, balsamo e detergenti vari sotto la doccia, no???
      Palermitani che andate a Mondello…..lavatevi a casa vostra!!!!

    5. Simona hai ragione! ma per quello penso che qualche bagnino possa andare più che bene.
      ps: una volta di sera ho visto persone che si lavavano le stoviglie dopo aver cenato in spiaggia!

    6. Colorina, mi spieghi come si fa a fare tanti falò e non sporcare la spiaggia?
      Forse facendo il falò sopra un barbeque…!?
      Vi lamentate che la vostra città è sporca ma, appena cercano di far rispettare mezza regola, parte subito la polemica.
      Pierpiero, i posteggiatori abusivi esistono perchè ci sono quelli che gli danno i soldi.
      Insegna ai tuoi amici/parenti a non dare più un centesimo ai posteggiatori e poi vedi se continuano ad esistere.
      E se vedete qualcuno usare saponi in spiaggia, chiamate i vigili urbani!!
      W il senso civico!

    7. Platone, hai ragione ma mica si vanno a bruciare plastica o cose artificiali, sempre legni naturali sono che bruciano, quindi al massimo i carboni che restano si raccolgono e si buttano nella spazzatura. poi si smuove un poco la sabbia e manco più cenere si vede.
      Invece hai ragione per le altre cose scrutte, però devi ammettere che spesso il senso civico manca perchè si sentono lontani le isituzioni e la polizia.

    8. La polizia è lontana soprattutto se non la si chiama e se si insegna ai figli a chiamarli sbirri. Ricordati che lo stato siamo noi e con il voto scegloamo chi far governare…!!
      Piuttosto, sai quante sostanze cancerigene si producono durante la combustione del legno? E poi che legno? Verniciato? Pino? Abete?
      Non a caso la comunità europea voleva vietare la pizza cotta con il forno a legna….
      lo sai che la cenere è cancerogena? Il fatto che non si veda non vuol dire che non c’è più e che non è più pericolosa.
      Anche l’amianto non si vede benissimo ad occhio nudo…
      Ti andresti a mettere con l’asciugamano (quella che voi chiamate impropriamente tovaglia) sopra un mucchio di cenere e sabbia
      di un falò del giorno prima? E ci faresti stare i tuoi bimbi di uno/due anni?
      Non avete cognizione…

    9. tra un po’ sentirò dire che non è igienico fare buttare la spazzatura dopo le 18.30 oppure che nel tragitto casa-cassonetto è logico portarla sul tetto dell’auto…mica possiamo essere civili e pensare al bene comune.

    10. i tipici palermitani: “pulitissimi” a casa, strafottenti per strada

    11. Non ho capito la tua penultima risposta.
      Sull’ ultima sono pienente d’accordo.

    12. chiedo scusa ma ho sbagliato post Platone. con sto ipad mi sbaglio sempre :P

    13. cmq Platone hai ragione sulle cose che scrivi, però se ci pensi dicono che ogni cosa fa male…allora nemmeno il cellulare o il pc o la connessione wifi dovresti usare perchè fanno venire quel male! :(

    14. Hai ragione. Infatti ognuno può (fino ad un certo punto) decidere di cosa morire… non di cosa far morire il prossimo! ;-)

    15. oggi ho visto spiagge ridotte a discariche…forse più che i falò dovevano controllare il corretto smaltimento dei rifiuti negli appositi cassonetti.

    16. @Platone, immagino che tu non sbbia mai fatto un’arrostita di salsiccia sulla legna. La comunità europea dovrebbe risparmiarsi la storia della pizza cotta nel forni a legna. Da 2000 anni il pane si cuoce così esistono cose molto più pericolose che non sono state bandite

    17. …come ad esempio le mortali sigarette!

    18. cmq sta di fatto che credo che i maggiori danni i danni all’ecosistema sia derivati dai rifiuti in spiaggia e in mare, dalla vegetazione distrutta etc.

    19. Duemila anni fa la gente moriva a 50 anni
      …e beveva da acquedotti di piombo.
      La salsiccia sulla brace è imbattibile…
      La spiaggia alla brace, un po meno. ;-)

    20. eheh sei simpatico cmq Platone. Dici la tua ma con ironia :P

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.