lunedì 25 set
  • 10 commenti a “Rincaro nei biglietti aeroportuali da Palermo da ottobre”

    1. Come diamine si giustifica un aumento del 150%!?!
      Occhio che sta diventando più conveniente partire da Trapani, con un rincaro simile…

    2. Serviranno a pagarsi gli onorari di consigliere d’amministrazione ed a pagare Ryanair pregadola di non abbandonarli, senza Ryanair come li taroccano i dati di traffico…
      Però, che aeroporto di toki… Io auguro che servano loro a pagarsi medicinali invece.

    3. Ci starebbe un bel boicottaggio di massa… evidentemente c’è anche chi tenta di guadagnare sulla disperazione della gente che va via, nn per farsi una vacanza, ma per trovare prospettive di lavoro migliori fuori dalla Sicilia. E’ l’ultimo “bel” ricordo che ti porti dietro quando vai via e uno dei tanti motivi che t fanno passare la voglia di tornare a casa.
      Complimenti per l’ennesima porcata!

    4. Esagerati, prendete l’aereo tutti i giorni? Credo faccia male più un aumento di 10 centesimi/litro della benzina. A confronto, questo aumento è da considerarsi ridicolo.

    5. Ma che senso ha scrivere “prendete l’aereo tutti i giorni”, scusami??
      E’ come dire: va bè che ci fa se una volta ogni tanto qualcuno vi ruba il portafogli??
      Allora visto che già tra prezzo del carburante e compagnia bella non veniamo “derubati” abbastanza, facciamoci derubare giustamente pure le mutande! E che saranno mai un paio di mutande, giusto??

    6. frescha de pechera!

    7. Di senso ne ha molto visto che si accenna a boicottaggio di massa, quando per la benzina non si è mai visto un post, ne creato il boicottaggio a cui accenni. In 1 anno la benzina è passata da 1,55 a 1,90 (che per una media berlinetta 1200 sono circa 15€ in più ad ogni pieno). L’unica azione di massa che ho visto è stata quella di mettersi in fila anche per 1 ora per risparmiare 5/10€ di carburante presso la compagnia che pubblicizza lo sconto estivo. Ora, tenuto conto che non siamo soddisfatti di OGNI aumento dei prezzi, giustificato o meno, ritengo che forse un certo tipo di lamentela vada rivolta ad altre priorità, più di uso quotidiano, che non ci tolgono le mutande, ma vanno oltre, intrapelle, direttamente a succhiarci il sangue.

    8. bravo Miradori! ben detto! aspettiamo di sapere poi il motivo di tale aumento, ma mi sa che tanto diranno la solita frase sui tagli da parte dello stato bal bla bla

    9. La mia risposta al tuo commento non escludeva la possibilità alla quale tu accenni, anzi. Ho assolutamente sottolineato come già tutti i giorni siamo vessati da rincari di ogni tipo, più o meno giustificati, ma che indubbiamente ci stanno costringendo prima o poi a mostrar le mutande.
      Il boicottaggio è una delle alternative che la persona comune ha per salvaguardare la sua libertà di scelta in primis e poi per ostacolare una pratica che ha ben poco a che fare con l’interesse o il benessere di tutti.
      Io ho parlato di boicotaggio di massa qui, perchè è questo il post. Ed in questo post si parla del rincaro nei biglietti aeroportuali, il quale tral’altro è un tema a me più “vicino” rispetto al rincaro della benzina dato che nn ho la patente (senza nulla togliere alla serietà del problema benzina).

      Per il resto sfido chiunque a parlare di boicotaggio in tema di benzina/automobile. Ma d’altronde non c’è neppure da biasimare nessuno, vista la situazione pietosa dei mezzi pubblici qui a Palermo. (sul resto d’Italia non mi esprimo, perchè no ne ho idea).

    10. Orazio trovo il tuo commento di pessimo gusto e ti invito a limitare certi auspici sulla salute della gente. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)