sabato 21 ott
  • Isola pedonale a Mondello, via al test per 15 giorni

    È partita stamattina e durerà quindici giorni la sperimentazione dell’isola pedonale a Mondello.

    I commercianti e i residenti si sono detti contrari alla pedonalizzazione, a maggior ragione in periodi diversi da quello estivo.

    L’area comprende il lungomare viale Regina Elena, da via degli Oleandri e fino a via Teti, e si estende anche da via principe Umberto fino a via principessa Giovanna. Via principe di Scalea è a doppio senso.

    Palermo
  • 38 commenti a “Isola pedonale a Mondello, via al test per 15 giorni”

    1. e adesso a fine estate la fanno sta sperimentazione? quando c’era un casino di macchine no eh?
      non capisco il senso.

    2. Oramai Citta’ perduta.

    3. È bellissima, si può passeggiare ascoltando il mare e respirando un`aria più pulita , finalmente e speriamo che la mantengano tutto l`anno , personalmente ritengo che i commercianti ne trarranno un vantaggio perché a piedi il cliente osserva meglio che dal finestrino dell`auto.

    4. Finalmente si può sperare di avere un po’ più di pace, tranquillita e piacere di viverla, questa tanto bella ma tanto martoriata borgata marinara della città.

    5. Un’iniziativa del genere a fine estate diciamo che è un po’ assurda…pero’ finchè il tempo lo permette la trovo una buona idea…se facessero lo stesso anche nell’altra borgata,quella di Sferracavallo sarei ancor più contento.

    6. L’amministratore intelligente pero’, metterebbe a disposizione
      1) navette elettriche continue per il centro piazza
      2) organizzerebbe eventi di interesse economico culturale
      3) ridurrebbe le tasse o adotterebbe contributi ed esenzioni /integrazioni a esercenti e abitanti proporzionalmente al periodo di instaurazione dell’isola pedonale
      MA l’amministrazione palermitana non ragiona con questa ampiezza di vedute

    7. E’ il primo passo, si sa i palermitani sono molto restii ad accettare le novità, sono sicuro che il tempo darà ragione, il lungomare libero dallo smog e dallo strombazzare é favoloso… Camminate a piedi gente… é il futuro

    8. DEVO pensare, leggendo certi commenti qui e altrove, che il senso estetico di molti palermitani è scarsissimo. Anche lo scrittore Alajmo in un articolo recente (repubblica) considera la pedonalizzazione segno di bellezza e civiltà. Marciapiedi sconquassati, immondizia ovunque su marciapiedi aiuole strade, cassettoni per l’immondizia grigi sporchi bruttissimi in bella vista lungo tutto il lungomare, di fronte allo stabilimento marciapiede sudicio pieno di merda voragini da post bombardamento, le aiuole su tutto il lungomare sono incolte, senza nessun criterio estetico né logica, alcune sono in roccia altre in pietra, altre in cemento con ferro arrugginito visibile, erba neanche a parlarne solo erbacce abbandonate, tutta la promenade è una trazzera (quali mattoni! quale senso cromatico!) con pietre sporgenti e terra sporca, anche sulla promenade marciapiedi da post bombardamento, illuminazione serale da cimitero anzi peggio, di giorno quadro desolante quasi desertico la sera una decina di persone annoiate che passeggiano, e non mancano “le pecore” (preciso che amo molto le pecore, è per rendere l’idea dei danni dei messaggi subliminali) che chissà perché con tanto di marciapiedi all’ombra devono camminare con le carrozzelle con bambini dentro in mezzo alla strada sull’asfalto sudicio che brucia dal caldo (da studiare i meccanismi e i simboli di queste pecore, cosa vogliono significare con questa camminata sull’asfalto, quale senso di libertà sotto il sole cocente e sporcizia ovunque), lungo tutto il lungomare non succede niente, assolutamente niente, nessuna vitalità socio-culturale, a Mondello quando piove sembra di essere a Venezia, e puzza di fognatura ovunque anche quando non piove. Quando transitavano le automobili si camuffava la desolazione che ora nel quadro desertico si vede tutta. Peraltro il problema de traffico è stato SOLO spostato sulla via parallela CON TUTTI GLI INCONVENIENTI.
      La piazza di mondello: marciapiedi sudici anch’essi rotti, piazza asfaltata con catrame sporchissimo (bel salotto, bei mattoni, colori, estetica); guardate l’architettura armoniosa, nel rispetto delle regole, di Portofino o di simili posti sulla costa azzurra, guardate il disordine anti-estetico, ignorante, che sintetizza quello mentale e (pseudo)culturale delle costruzioni (brutte) intorno alla piazza, che, dalle foto, 50 anni fa aveva, perlomeno, logica e charme, malgrado la povertà archichetturale.
      Prima di pedonalizzare si doveva porre rimedio a tutti i difetti che sintetizzo, e adeguare le strutture ai canoni delle località europee evolute. Altro che segni di bellezza e civiltà, Alajmo. Ma Alajmo in altri blog prende sovente fischi sonori per certe inesattezze che scrive. Recentemente ha detto “in nessuna grande importante località balneare il litorale è pieno di automobili”. Costa azzurra, e in particolare la promenade des anglais a Nizza, 7 Km. di litorale arteria automobilistica principale della città, ma tra l’arteria e il mare c’è la promenade larga circa 15 metri con giardini parchi vegetazione curatissima che nemmeno nelle ville private di Mondello. A Mondello quando si passeggia sulla trazzera (la promenade con le aiuole piene di immondizia) il mare non si vede.
      Per concludere: chiedete a Orlando perché da quando è stato eletto non cessa di parlare di pedonalizzazioni. SE LO SA. In ogni caso da attore dilettante qual’è vi racconterà frottole. Non puo’ realizzare nessun programma di sviluppo per la città. Le pedonalizzazioni, assolutamente inutili in queste condizioni, le pedonalizzazioni in mezzo a degrado, immondizia, deserto socio-culturale… pero’ sono l’unica cosa VISIBILE che puo’ fare per fare notare e giustificare la sua presenza, perché sa che ci saranno le pecore con carrozzelle sull’asfalto sotto il sole (provinciali a livello ri viddàni) e ci saranno cittadini col senso estetico limitato, come ci saranno scrittori conosciuti dal senso della bellezza e civiltà MOLTO LIMITATO. D’altronde mi sembra uno scrittore che ha un rapporto stretto – tipicamente siciliano – con morte e decadenza (apocalisse) da come ne parla

    9. ah!
      hanno fatto la stessa cosa in via Libertà sabato. Pedonalizzano l’arteria principale della città, da manicomio… perché tutto il traffico si sposta sulle corsie laterali, con intralci, traffico a rilento, smog comunque. Esempio: una persona non giovane non sportiva che si spostava in autobus se doveva andare per esempio in via Volturno doveva scendere a piazza politeama o in via roma, stessa cosa per andare in via sant’Agostino. In via Libertà 4 marciapiedi, due piuttosto larghi, ma le pecore preferiscono utilizzare il solito asfalto di catrame per passeggiarci con le carrozzelle e bambini, sotto il sole, perché no sui marciapiedi all’ombra?. Chissà se avevano mai usato i marciapiedi prima o se avevano passeggiato mai invia libertà. Ma via Libertà è un luogo visibile, il più visibile della città… si vede meglio che la giunta esiste… ALTRIMENTI SI POTREBBERO PEDONALIZZARE ALTRI POSTI, ma non le arterie principali con tutti gli inconvenienti che provocano; se proprio è necessario perché non trasformare la favorita in St. James park, magari facendo lavorare tutti i lagnusi pubblici.
      P.S. Potrei citarvi, per tornare a Mondello, alcuni posti degradati al massimo immaginabile, anzi inimmaginabile nei luoghi civilizzati, dove i palermitani che vanno a Mondello si siedono in luoghi pubblici con assoluta naturalezza: non faccio nomi di locali pubblici, ma per esempio dove c’era l’arena sirenetta. Indescrivibile. E vi annacate con la pedonalizzazione nmianzu a munnizza?

    10. COMUNQUE, io in questi due ultimi giorni, a proposito di queste disposizioni, e da come sono recepite (da pecore non pensanti) ho pensato al dna ta.ato
      (min.hia sfuittuna!)

    11. Ovviamente, sopra, mi riferisco alle costruzioni (case) intorno alla piazza di Mondello (tranne quella dove c’è ora una farmacia, e la torre)

    12. QUOTO il post di gigi delle 2.06. da aggiungere anche le palme tagliate che non sono state sostituite con nuove palme. è un’indecenza totale

    13. Insomma, amico gigi: siccome ci sono troppe cose da fare, in attesa di farle tutte, meglio non fare niente.

    14. Prima di commentare impara a leggere: era riferito a una persona che viaggia in autobus e non è uno sportivo né un giovane, ma per esempio un anziano/a
      Aveva ragione un mio amico esperto di web e comunicazione: è pieno di capre il web, mi disse. E’ peggio.
      Pedonalizzare l’arteria principale di Palermo per spostare di tre metri i problemi e i disagi, e crearne altri, è da manicomio.
      Pedonalizzare Mondello tra la devastazione l’immondizia l’incuria i disservizi il deserto culturale è da manicomio.
      Pertanto vi ho descritto lo stato e dettagliato le motivazioni.
      Ma i geni palermitani, i cervelli montati al contrario, non solo non capiscono, ma continuano ad atturrarcela col torto.
      Chiedete gli scopi. Nessun elemento, com’è attualmente, o come non esiste, ne giustifica la messa in atto.
      Le pedonalizzazioni si fanno nei luoghi adatti, non nell’asse principale, se non è provvisto di servizi adeguati.

    15. FERMO RESTANDO CHE qualsiasi persona che per un motivo qualsiasi decide di non camminare a piedi, in qualsiasi città “normale” deve potere usufruire di servizi.

    16. GIGI è un uomo di mondo ma probabilmente non conosce Firenze. L’aspetto per fargli vedere una delle zone pedonali più grandi d’Europa, ulteriormente allargata da Renzi.
      P.S. d’accordo per la monnezza e il disastrato arredo urbano ma da qualche parte si deve cominciare!

    17. Se ho scoperto la voglia di viaggiare come un bisogno VITALE è perché a 14 anni mi sono innamorato di Firenze, dove ci tornavo ogni estate.
      E so bene come il centro di Firenze non ha niente a che vedere con quello di Palermo… servizi compresi.

    18. Gigi deve dare il tempo necessario, in questa città i cambiamenti devono essere metabolizzati, poi magari verranno apportate modifiche e miglioramenti compreso anche la pulizia.

    19. @zelig
      mi pare di ricordare che a Firenze ci sono autobus elettrici in centro e grande scandalo sucito’ il progetto di far passare il tram davanti al Duomo.
      Quozca
      800 metri in carrozzella li hai mai fatti ?
      Ho hai mai accompagnato un disabile grave ?
      Conosci questi aspetti della vita ? o ti pare che tutti siano necessariamente dei superman mancati soltanto perche’ NON SI APPLICANO ?

    20. Gigi prima di dare della capra agli altri, magari fatti un giro nelle altre città europee. Hai provato mai ad andare a Siviglia dove il centro non è nemmeno asfaltato ma è tutto un enorme marciapiede? Si ci arriva coi mezzi e poi si continua a piedi, chi non vuole camminare a piedi sta a casa. E’ così che dovrebbe essere anche Palermo, e ci arriveremo.

      PRECISO CHE sono d’accordo con te sul fatto che i servizi (pulizia, trasporti pubblici) vadano potenziati insieme alla pedonalizzazione. Su questo non ci piove. Ma se poi la gente continua a voler invadere il centro città con le auto perché sono lagnusi e non devono fare 10 metri e piedi?

    21. Dalle fondamenta si deve cominciare, Zelig.
      Non dal trucco sopra la munnizza e tutte le altre devastazioni che non ripeto un’altra volta.
      E’ come prendere la “trimmutura” ( io non la conoscevo, per questioni anagrafiche e di gusti, conosco solo la leggenda tramandata, lo preciso 😀 ) con i suoi 150 Kg. di rughe e puzze varie (tabacco, carie, sudore selvaggio, e altre) e truccarla come una starlette “sur la Croisette”.

    22. @Folklorista
      La risposta è sì. Purtroppo. E ogni volta ho trovato i marciapiedi sommersi dalle auto e dai motorini, dovendo fare gli slalom tra gli incivili. Se fosse stato pedonalizzato avrei potuto spingere la carrozzella senza dovermi preoccupare di schivare il SUV del maiale con la donnina di 45 kg col tacco 12 che deve posteggiare davanti il negozio se no alla zita gli si spezzano le cavigliette…

    23. @Folklorista
      A scanso di equivoci, per mia fortuna non ero io sulla carrozzina, ma ero io che la spingevo…

    24. E allora occorrono servizi in pulmanino oppure trenini elettrici o qualche altra idea balzana per permettere che Mondello sia e continui ad essere meta di tutti i palermitani e non solo , piccoli e grandi, anziani sani e un po’ meno in salute ,… non solo di chi ha le gambe e non ha le varici.
      Non confondiamo le idee, io sono per la pedonalizzazione ma offerta INSIEME a SERVIZI DI SOSTEGno efficienti. Altrimenti abbiamo creato un ghetto o peggio un’oasi per gli UGUALMENTE abili

    25. ..una mini ferrovia litoranea.
      Esempio : a Cornino, Macari ,prima di San Vito lo Capo hanno realizzato un grande parcheggio sterrato , e tutti gratuitamente raggiungono la spiaggia e la costa con un simpatico trenino su ruote.

    26. cerchiamo di capire cosa e` stata l`estate 2012.
      Tra le cose positive,le navette nuove climatizzate
      e l`eliminazione dell’odiosa tassa sui parcheggi,
      a Mondello.Inoltre una temperatura intorno ai 30
      gradi ininterrottamente per almeno 3 mesi.
      Tra le cose negative,che gravano sulla amministrazione pubblica(uscente),
      l’incuria sui servizi ambientali(assenza o grande carenza di scopini),
      aiuole abbandonate alle erbacce,invase da sabbia
      e rifiuti,
      carenza di manutenzione del verde,
      troppe erbacce,
      marciapiedi pericolosamente disselciati,
      parcheggi (dove ci sono) totalmente
      preda dei raggi solari,inesorabili,salvo qualche sporadico ficus malpiantato che stenta a svilupparsi e dare ombra,
      cassonetti fatiscenti e sbruciacchiati,
      in breve uno spettacolo desolante per il visitatore straniero.
      Ancora quest`anno poi si sono visti i capanni che sono sostanzialmente antiigienici in quanto diventano deposito permanente per almeno 3 mesi di
      materiale vario nella piu` totale promiscuita`,e la cui presenza impedisce una razionale pulizia della sabbia.
      Dei servizi igienici non parlo non avendone fatto mai uso.
      Di estremamente negativo c`e` la stupida (non trovo di meglio)abitudine di considerare l`arenile un immenso posacenere per cui ai primi accenni di
      mare mosso si crea una linea ininterrotta di schifosi mozziconi di sigaretta,che,consentitemelo,offre una visione ributtante.
      Ancora di negativo c`e` ,nei pressi dello stabilimento,il fenomeno dell`acqua che si colora di verde torbido,e che qualcuno attribuisce alla marcitura delle alghe ed altri alle correnti che riportano a riva quello che i pennelli scaricano a qualche centinaio di metri dal bagnasciuga.Quest`ultima ipotesi si rafforza quando si avverte un certo olezzo.
      Sottolineate queste osservazioni,da aggiungere a quelle presentate da altri illustri commentatori,
      ci sono sufficienti elementi e sufficiente tempo per prepararsi ad una migliore estate,quella del 2013,e lavorare sodo.
      Ho visitato l’isola pedonale appena realizzata a Mondello,e l’idea sembra buona,salvo il fatto che
      c`e` una fila ininterrotta di auto parcheggiate sulla via a doppio senso di circolazione,e siamo di lunedi al 24 settembre,quindi in bassa stagione.
      L’assenza di traffico sulla via piu` vicina al mare
      finalmente consente di potere ipotizzare piacevoli passeggiate.Il passo successivo sarebbe l’eliminazione definitiva delle staccionate e delle capannelle e l`attrezzaggio ormai diventato uno standard della spiaggia del 2000 con ombrelloni e sdraio in aree controllate ,
      in abbonamento o pagamento giornaliero che a conti fatti costerebbe mediamente tanto quanto un abbonamento trimestrale,che difficilmente viene utilizzato al 100%.
      A ridosso del litorale esistono tutt`ora ampie aree scarsamente utilizzate che potrebbero essere
      adibite a nuovi parcheggi,anche su terreno sterrato,se ben rasato,per soddisfare le esigenze della stagione alta.
      Con questo ritengo di avere affrontato un buon 50%
      delle problematiche.Nulla ho detto dei servizi a mare.

    27. Se acquisti una casa dove il cesso e guasto, ci vai ad abitare subito, facendo i bisognini magari nel giardinetto o in un secchiello, o prima provvedi a ripristinare il cesso ?
      GIGI ” ç ” Ha perfettamente ragione.
      Mi viene da pensare che: se magari “qualcuno” avesse comprato casa a Mondello,la borgata sarebbe bella,luccicante e con i fiori al posto della cacca..
      Detto ciò,un anziano, un diversamente abile,o anche chi pur sano trasporti magari un chilo di patate, *DEVE* essere messo in condizioni di raggiungere qualsiasi luogo rapidamente e in totale sicurezza, a prescindere da isole pedonali o semplici piogge!.
      Detto ciò, e mai possibile che per ascoltare ad esempio un gruppo di artisti che suonano (qualsiasi cosa) devo andare a Castellammare del golfo, o castelbuono o altrove…Palermo città d’arte dove gli artisti devono andare in altri comuni o all’estero anche solo per trovare una piazza dove esibirsi.. “VERGOGNA”
      Guardate il lapis e noterete che non c’è un emerito..nulla…VERGOGNA…

    28. allora, dato che il palermitano è geneticamente “testone” (da “tistuni”), e non riesce a capire che la pedonalizzazione riguarda un’area sudicia, disastrata, se il dottor Rosalio lo consente domani vi posto 6/7 foto, sperando che non negate l’evidenza.
      Capre non l’ho detto io, l’ha detto un mio amico esperto del web, ma lo pensano pure nella giunta Orlando vista la scarsissima considerazione che hanno di voi se vi mandano ad annacarvi, come gente toca, nella pedonalizzazione in mezzo a degrado, munnizza, puzza di fognatura, incuria, assenza di servizi, assenza di supporti socio-culturali; insomma è un’operazione da tasci provinciali retrogradi… si tratta: o di mancanza di rispetto, o scarsa considerazione come detto, o entrambe le cose… se non fosse una presa per il cu.lo da parte di un sindaco consapevole di non potere fare niente di serio e concreto, ma per dimostrare la sua esistenza si fisso’ con le pedonalizzazioni per fare scrusciu.
      La villa di piazza niscemi è un immondezzaio, il foro italico è un immondezzaio, la favorita è un immondezzaio, tutta la città è un immondezzaio, la città è in default, e lui si concentra sull’annacata come se pedonalizzare fosse un’azione toca o straordinaria… è solo una banalità che si fa anche nei piccoli villaggi nel mondo evoluto, altro che annacata.

    29. il primo passo per fare un buon intervento e` sgomberare il campo,ed e` quello che hanno fatto all`80%.
      Nei prossimi giorni vedremo cosa si propongono e come si propongono.
      Di interventi da fare ne sono stati elencati tantissimi,e c`e` un mare di lavoro da fare.
      Non mancano certo le braccia,dato che il comune ha un esercito di persone alle sue disponibilita`.

    30. ps- nel post di gigi delle 2.06 sono d’accordo a proposito dello schifo che c’è a mondello (verde disastrato, cosi come l’arredo, i marciapiedi, l’asfalto, ecc). MA SONO ASSOLUTAMENTE FAVOREVOLE ALLA PEDONALIZZAZIONE

    31. messaggio per gigi “ç”:
      ciao gigi “ç” sono un lettore a cui piace informarsi e conoscere l’opinione degli altri lettori, ma mi dispiace dirti che non ho provato neanche a leggere i tuoi perchè sono estremamente lunghi. E’ solo un commento non campagna elettorale….
      P.S. – vale anche per antony…

    32. hai ragione da vendere.Anch`io sono contro i lunghi commenti,salvo quando esprimano precisi contenuti,su cui potere intervenire.
      E qui mi pare il caso.
      Intanto tutta l`Italia e` in subbuglio.
      Gli Italiani si stanno accorgendo,ora,di essere turlupinati e rapinati da una notevole massa di cialtroni.

    33. Effe, anch’io sarei d’accordo se fosse fatta in maniera intelligente (oggi ho parlato con alcuni conoscenti a Mondello che hanno idee buone, addirittura alcuni commercianti prenderebbero a carico pure le spese pur di creare una zona pedonale che rispetti i criteri estetici e di funzionalità).
      Massimo, meno male che non li leggi, ti ringrazio per questo.
      Ma tu sei lo stesso Massimo che ha scritto un lungo papello (peraltro surreale e divertente) nel post del cambio nome al giardino dell’Alloro?

    34. Mi fa piacere che ci siano commercianti che oltre ad avere idee prenderebbero a carico pure le spese, al fine di creare una buona zona pedonale.
      Di coloro che richiedono sgravi, incentivi ed assistenza non se ne può più.

    35. @ masssimo
      sei un lettore frettoloso ed uno scrittore deludente.Con tutta la carne messa al fuoco
      mi sarei aspettato un intervento integrativo,
      oppure un intervento che stabiliva le priorita` ed i tempi sulle tantissime cose da fare,
      invece te ne sei uscito coon una inutile critica a persone che veramente hanno dimostrato e continuano a dimostrare di avere a cuore ed evidenziare alcuni tra i tantissimi problemi
      di Palermo.

    36. La trovo una bella iniziativa!! .. si ma per l’estate … e no tutto l’anno, specialmente perche mondello soffre fortemente di disaggi d’allagamento. Anche se l’estate prossimo ci sarebbe l’aria pedonale, mi devono spiegare come sara?!??! i posti auto diminuiscono e non ci sono posteggi in quelle zone initrofe nuovi!! quindi quelli che già ci sono che sono perennemente pieni mi devono spiegare come faranno?!? Mezzi pubblici in più per collegare il centro con il lungo mare!! … Hanno appena tagliato diversi fondi all’Amat!! … e poi il servizio amat è tutto un problema apparte complesso!! puntualità 0, mezzi sporchi, distrutti, ecc conosciamo tutti i disaggi amat!! … lo smog?!? pensate che diminuisce??? come dovrebbe??? forse si sposta di un paio di metri!! perche naturalmente le macchine che dovrebbero prendere lungo il mare prenderanno tutte in unica strada!! quindi lo smog … SI RADDOPPIA!! più traffico, più macchine ferme, decine e decine di ingorghi e caos!! Non basta chiudere una strada e stop!!! -.- l’idea potrebbe essere pur carina … ma non molto fattibile!! ora come ora!!! e poi si parla di “bellezza” del lungo mare, trovo orribile veder quel asfalto in questa maniera per un aria pedona!! un pugno nell’occhio!! Se dobbiamo farla bene cambiamo quel asfalto … rendiamolo più adatto a un pedone!!!

    37. credo che la soluzione stia nel mantenere questa variante 9 mesi su 12 e lasciare tutto come prima nei 3 mesi estivi,mesi di massima affluenza,
      almeno fino a che
      non si siano trovati gli spazi per consentire il parcheggio

    Lascia un commento (policy dei commenti)