martedì 21 nov
  • Croce e delizia dei cinguettii sul telefonino!

    È da circa sei mesi che ho deciso di seguire col telefonino una serie di siti d’informazione e giornalisti siciliani tramite i loro tweet.
    All’inizio l’euforia di essere sempre aggiornata in tempo reale su quanto accadesse in Sicilia prevaleva sulla necessaria incombenza di dovere cancellare i tweet una volta letti (se ne possono scaricare fino a 100 al giorno, e se un giorno per caso non hai tempo di cancellarli, l‘indomani rischi di ritrovarti a doverne cancellare il doppio!).
    In seguito però c’è stato un repentino capovolgimento di fronti: il fastidio delle continue e frenetiche cancellazioni di tweet inutili, doppi, tripli o addirittura quadrupli, riportanti sempre la stessa identica notizia nell’arco della giornata ha superato di gran lunga l’euforia d’informazione trasformandola in una sorta di stalking molesto ed inquietante!
    Come al solito, noi terroni esageriamo sempre in tutto: o quello dei tweet replicati è un problema di server improvvisamente affetti da morbo di Alzheimer informatico oppure c’è qualcosa di perverso in chi quotidianamente decide di bombardare di notizie inutili gli ignari utenti di Twitter!
    Capisco la necessità d’informare i nuovi utenti, ma per assolvere a questo obbligo penso che un solo tweet al giorno sull’argomento in questione sia più che sufficiente!
    Mi spiegate invece a che serve inviare tweet doppi, praticamente in contemporanea, per correggere una virgola, un accento-sulla-o o un apostrofo mancante?
    Oppure la necessità di sapere con ben quattro tweet nell’arco di un’ora che il tale sito propone un esteso programma su come organizzare la vostra serata?
    Oppure ancora altri quattro tweet, sempre nell’arco di poche ore, per sapere dell’esistenza di un più che famoso centro di medicina per la riproduzione?
    Il sospetto che ormai anche i tweet siano diventati un mezzo per fare advertising è ormai una certezza, ma addirittura arrivare a snaturare fino a questo punto un mezzo nato per l’informazione flash provoca negli utenti una delusione ed un fastidio veramente frustranti.
    Per non parlare poi dei “curtigghi” più o meno larvati di ben noti giornalisti/blogger/opinionisti siculi che non fanno altro che rimpallarsi tweet disquisenti su argomenti di dubbio pubblico interesse, scambiandosi complimenti, convenevoli, ritweettate adulatorie a quel punto di carattere totalmente personale!
    Il risultato è poi assolutamente controproducente per gli stessi siti/giornalisti di cui sopra: in primis ci si difende mettendo il telefonino in modalità silenziosa, ma questo non basta, è un palliativo che non risolve il ben più gravoso problema della cancellazione! allora disperato decidi di passare a soluzioni più radicali e con un bel OFF inviato al sito molestatore di turno elimini la ricezione dei tweet sul telefonino e finalmente ritrovi la pace!
    A ben pensare però c’è sempre qualcuno che trae vantaggio dalle noie altrui e nel caso della ricezione e cancellazione compulsiva di tweet inutili si tratta di una categoria di persone ben precisa: i fedifraghi seriali, abitué dei rapporti extraconiugali, che adesso all’ombra dei tweet possono reggere comodamente plurime relazioni illegittime via cellulare, assolutamente indisturbati da mogli/mariti gelosi curiosi ficcanaso, anzi addirittura compatiti per l’oneroso tributo pagato alla sete d’informazione: guardalo, poverino/a! È mezzanotte passata e ancora combatte con questi maledetti tweet!

    Ospiti
  • 6 commenti a “Croce e delizia dei cinguettii sul telefonino!”

    1. Twitter é un network libero dove chiunque ha la libertá di scrivere ció che vuole anche ció che altri reputano cazzate (o sn realmente cazzate, sbagli etc) spam o quant’altro. È tu sei libera di seguire il tale e le sue triple virgole o se non lo reputi interessante di defolloviarlo. Non vedo xké devono sottostare alle regole di cui parli tu o tu debba seguire loro necessariamente. E se fanno un uso sbagliato di Twitter aspetterai quel giornalista che invece lo usa in maniera piú consona alle tue esigenze

    2. basta non scaricare i tweet ma leggerli direttamente dalla timeline per risolvere ogni problema…

    3. Non ho capito che significa questo post ! Ma gli editor di Rosalio sono tutti così ???? La cosa mi preoccupa…

    4. @Vincenzo: grazie per la ramanzina/bacchettata, ma proprio perchè sono “libera” scrivo quello che penso e non credo di imporre nulla a nessuno, tantomeno “regole” di diffusione dell’informazione. Il tentativo era quello di ironizzare e ridicolizzare un uso a mio avviso improprio di un mezzo potentissimo qual’è twitter. E dato che l’informazione esiste perchè c’è qualcuno che la legge, ogni utente ha diritto di criticarla come crede…siamo in un paese libero, no?
      @Simone: non cercavo aiuto o conforto nell’affrontare l’oneroso “fastidio” di cancellare i tweet sul cellulare, se ho deciso di scaricarli è perchè è comodo e puoi farlo dovunque senza pagare una lira!
      @Marco: se non l’hai capito…pazienza! ce ne faremo una ragione 😉

    5. l’unico uso improprio di twitter è proprio quello che hai descritto fare tu!!!
      mi spiace, tentativo mal riuscito, riprova.

    6. @skaiwoka:…ah si? e chi saresti tu per “dettar legge” sull’uso più “proprio” di twitter?
      uno che non ha neanche il coraggio di metter”ci” il proprio nome, figuriamoci la “faccia”…
      un polemista tout court…la peggior specie 🙁

    Lascia un commento (policy dei commenti)