mercoledì 23 ago
  • Video letterina di una bambina di cinque anni al sindaco di Palermo

    Palermo “sporca” è evidente a tutti, gli adulti sono quasi indifferenti, i bambini chiedono «perché?».

    Mia figlia Paola non si è ancora abituata…e vorrebbe fare qualcosa.
    Le sue parole sono totalmente spontanee.
    La videoregistrazione è avvenuta per caso.

    Chissà…magari è un piccolo seme.

    Ospiti
  • 13 commenti a “Video letterina di una bambina di cinque anni al sindaco di Palermo”

    1. Brava Paola!

    2. Perché il Sindaco pensa a fare demagogia pedonalizzando il degrado!

    3. Qualcuno ha spiegato alla dolce creaturina carinissima e complimenti ) che il suo Sindaco non ha fatto altro che il sindaco da quando i suoi genitori non erano ancora nati?
      🙂

    4. La bambina ha perfettamente ragione…ma non darei la colpa esclusivamente al sindaco X di turno, ma ai palermitani che non amano la loro stessa città al punto da renderla una discarica abusiva ad ogni buona occasione(concerti, partite,fiere, feste di paese etc etc.) ed inoltre da forze dell’ordine che hanno cosce di prosciutto sugli occhi e non multano chi sporca!!
      Mettiamoci poi spazzini latitanti…e scioperi dell’Amia a ripetizione e la frittata è fatta!!
      Qui ci vorrebbe un bel sindaco del NORD a risolvere queste problematiche…

    5. anche un sindaco tedesco risolverebbe la problematica immediatamente, chiamerebbe i militari per quelli della Gesip che distruggono i beni comuni, ed creerebbe dei vigili in borghese che girano in motore a multare tutti gli indisciplinati, compreso i proprietari di cani ceh non puliscono gli escrementi dei loro animali

    6. @Mauro Enea
      Hai perfettamente ragione, vivo in Germania e qui nessuno si sognerebbe mai di buttare qualcosa a terra per strada (anche in mancanza di cestino, come per esempio nel bosco…) anche se non credo dipenda dalla severità delle autorità competenti bensì dalla civiltà della gente e dall’amore che ha per il bene comune…
      Vengo due volte all’anno a Palermo e non capisco come si possa vivere cosi… Non possiamo prendercela con il sindaco perché la gente è incapace di buttare le cicche o i sacchetti di plastica nei secchi a 1 metro di distanza ma preferisce sporcare la spiaggia e distendersi sui rifiuti…

    7. Maurizio, se vuoi bene a tua figlia fai armi e bagagli e falla crescere lontana da quella fogna di posto. Si vede già da ora che non ci starà bene a palermo.

    8. … O falle vedere che anche lei può contribuire a tenere la città pulita perché la citta appartiene anche a lei! E che ha il diritto che una cosa che le appartiene non venga distrutta da altri …

    9. Al palermitano piace fare il porco e dare la colpa ad altri. Per questo da la colpa al sindaco, cosi’ si sente libero…

    10. MAh, vede sig Manfredi, io non sono affatto d’accordo, perche’ i porci cui lei si riferisce in genre VIVONO BENE nella monnezza e non si sognerebbero nemmeno di denunciarla come mancanza del sindaco o chi per lui.
      Desideravo fare un’ulteriore aggiunta agli interventi di stamane.
      E’ di oggi la notizia che il signor sindaco si trovi a curare i mali del MEssico, evidentemente quelli di Palermo son per lui bazzecole ormai passate .

      Quindi suggerirei alla dolce Paoletta di incollare il retro della busta della letterina con robusti francobolli in pesos messicanio, altrimenti rischia di non trovarlo, il caro sindaco latitante. CAmmarata andava a giocare a tennis , Orlando va nei paesi del terzo mondo legalitario,cosi’ e’ piu’ a suo agio e puo’ sempre gridare ” brogli brogli, mafia mafia,all’armi all’armi”

    11. @il folklorista

      ricordatevi sempre che la munnizza non piove dal cielo.
      Io ogni mattina faccio circa due km a piedi e quello che vedo è un tappeto ininterrotto di munnizza in ogni angolo, di ogni tipo, dalle cicche ai rifiuti ingombranti. Beh, non li mette lì ne il sindaco ne gli operai Gesip ne i messicani. Li mettono i palermitani.

      Non basta un esercito di mille operai per mantenere pulita una città abitata da porci. Il palermitano vorrebbe lo schiavo sempre attaccato che gli raccoglie tutta la munnizza che lui si va lasciando dietro perchè gettare immondizia in qualsiasi punto e in qualsiasi momento è un suo diritto. Ma per favore, non prendiamoci in giro, io vedo fare cose che in nessuna altra città d’Europa, ma neanche del nord Africa si vedrebbero!!

    12. @Manfredi
      Sono d’accordo al 100%, non si dovrebbe rimediare ma prevenire. Ed educare.

    13. Che poi è un problema tutto di Palermo…già basta allontanrasi di un Comune, cito Capaci per esempio, che le cose stanno in un altra maniera…
      Le cose sono 2: o Palermo è troppo grande da gestire, o bisogna aspettare il sindaco Tedesco.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Video letterina di una bambina di cinque anni al sindaco di Palermo, 5.0 out of 5 based on 2 ratings