mercoledì 23 ago
  • 51 commenti a “Orlando dal Messico”

    1. Ma perchè i sindaci Panormiti amano andare oltre oceano invece di gestire la città? Uno era convinto che la città fosse Coooool, questo qua tanto il sindaco lo sa fare….

    2. Tra i compiti di un sindaco c’è anche quello di promuovere la città al di fuori della città.
      Altrimenti, come si fa ad attrarre persone, capitali, cultura? Ci mandiamo Totò ‘u curtu?

    3. Non fa ridere.

    4. il cane di pavlov… molti (o pochi ma ben attivi)sono così. qualsiasi cosa faccia orlando va criticata. anche la più semplice attività di promozione non a spese del comune.è un riflesso condizionato!

    5. GAsparino, vai a raccontarlo a quelli della Gesip

    6. grazie per l’ennesima perla di inutilità assoluta

    7. Mapercarità ti sono solidale per il fatto che il tuo medico ti imponga di leggerci. 😉

    8. qui non si tratta di obbligo o no di leggere, ma quando si pubblicano determinate notizie di solito c’è un secondo fine che s’insinua tra le righe e vuole avere appunto l’effetto di continuare in una sperticata critica nei confronti del sindaco.
      Si vede lontano un miglio…
      saluti

    9. Fa piangere….

    10. Rasputin e quindi? Nulla osta all’esprimere una sperticata critica, no?

    11. Irriverentemente satirica l’idea, l’effetto-simpatia è però vanificato dal dozzinale fotomontaggio.

    12. Il Sindaco Orlando ha emesso un decreto comunale dove si vietano per legge le critiche al suo operato.
      “Io faccio piu’ di Cammarata “- afferma -“,lui giocava a tennis e tirava le palle ,io le racconto ..le palle.

      Quando vi ho detto che la sapevo fare ….era la siesta.
      E in questo momento, tra operai gesip che volano dai balconi, che si dan fuoco, che bloccano la citta’ ..io vado a pontificare in Messico sulla legalita’

    13. ..d’altra parte avro’ diritto ogni tanto a un periodo di vacanza ,no?
      W palermo e s rosalia

    14. Bell’articolo, molto interessante!

    15. @ Tony Siino e @ folklorista
      Lungi dal voler instaurare una polemichat… E ancor meno per il professarmi orlandiano… Ma secondo voi, cosa dovrebbe fare questa Giunta, per poter lasciare un buon ricordo nella legislatura?
      A parte qualche propostina intrisa di utopia (oppure volta all’harakiri socio-culturale, vedasi post sulla legalizzazione degli abusivi) da parte di qualche autore, non vedo un tweettante fermento di idee per migliorare in maniera tangibile questa città.
      Okay, questo è solo il post di un fotomontaggio e forse non è la sede per discuterne; d’accordo anche che il politically-correct in un blog non paga (in senso metaforico, a scanso di equivoci)… sono però dell’opinione che alla lunga la mera critica sia fine a se stessa e puzzi di stantìo; viceversa, la critica medesima assume forza e vitalità laddove accompagnata da proposte concrete, in qualsiasi settore di potenziale intervento (vedasi la realizzazione del Parco Uditore, la cui idea è praticamente nata su Rosalio).
      Invito gli interessati a non fornire, eventualmente, risposte laconiche ancorché sardoniche… The best word is the one left unsaid 😉

    16. CAro jaymar
      per quanto mi riguarda …il discorso e’lungo, come dice un antico adagio palermitano 🙂

      Molto sinteticamente e andando al centro della q uestione :palermo aveva bisogno di tutto tranne che di ennesimi proclami in questa camapagna elettorale per le amministrative.
      L’Orlando che diceva di avere chiaro tutto, di avere studiato i bilanci, l’Orlando che si diceva disposto alle terapie piu’ cruente pur di rimettere in sesto i conti del comune ele aziende partecipate si e’ rivelato un bluff.
      Io lo sapevo.
      Ma molti ci hanno creduto.
      Molte volte io l’ho sentito personalmente rassicurare sui piani di risanamento nel cassetto, con mobilita’, cassa integrazione, prepensionamenti. Ma ad oggi un nulla di fatto sol perche’non ha voluto e non ha potuto scontentare nessuno del suo gia’ esile e labile elettorato.
      Un FATTO evidente per tutti : le dimissioni di Marchetto.Per una analisi spietata chiedete a lui o riprendete le sue dichiarazioni,non quelle del comunista Giusto Catania.Troppo facile criticare aa ogni èpie’ sospinto , troppo facile sognare, ma e’ anche troppo facile essere presi ancora una volta per i fondelli dal solito politico marpione di turno che si e’ proposto come il nuovo e che addirittura intende rilanciare con la formazione di una nuova Rete. Solo uno svitato puo’ pensarlo.

    17. LA risposta quindi e’ :..Richiami Marchetto e attui il piano di risanamento come si comanda

    18. Sull’argomento Marchetto (sul quale concordo) spero ci sarà occasione di tornare, esimio folklorista, e ti ringrazio per il riscontro.
      Nel frattempo, prevedo che:
      a) il Tony Siino raccolga l’assist, e non si limiti a “spazzar via” come di consueto;
      b) Rosalio mi rivolga il cazzìa.tone per aver innescato una chat e/o per essere andato fuori tema (a proposito: qual era il tema? Ah già, la foto di hombre Orlando… O il tema era Orlando??).

    19. Mi rimanda ad un giochino che si faceva a scuola. Alle medie inferiori. Non ricordo bene, mi sembra che si trattasse di disegnare un cerchio con sotto, attaccati, come due piccoli seni.
      Era un disegno semplice, per bambini semplici, e si realizzava con pochi tratti.
      Il gioco poi si concludeva con un botta e risposta per i più ingenui.
      C’entravano di sicuro sia il sombrero che il messicano.
      Comunque non sono d’accordo con quanto lamentato da Jaymar, peraltro il fotomontaggio è opera di Andrea Tuttoilmondo, nomen omen.
      Cambierei pittosto il titolo, con un
      “Senza parole”.
      Poi sotto lascerei soltanto i commenti del Folklorista, i sei o sette che ha già scritto e quelli che aggiungerà.
      Non sarebbe male cosi, forse.

    20. Comunque l’ex assessore al bilancio non era Marchetto, ne Marchetta ma Marchetti.

    21. Jaymar che ti devo dire? Secondo me il sindaco Cammarata sta operando bene per questo terzo mandato.

    22. 🙂 🙂 🙂

    23. Mi piacerebbe invece sentire espressamente gli orlandini,come spiegano questi clamorosi inciampi della premiata ditta Orlando ?
      COme mai questa attesa protratta dei giusti provvedimenti ? come mai ORlando non ha detto prima che toccava alla regione risolvere il problema? PErche’ ha millantato la capacita’ di risolvere il problema e invece adesso ci troviamo qui?
      Invece che fare lo spiritosello ( altra categoria infantile della mia maestra elementare) peerche’ manuelo e gli orlandini che seguono parchi di parole non ci spiegano tutto cio ‘?

    24. @manuelo, i tempi sono cambiati.
      oggi i bambini non fanno più cerchi sui quaderni, ma si divertono a scrivere programmi di governo, scimmiottando gli adulti. l’intenzione è in fondo lodevole, il risultato infantile, com’è normale che sia, quando i bambini si mettono a giocare con le cose da adulti.
      http://www.palermopiu.net/download/SINTESI_Programma_Ferrandelli.pdf
      il povero folklorista non si è ancora ripreso da quando gli adulti gli hanno detto che lui e il suo ferrandelli avevano giocato abbastanza, e da allora frigna che i cattivi che gli hanno rotto il giocattolo sono brutti, puzzano e il sindaco non lo sanno fare.
      so’ ragazzini!

    25. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    26. Ok, Giuseppe Tucci, hai perfettamente ragione sul nome di Ugo MARCHETTI, il correttore automatico fa brutti scherzi e mi scuso.
      Riguardo a Tony… Sardonico e spazza-area, como siempre 🙂 … l’idea che hai reso nel contro-commento è comunque succinta ed esauriente; non concordo in pieno ma resto anch’io deluso dall’immobilismo del nostro attuale Sindaco cui urlerei, per restare in tema, ¡Hechos y no palabras!

    27. GEntilissimi, allora devo dire che ho indotto io il gentle Jaymar in tentazione in errore. Ero francamente con tutto me stesso a dire MArchetto (che , se non erro e’ anche il nome di un altro generale).
      Marchetti o Marchetto comunque poco conta. Il fatto grave ed eclatante e’ che uno dei perni sui quali si fondava la promessa di risanamento del comune, gli accordi con Roma,il lavoro di credibilita’ della giunta e’ andato via dopo appena due mesi ,con pessima effige di torsoliana memoria da parte di Orlando.Jaymar , dici benissimo : IMMOBILISMO,e’ come se la palla al piede delle partecipate impedisse e fagocitasse tutto il resto dell’azione amministrativa.
      STALKER. forse sei tu a dovere aggiornare le tue conoscenze : l’eccezionale successo di Ferrandelli e Crocetta alle regionali smentisce ogni tua categorica ( come sempre ) e infondata ( come sempre) deduzione

    28. @folklorista, peccato si stia parlando del sindaco di palermo, e ti ho linkato il programma elettorale del TUO candidato (trombato). un programma per governare – forse – disneyland con pippo e paperino, non certo palermo.
      che poi il duro e puro si sia riciclato col PD e l’UDC pur di avere una poltrona non necessita di ulteriori commenti.

    29. Stalker
      sul tuo giudizio sul programma non posso dir nulla,de gustibus.
      certo qualcosina la ritroverai in quello di Crocetta, in primis l’attenzione verso le energie rinnovabili.
      E poi in citta’ stai attenta a dove metti i piedi, come me ci sono state almeno 5 mila persone che lo hanno votato, e duemila in provincia. Certo, scimuniti come me
      🙂
      Attendiamo alla possima DA TE la LUCE

    30. ..non era una minaccia, ma ti invitavo a stare attenta a non calpestare noi umili mortali
      🙂

    31. ..scarrafoni 🙂

    32. Picciotti, vi devo informare che da spettatore (non commentatore)… lo spettacolo non teme confronti.
      C’è persino quello stolto, in stato senile, che cambia i nomi della persone; quante volte abbiamo visto nonni che scambiavano i nomi ai nipoti, certe volte pure ai figli… tenera senilità.
      E si scusa pure; ma di che? Non ci si scusa per un “normale” evento naturale, la senilità.
      E nemmeno di scrivere con le zampette di gallina. Gallina senile! (amo le galline animali, per informazione; hanno lo sguardo intelligente, contrariamente a certa razzaccia umana. Razzaccia, col sorriso).
      Non ci si deve scusare nemmeno di scambiare – “grazie” alla senilità – le geniali fantasie e le metafore di Manuelo, per giochi da spiritosello.
      Ma io la devo dire una cosa a Manuelo:
      “ma cosa pensi che gliene importi alla gente comune, semplice, che lavora: a un povero bracciante lucano, a un pastore abruzzese, a una modesta casalinga di Treviso, che gliene importa di queste tue tematiche intellettualistiche, solitarie, masturbatorie. Forse noi possiamo capire questi tuoi giochi intellettuali, questi esperimenti linguistici, ma una casalinga di Treviso cosa capisce di questo tuo linguaggio nuovo…

    33. niente, non ci arriva proprio a capire quello che legge.
      si sta parlando di orlando, il sindaco (capisci la parola sindaco?)che tu non perdi occasione di attaccare da quando ancora non si era nemmeno insediato, solo perchè ha battuto il tuo candidato sindaco, che aveva fatto le marachelle alle primarie.
      allora ti ho postato il suo programma (suo di ferrandelli), che pare scritto da un bambino delle elementari, dove si parla solo di ricreazione e aria fritta, in una città con le problematiche come quelle di palermo, dando (io) per scontato che con un programma così miserello, non si sarebbe potuta amministrare neanche disneyland, visto che disneyland è una multinazionale, e perfino per far vestire i dipendenti da topolino e paperino, ci vogliono bravi manager.
      hai capito adesso?
      (ho cercato di spiegartela come ad un bambino delle elementari, chissà che la capisci…dubito)

    34. ps dunque, che c’entra crocetta (e il suo programma) presidente di regione, con orlando sindaco di palermo?
      intanto a palermo ha vinto orlando, stracciando il tuo candidato e il suo programma inconsistente, stacci!
      prendi esempio dagli americani, che almeno apparentemente sanno perdere, come dimostrano le dichiarazioni odierne di romney.

    35. pva bene va bene non ppiangere ,d’accordo, ha vinto.
      Ma e’ proprio questo il problema: lui ha vinto, ma si trova in Mexico.e noi siamo qua con le pezze sul di dietro

    36. guarda che io non piango affatto, qui se c’è un maniaco depressivo sei tu. 😀

    37. giuro, l’ultima e chiudo la chat col folklo, ma mi fa troppo ridere, e questa a lui e al suo “celestino” glielo devo proprio dedicare.
      http://www.youtube.com/watch?v=tmckM3rAYms
      ok, orlando (non che io sia orlandiana) è andato in messico a spese dei messicani, mentre palermo brucia. fosse stato eletto il SUO “celestino”, siamo sicuri che non sarebbe scappato in africa e chissà a spese di chi?
      “ferma tutto e vai in africa, celestino”

    38. Grazie, grazie
      onoratissmo
      🙂

    39. Alla suocera 🙂
      ..e saluti a mio nipote Gigi
      🙂
      Tuo stolido Nonno Folkl

    40. Inutile commentare chi con disinvoltura salta di ramo in ramo (e si candida) per arrivismo. Inutile perdita di tempo.
      Vi voglio solo informare che Orlando non esiste, è solo un’invenzione, un’idea “geniale”* di Orlando Cascio, un’idea per allocchi, siano essi fans, o ex fans oppositori, ma eventuali futuri fans.
      * idea geniale, commisurata, evidentemente, al posto e agli uomini ai quali si rivolge, perché in altri posti Orlando sarebbe solo un attore di serie b.

    41. Grazie Gigi. Ma intanto era già arrivata la nota di Rosalio, con il lapis rosso.
      ” Vi invito a rimanere in tema ”
      Ma qual’è il tema ? Orlando ? Il sombrero oppure il muro che sembra scrostato ? O la luce intensa di un Messico senza nuvole, che apre alla speranza ?
      Potrebbe essere la chitarra, invece.
      ” Una chitarra suonerà per tanto tempo ancora ”
      Questi però son soltanto “pensieri di contrabbando” di uno che Palermo se l’è lasciata alle spalle, come un ricordo meraviglioso ma ormai improbabile, fuori tempo massimo.
      Ps Oggi ho conosciuto una giovane coppia, in trattoria. Siam finiti a parlare di cinema.
      In verità parlavano solo loro, del loro film preferito: ” 2001 Odissea nello spazio ”
      Ripetevano ” Che capolavoro, che capolavoro… ”
      Avrei voluto contraddirli, perchè per me quel film è soltanto un prodotto, ottimo però come la Coca Cola. Ma pur sempre un prodotto, ed in più non individiduale ma collettivo.
      In maniera analoga ai grattacieli ed ai ponti di New York, non ci dice niente sul suo autore ma molto semmai dell’America di quel periodo.
      Non ho parlato invece, solo gesti di approvazione. Lei era così giovane e bella, con occhi di cielo pieni di entusiasmo.
      Che schifezza la vecchiaia, caro Gigi.

    42. Manuelo, forse è l’anello…
      chi mi ha fatto le carte mi ha chiamato vincente(i),
      ma uno zingaro è un trucco…

    43. “Che schifezza la vecchiaia, caro Gigi.”
      che gran bel dono la vecchiaia, spero di meritarmela e di trattarla come merita, come quelle cose da maneggiare con cura e senza tanto riguardo, come quando ti ci avvicini senza averne paura e in fondo terrore, come immagino abbia fatto il sor mario, in un meraviglioso ossimoro. rinuncia o grande libertà di scelta?
      secondo me immensa libertà.
      quando penso alla vecchiaia e la fine corsa pensare a lui è un attimo, con grande rispetto.
      non voglio di certo emularlo, la mia vecchiaia non è ancora così vicina, e la mia voglia di vivere ancora alta, prendo solo appunti, e rifletto sulla speranza e sulla rabbia, sulla necessità primaria, urgente, e sull’accomodarsi.
      http://www.youtube.com/watch?v=cwKA-X6dNLM
      non so se tanti giovincelli che sgomitano abbiano capito quello che stava dicendo.
      forse un giorno si è rotto le palle, della sua vecchiezza, del corpo che non riconosci, di un mondo che non riconosci più….e di un sacco di chiacchieroni che lo adulavano, senza capire un ca:zo di quello che diceva.
      chissà.
      fine ot
      del resto questo post era solo un fotomantaggio di un campesinons, avremmo anche potuto postare ricette di cucina messicana e foto di amache.
      tutto e niente, quindi.

    44. Penso che la vecchiaia facesse schifo anche a lui.
      Lo dimostra un film come “Un borghese piccolo piccolo”, che Monicelli girò quando aveva sessantadue anni. Alla fine quindi delle burle ed anche della commedia all’italiana.
      Ora, è vero che la pellicola passò come apologo sull’Italia orrenda di quegli anni bui, ma secondo me ( ma forse solo secondo me ) è soprattutto un viaggio dentro l’inferno della vecchiaia e nei suoi gironi.
      Ed infatti il protagonista va in pensione pochi giorni dopo la morte violenta del figlio. Al compimento del sessantaduesimo anno d’età.
      C’è una sequenza che mi è rimasta impressa, come una cicatrice. Quella, infernale appunto, della sala di attesa, al cimitero.
      Ecco : “una sala di attesa del cimitero”, dove una vedova cerca invano di lanciare un fiore sulla bara del marito, posta all’ultimo piano, un vecchio chiama ad alta voce il figlio morto perchè vorrebbe dire l’ultima preghiera ma la bara non si sa dove sia.
      Ed ogni tanto una cassa esplode, a causa della pressione dei gas interni, provocando piccoli terremoti nei ripiani sottostanti.

    45. ..ma..ma ..ma sono i Rotoli !!!!

      🙂 🙂 🙂

      (Scusate, lo so ,meglio se stavo zitto.La poesia tintinnava .Pero’ la tentazione e’ la tentazione.)
      🙂

    46. Ma quale poesia, folklorista, il film è un pugno allo stomaco, anzi una gragnola di pugni in tutte le parti del corpo e del’anima. Che fai poi ancora in piedi, a quest’ora ?
      C’è mio fratello al Rotoli, nella tomba di famiglia dei nonni materni. Non so più da quanti anni non vado a trovarlo, forse non so neanche come ritrovarlo. O pregare per lui, d’altronde non l’ho mai fatto.

    47. Caro amico Folck…..Crocetta e Ferrandelli un successo straordinario? Vada per Ferrandelli, ma era ovvio, la notorietà della candidatura a sindaco ti fa acquistare più voti, ma dire che Crocetta ha avuto uno straordinario successo??? Pensiamo sempre che è stato eletto da meno del 20% degli elettori aventi diritto, pensiamo sempre che ha votato meno del 50% degli aventi diritto….pensiamo che la somma dei voti di Musumeci e Miccichè, esponenti di partiti solitamente alleati, avrebbe dato ad uno di loro due la presidenza della regione.
      Avete vinto in modo rosicato…e per di più con una spada di damocle di nome UDC…..per intenderci il partito di Cuffaro 🙂

    48. quoto mapercarità 😛

    49. Non cambierà mai nulla …… Crediamo ancora nelle favole …… E abbiamo dato il nostro futuro in mano al nostro passato pensando che …….. Vi lascio immaginare.

    50. Antony977 allora avete lo stesso medico! 😀

    51. Vi ricordo che questa non è una chat, vi invito a essere rispettosi nei confronti degli altri commentatori e rimuoverò ulteriori commenti fuori tema. Saluti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)