giovedì 23 nov
  • Stanno smantellando la Catturandi?

    “Sub lege libertas”

    C’è un comunicato inquietante del Sindacato Italiano Appartenenti Polizia che lancia l’allarme sul possibile smantellamento della Catturandi, la sezione della Squadra mobile di Palermo che dà la caccia ai latitanti di Cosa nostra.

    C’è scritto, tra l’altro:

    «Abbiamo ancora vive le immagini festanti della parte sana della gioventù di Palermo adunatasi sotto la Squadra Mobile. Eravamo lì quando con cori da stadio i giovani, che credevano possibile e volevano una Palermo migliore, inneggiavano alla cattura di Provenzano, dei Lo Piccolo, di Pulizzi, Adamo, Nicchi, Raccuglia.. fino all’ultimo recente arresto in Venezuela di Bonomolo. Segno dei tempi che cambiavano, segno di un mondo in evoluzione di una Palermo ogni giorno più solare. Non era solo un reparto della Mobile da incardinare in un’ottica spartitoria di risorse e compiti, é stata ed é il segno che la mafia poteva essere sconfitta, che i suoi mostri sacri non erano intoccabili, che vincere era possibile, che IL SANGUE DEI TROPPI COLLEGHI CHE CI HANNO PRECEDUTO NON ERA STATO VERSATO INVANO. Sulle fredde scrivanie dei ragionieri delle ragioni dei conti e degli “straordinari” e delle “missioni” tutto ciò non é valso a nulla»

    Lo sfondo è una vicenda sindacale però quello che viene indicato come uno smembramento e uno smantellamento di fatto nel comunicato e il malessere degli agenti per quella che viene indicata come una inconcepibile scarsa attenzione da parte del questore e del dirigente della Mobile («neppure una telefonata» scrivono) sono campanelli d’allarme.

    Stiamo accanto alla Catturandi!

    Palermo
  • 6 commenti a “Stanno smantellando la Catturandi?”

    1. Ma perchè riusciamo a liberarci delle cose buone e utili? Sono attonita.

    2. Io sono sconcertato, che un questore o un funzionario che si trova dietro un miserabile tavolo, possa permettere una simile situazione.
      La squadra catturanti, composta da uomini, pilastri della giustizia, quella vera….andare incontro ad una simile reazione….
      Il questore come chi sta attorno a lui dovrebbe scendere in campo e confortare non solo con le parole…..ma ahimè dietro un titolone del genere c’è sempre una mela marcia….

    3. Queste notizie lasciano l’amaro in bocca….
      Non oso pensare chi o come verrà fatto il lavoro che queste persone hanno fatto finora…

    4. …mi piace pensare che si tratti del peggiore scherzo perpetrato da un signor qualunque ad un gruppo di eroi, che con abnegazione continuano a “vendersi” la vita, in nome della legalità. Pensare ad un Questore della Polizia che si lascia sedurre da una “soluzione finale” così scandalosa, è come guardare attoniti al Papa che, senza mezze misure decide di cancellare i Frati Francescani dalla faccia della terra…signori…RIPENSATECI

    5. Questa, caro Rosalio, e’ “informazione”: una notizia riportata in maniera neutra, anche se ascoltando l’unica campana di uno dei tanti sindacati di polizia. Giusto porre l’allarme. Ma concediamo anche il beneficio del dubbio in ordine a una potenziale riorganizzazione della Squadra Mobile volta a fornire maggiore “efficienza” (intesa come “raggiungimento dell’obiettivo con il minore dispendio possibile di risorse”) al comparto investigativo?). E poi, quanta retorica… :-S

    6. e’ bene sapere che non c’è affatto uno smantellamento. solo 9 poliziotti sono stati aggregati dalla sezione catturandi ad altra sezione (criminalita’ organizzata) che peraltro rappresenta la piu’ importante delle sezioni della squadra mobile! e di questo forse i “9” si vergognano? come a dire “gli altri non contano nulla e solo noi siamo veri poliziotti”?… ma fatemi il piacere!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)