martedì 12 dic
  • Letterina, in libertà, per Babbo Natale

    Caro Babbo Natale,
    scrivo a te con immenso piacere
    dopo anni di astinenza da letterina.

    Anzitutto, prima di cominciare,
    in confidenza, tra me e te…
    dai che un po’ ti dispiace che i Maya
    c’hanno preso per il “chissaché”;
    pensa a quanto avresti risparmiato
    in un periodo dove si pensa solo a tagliare:
    regali per nessuno, folletti in ferie forzata,
    le renne in giro con Fiorello e tu,
    si proprio tu, homo rossus e grassus,
    bello “spaparanzato” nel divano a guardare la tv;
    anche tu, ogni anno, è giusto che la dose di Una Poltrona per due possa vederla.

    Bando alle ciance, ciancio alle bande,
    ti evito il turpiloquio di recupero
    degli ultimi anni in cui sono stato assente dai tuoi pensieri
    per mia scelta, ma quattro paroline te le devo dire ugualmente,
    mica te la passi liscia, ma neanche gasata o Ferrarelle:
    cazzarola, un regalino bello bello bello quando?

    Anni che chiedo un posto in Parlamento e niente,
    mi tocca fare un video a 5 stelle su YouTube;
    tempo addietro, anni e anni fa, ti chiesi, chiedetti,
    chiedei, oh insomma quello lì,
    anche una Nicole Minetti personale e tu che fai,
    solo Nicole Minotti, altro che.

    Una volta chiederessi, chiederebbi, è uguale,
    un bel “coccio” di fortuna e tu che fai,
    il culo me lo gonfi, ma solo in dimensioni fisiche, ti pare corretto?!

    Beffa delle beffe, ti chiedo di salvare l’Italia e tu cosa fai,
    te ne spunti con un nano da giardino onnipotente che da politico fa il comico,
    un comico che tenta di fare il politico
    ed un Gargamella che perderebbe, perderesse, perdereqque,
    anche se facesse una gara contro se stesso a scopa.

    Per evitare, quest’anno cambio presupposti e ti chiedo due cose semplici:
    la prima,
    sapere che le persone
    che amo stiano, stestero, starebberessero, vabè quello, bene
    e con il sorriso marchiato a fuoco sul volto(ecco come sentirsi Miss Italia stile:
    “desidero la pace nel mondo”);

    la seconda,
    gràpiri stu cassetto e realizzare almeno uno dei tanti,
    ma proprio tanti, sogni proibiti.

    Con simpatia, rispetto e stima.

    P.S: Tu non hai twitter giusto?
    Vno vestito di bianco con le Prada lo vsa, anche se dice di rispondere e poi se la “rifardìa”…
    prendi spvnto da questi uomini moderni.

    Ospiti
  • Un commento a “Letterina, in libertà, per Babbo Natale”

    1. AUguri per un Santo Natale

    Lascia un commento (policy dei commenti)