giovedì 19 ott
  • Non è tutto Ufo quello che luccica!

    Vorrei iniziare col presentarmi: sono il rappresentante provinciale del C.I.S.U. (Centro Italiano Studi Ufologici) Sez. di Palermo e vorrei ringraziare Rosalio per l’ospitalità.

    Il Centro Italiano Studi Ufologici è un’associazione culturale di volontariato nata nel 1986, che raccoglie la maggior parte degli studiosi e appassionati di ufologia di orientamento razionale in Italia. Il CISU ha per obiettivi la promozione dello studio scientifico del fenomeno, il miglioramento della circolazione dell’informazione e il coordinamento delle attività di raccolta delle testimonianze, di studio del fenomeno, di diffusione obiettiva dei dati e delle conoscenze acquisite. Da anni collaboriamo al mensile di divulgazione scientifica Focus con una rubrica fissa dedicata alle segnalazioni UFO giunte dai lettori.

    Oggi vorrei un po’ raccontarvi ciò che è successo nell’estate 2012.

    Il 13/07/2012 verso l’01:30, è stato osservato, soprattutto nella Sicilia orientale ma anche in altre zone della Sicilia tra cui Palermo, un bel bolide con scia persistente per oltre quattro minuti.

    Nei giorni successivi al 13/07, siamo stati subissati dalle segnalazioni. Quello che in gergo viene chiamato flap! Tra tutte le comunicazioni giunte, soltanto 2-3 persone hanno capito di cosa si fosse trattato in realtà, anche se non capisco perché abbiano inviato la segnalazione a siti o forum a carattere ufologico…mah.

    Nonostante un comunicato del G.A.C. (Gruppo Astrofili Catanesi) in cui si spiegava si fosse trattato di un bolide inusuale per luminosità e non associato ad alcuno sciame meteorico, tutto ciò non è bastato a calmare gli animi. La spiegazione non è servita a nulla, anzi..

    Alcune “perle”:

    «Stanotte a Palermo,venerdì 13 Luglio intorno alle 01:15,ho visto in un nano secondo un oggetto grande con luci blu e rosse credo, sfrecciò leggermente verso in basso e ad un tratto è scomparso, lasciando 4 scie bianche. inizialmente credevo una cometa (???) ma era troppo vicino e grosso e poi ne lascia soltanto una, di scia».

    «Vorrei aggiungere inoltre k sembrava andare oltre la fisica (???) poiché la forma a S sembrava la reazione di un oggetto apparentemente fermo o lento ma occupava la traiettoria delle scie arancioni k erano perfettamente parallele e si intuisce infatti un movimento veloce come 1 aereo come si può spiegare tutto questo?».

    «Sono sicura che non era ne un razzo lanciato dalle barche ne una stella…era troppo grande e comunque ripeto non era circoscritto solo in una parte di cielo ma tutto si è illuminato…dopo una scia enorme molto spessa e a forma di “s”è apparsa e svanita in pochi secondi…c’erano vicino alcune luci rosse strane (???)…mi sono molto spaventata…».

    «Una cometa non era perché si vedeva chiaramente che era molto più vicina» (???).

    Ecco il rifiuto di ogni spiegazione RAZIONALE, ovviamente quando c’è. Tutto ciò si verifica regolarmente anche quando l’evidenza è palese ( lanterne cinesi, palloncini, bottoni tirati per aria, aerei, satelliti, pianeti, sorpresine Kinder, conigli scuoiati e spacciati per aborti alieni ecc ecc.)

    Insomma, una tragedia. Ma perché? Non siamo più abituati a guardare il cielo, scarsa conoscenza, il volersi aggrappare e sperare in qualcosa che sia migliore di questo marcio mondo. Purtroppo anche la tv e internet, non aiutano. È tutto un sovrabbondare di bufale galattiche, ma fa tanto audience e sono trasmissioni che mai chiuderanno dopo la 1a puntata. Inutile negarlo, il mistero affascina e coinvolge, il problema è riuscire a tenere il cervello “acceso”.
    Prossimamente spero di potervi raccontare, se Rosalio me ne darà l’opportunità, alcuni casi risolti e alcuni ancora “aperti”. Vorrei riuscire ad inserire il tarlo del dubbio a chi si è lasciato convincere che “i fratelli di luce e la confederazione galattica con a capo Asthar Sheran” siano alle porte!

    Ospiti
  • 5 commenti a “Non è tutto Ufo quello che luccica!”

    1. Di tanto in tanto (e forse non a caso sempre e soltanto da elementi che orbitano nell’ambiente del CISU)leggo considerazioni lucide, attente e obiettive.
      Tutto ciò è perlomeno confortante in un epoca in cui l’ambito della “ricerca ufologica” è pervasa da mitomani e lucrosi inventori.
      Cordiali e sinceri saluti.

    2. Non ho capito cosa sia alla fine il bolide…
      E poi ha le spie blu e rosse e la forma a S??
      Boh io non l’ho visto ne sapevo nulla ma dopo aver letto l’articolo non ho le idee più chiare… Postare una immagine esemplificativa??No??

    3. Salve,
      interessante questo argomento.
      Le vorrei sottoporre un avvistamento di un oggetto volante non identificato da me ripreso circa un anno fà. Vorrei avere un suo parere in merito. Una forte luce multicolore sul litorale sopra Capo Zafferano.

      http://www.youtube.com/watch?v=bnAr7-v7Spg
      http://www.youtube.com/watch?v=pR6h9AgDi_M
      http://www.youtube.com/watch?v=NNJlEV3OFsc

    4. A proposito di non essere molto precipitosi nel gridare all’UFO, anche se il fatto non è accaduto in Sicilia, voglio dare il mio contributo:
      Mi giunge una telefonata di un avvistamento di UFO triangolare, con luci ai tre vertici e una forte luce bianca al centro del triangolo.Non si sentiva alcun rumore. Questo UFO volava basso circa 200 metri di quota. Zona vicino lago di Bracciano. Mi reco sul posto con il testimone e mi faccio una prima idea. Poi inizio a svolgere delle indagini. Parlando con altri testimoni della zona vengo a sapere che in quella porzione di terreno si riuniscono degli extracomunitari. Pertanto non ho escluso la probabilità che si trattasse di un drone delle forze dell’ordine per il controllo del territorio.
      La mia ipotesi è stata pienamente accettata dal testimone.

    5. Grazie Tiziano per i tuoi complimenti e li rigiro a te e ai tuoi colleghi per il serio lavoro che svolgete. Per Andrea: hai ragione, non son stata chiara. Un bolide è una meteora molto luminosa (molto di più di una stella cadente) e a volte illumina a giorno il cielo notturno. Se ha una massa importante può produrre un meteorite, cioè un frammento roccioso che riesce a toccare il suolo. Riguardo le “spie rosse e blu e la forma ad S” diciamo che entra in gioco la percezione visiva dell’osservatore, il coinvolgimento emotivo davanti ad un qualcosa di inusuale e il cervello inizia ad elaborare le informazioni a volte travisandole. Spesso i testimoni, in assoluta buonafede, dicono di aver visto qualcosa che in realtà non si è verificato. Per Rosolino: ho inviato i tuoi link al tecnico. A prima vista a me non sembra qualcosa di inusuale. Vediamo cosa ne esce fuori: Per Sebastiano: Grazie 😉

    Lascia un commento (policy dei commenti)