venerdì 22 set
  • Presentata la proposta di Piano triennale delle opere pubbliche

    Città di Palermo

    È stata approvata dalla Giunta del Comune di Palermo la proposta di Piano triennale delle opere pubbliche adesso al vaglio dei cittadini (che possono fare le proprie osservazioni entro il 7 aprile) e poi del Consiglio Comunale, chiamato ad approvarlo in via definitiva.

    Il piano comprende anche gli interventi della prima annualità che, è specificato nella delibera, possono essere immediatamente cantierabili o che sono comunque già dotati di copertura finanziaria.

    Si tratta nel complesso di 660 differenti interventi per un costo previsto di oltre 3,6 miliardi di euro.

    La Favorita
    Nell’area del polmone verde della città sono programmati undici interventi per complessivi 23 milioni di euro. Comprendono le opere di recupero, la valorizzazione agricola e ambientale del parco, nonché gli interventi destinati alla manutenzione della piscina e degli impianti sportivi adiacenti o ricadenti nell’area.

    La riconversione del patrimonio comunale
    Sono programmati 22 interventi, per complessivi 115 milioni di euro. Sono compresti interventi di recupero, messa a norma, ristrutturazione e restauro di immobili comunali che potranno ospitare servizi e uffici attualmente presso sedi in affitto.

    Intervento dei privati per la costruzione della città
    Sono programmati 27 interventi per 433 milioni di euro. Si tratta di opere destinate alla cosiddetta “finanza di progetto” con capitali privati e le opere che discendono dagli onerei di urbanizzazione.

    Residenza sociale e servizi sociali
    Sono 55 interventi destinati alla manutenzione ed al potenziamento del patrimonio residenziale sociale e dei servizi sociali, compresi gli immobili confiscati utilizzabili. Rientrano in questo gruppo. il cui impegno previsto è di 175 milioni di euro, anche le opere di manutenzione degli impianti sportivi esterni alla Favorita.

    La scuola
    Sono programmati 156 interventi per 411 milioni di euro e comprendono sia gli interventi di manutenzione (concentrati nel 2013) che quelli di completamento e nuova realizzazione di edifici per scuole di vario grado.

    La rete della Cultura
    Si tratta di 29 interventi dal costo complessivo di 386 milioni di
    euro, da destinare alla manutenzione, al recupero, al restauro e
    alla messa in sicurezza del patrimonio monumentale della città,
    nonché all’aumento della fruibilità dei teatri, dei Cantieri
    culturali e dei complessi conventuali da riconvertire a spazi per la
    cultura.

    Vivibilità, pedonalizzazioni e parcheggi
    È l’area che ha il maggior numero di interventi (160) e la maggiore previsione di spesa (1,6 miliardi di euro), con la manutenzione di diversi assi viari, opere di protezione dell’ambiente e del suolo, la riqualificazione di diverse aree del centro, la manutenzione di beni artistici nei parchi urbani.

    La costa e la bonifica del mare
    Comprende 14 interventi per 50 milioni di euro destinati alla bonifica e alla riqualificazione ambientale della fascia costiera e delle aree degradate, nonché il recupero del litorale di Sferracavallo e del Faro di Capo Gallo

    Verde e verde storico
    I 36 interventi previsti da questo tema, con un costo complessivo di 97 milioni di euro, sono destinati alla manutenzione straordinaria del verde e ai nuovi impianti da realizzare nelle aree verdi, nei parchi e nei giardini storici

    Innovazione
    Si tratta di sei interventi dal costo di 80 milioni per la riduzione dei consumi energetici, per l’innovazione tecnologica e informatica, per la razionalizzazione dei consumi e per l’efficienza degli impianti di preselezione della differenziata

    Cimiteri
    Sono previsti sei interventi dal costo di 53 milioni, per l’ampliamento dei cimteri dei Rotoli e di Santa Maria di Gesù e per la realizzazione di un nuovo cimitero. È anche prevista l’attivazione con questi fondi di un sistema di pronto intervento generico

    Protezione idraulica urbana
    I nove interventi previsti da questo tema sono destinati alla sistemazione dei canali, con la previsione della demolizione e ricostruzione del canale Passo di Rigano nel tratto compreso fra la Circonvallazione e via Uditore.

    Servizi a rete
    In quest’area ricadono 114 interventi dal costo di 509 milioni di euro, legati all’ampliamento, il completamento, la razionalizzazione e la manutenzione straordinaria di tutti i servizi a rete (Acqua, fognature, illuminazione, metano)

    Tra le opere inserire nella prima annualità, figurano:

    • Diversi interventi di manutenzione, riparazione e pronto interventi in edifici scolastici e asili nido (Vittorio Emanuele III, E. Loi, Fava, Gandhi, Arculeo, Costanza Barberino, Padre Puglisi, A. Ugo, Borsellino, Piazzi, Domino, Bonagia, Lombardo Radice, Nuccio, Libellula, Gregorio Russo, Madre Teresa, Maneri, Capitano Basile, Villani, D’Acquisto, Falcone, Tomasi di Lampedusa, Ferrara, Pirandello, Santo Canale, L. Da Vinci, Rosolino Pilo, Serpotta, Pestalozzi, Paulsen, Mattarella, Aquilone, Morvillo, Papavero, Pellicano, Sant’Angelo, Topolino, Abba, Cesareo, Setti Carraro, Peppino Impastato, Tom & Jerry, Collodi, Raciti plesso Maritain, Orestano, De Gasperi, Colozza Bonfiglio, Pertini, Whitaker.
    • Manutenzione straordinaria del Ponte sull’Oreto in via Oreto.
    • Manutenzione straordinaria di piazza Lolli, piazza Papireto e Piazza Sant’Onofrio.
    • Manutenzione straordinaria di immobili comunali di interesse artistico-monumentale e di interesse culturale (Teatro Massimo, Cantieri Culturali).
    • Lavori di installazione di sistemi di sorveglianza nelle scuole.
    • Manutenzione straordinaria dello Spasimo, del complesso di Santa Caterina da Siena, Palazzo Fiumetorto Giallongo, Santa Chiara, Complesso di San Nicolò da Tolentino e Archivio storico comunale.
    • Manutezione straordinaria di Palazzo delle Aquile.
    • Manutenzione delle reti e della pavimentazione alla Vucciria.
    • Lavori di manutenzione straordinaria di impianti sportivi (Palazzetto dello Sport, Stadio delle Palme, Piscina Comunale, Diamante).
    • Lavori di manutenzione straordinaria e ampliamento di alcuni assi viari.
    • Interventi di eliminazione del pericolo di crolli dai costoni rocciosi di Monte Pellegrino.
    Palermo
  • Un commento a “Presentata la proposta di Piano triennale delle opere pubbliche”

    1. Un gran bel piano. Non dimentichiamoci però delle opere già appaltate, e con lavori iniziati ma terminati subito, come il raddoppio del Ponte Corleone e dello svincolo di via Perprignano. Ma sono sicura che il nostro Sindaco ha già un piano per fare ripartire questi lavori.

    Lascia un commento (policy dei commenti)