domenica 22 ott
  • Problemi per il tram a Palermo?

    Tram
    (foto da Mobilita Palermo)

    I lavori per la realizzazione del tram a Palermo potrebbero venire interrotti per il credito di 31 milioni di euro vantato dalla Sis verso il Comune di Palermo.

    Il 24 maggio scadrà il contratto stipulato il 6 Maggio 2006 e 300 operai potrebbero esseri licenziati. I sindacati hanno chiesto un incontro con il prefetto.

    Palermo
  • 33 commenti a “Problemi per il tram a Palermo?”

    1. Il problema per voi sono solo i 300 operai??? Continuiamo a ragionare così e affonderemo tutti (come già stiamo facendo!).
      Il tram dà lavoro anche ad un vasto indotto che non avrà cassa integrazione nè ammortizzatori sociali. Semplicemnte morirà, mentre i 300 operai, bacino elettorale fertile, otterrà al CIG.
      Quanta ipocrisia in Italia ed è triste trovare la stessa ipocrisia anche in luoghi come questi che dovrebbero essere “illuminati”.

    2. Speriamo che il Sindaco Orlando possa risolvere questa incresciosa situazione, venutasi a creare non certo per il piacere o la negligenza dell’amministrazione comunale. Tra patto di stabilità e mancati versamenti da parte dello Stato centrale purtroppo i comuni sono sempre più con le mani legate.

    3. Non e’ possibile! Adesso i Palermitani perderanno anche l’ultima opportunita’ che avevano: quella di attaccarsi al tram.

    4. volendo sdrammatizzare…ora si possono attaccare a sta m…ahahah 🙂 ridiamoci su va

    5. Colorina,
      ti invito a leggere quanto scritto da Perilli su Mobilita Palermo. La colpa in questo caso è solo del comune e dell’Assessore Giuffrè. I soldi ci sono e sono fermi da quasi un anno perchè il comune non fa quanto deve fare per predenderli. Se sia una strategia (fare fallire SIS? Bloccare il Tram??) o se sia semplice cialtroneria non so. Fatto sta che Orlando sta dimostrando davvero scarso acume e pessima amministrazione.

    6. Al momento il sito non funziona. Se è come dici tu, sicuramente c’è qualche meccanismo che non va all’interno della complessa macchina comunale, problemi che dipendono dai singoli uffici. Ad esempio io mi chiedo perché la Sis ancora non riattiva uno degli ascensori guasti dell’unico sovrapasso già fruibile) e questo guasto è una cosa scandalosa se mettiamo conto che quest’opera è stata ultimata da pochissimo; e come mai ancora si ostina a tenere chiuso il secondo sovrapasso già ultimato! Per aprilo al pubblico servono anche qui i soldi dal Comune?

    7. Colorina,
      i sottopassi sono stati consegnati al comune già da un anno, ma l’amministrazione non è riuscita ad organizzarsi per fare il collaudo e stabilire la manutenzione (per legge). La sis non c’entra assolutamente nulla. Se non mi credi (liberissima) ti rimando al twitter del comune di palermo in cui se ne parla.
      Per il tram il link è offline per eccesso di persone (incavolate) che lo stanno leggendo.
      Leggi qui, c’è un sunto:
      http://livesicilia.it/2013/05/02/lavori-del-tram-a-rischio-perillo-situazione-drammatica_308662/

      Capisco che tu sia dalla parte di Orlando, ma questa volta è inqualificabile.
      Il Tram e il Raddoppio Ferroviario sono l’unico polmone lavorativo che ha attualmente Palermo: se SIS dovesse fallire fallirebbe Palermo. Un sindaco questo lo deve capire e dovrebbe spendersi in maniera eccezionale (non solo con GESIP!). Ti rendi conto che l’ing. Perilli in un anno NON E’ MAI stato ricevuto dall’assessore Giuffrè? Ti rendi conto che quando hanno sparato che a Luglio al festino si sarebbe andati in tram NON hanno chiesto a SIS se fosse possibile? Ti rendi conto che per fare partire un tram, oltre ad avere finito il lavoro, servono 1000 pratiche che deve attivare il comune e che ancora non ha neppure preso in considerazione? Del resto se in un anno non è riuscita ad aprire dei soprapassi….

    8. Diciamo che ci sono delle chiare incompetenze fra i rispettivi uffici della regione e comune circa l’erogazione dei fondi. I fondi ci sono e non è questo il problema, ma sono i tempi burocratici che danno notevolmente fastidio.

    9. Kersal grazie per il link di approfondimento: apprezzo quando qualcuno, nel bene o nel male, vuole sostenere la propria tesi con degli argomenti.
      Ma allora è vero che il problema dell’Italia è la burocrazia, come dice sempre il Sindaco di Firenze Matteo Renzi. Detto questo sono sicura che l’incontro odierno tra il Sindaco Orlando e l’esponente della Sis possa dare un bello scossone alla vicenda. Come prima cosa la prossima settimana il sovrapasso aperto al pubblico sarebbe un bellissimo esempio concreto.

    10. finalmente con l’incontro di oggi tra Comune e Sis si sono chiarite molte situazioni: il Comune ha addirittura versato somme di non sua competenza ma delle Ragione! Inoltre ho scordato di ricordare come la Sis si è adoperata per un decreto ingiuntivo, giustamente rifiutato dal tribunale, nei confronti dell’Amat… la Sis non sta facendo un favore alla città, non è un’opera pia, fa semplicemente i suoi interessi, giusti per carità, non la dipingiamo fosse un’opera pia.

    11. Colorina,
      il tribunale non ha rigettato un bel niente, anche se il comune dice il contrario! Ha solo sospeso l’immediata esecutorietà! E gli stessi Giuffrè e l’Amat hanno dichiarato che tali somme sono dovute. (http://livesicilia.it/2013/04/25/amat-scontro-sui-pagamenti-sis-sospeso-il-decreto-ingiuntivo_304437/)
      Ed inoltre, proprio perchè non sta facendo un opera pia DEVE essere pagata in maniera puntale come gli operai necessitano di essere pagati a fine mese.
      L’Italia sta affondando proprio perchè le imprese devo anticipare enormi somme di denaro a causa delle amministrazioni inadempienti. Io non so che lavoro tu faccia, ma credo che tu pretendi di essere pagata per quello che fai. Perchè le imprese no? Secondo te quando la SIS mette i binari il ferro lo ha comprato? O lo ha fatto comparire dal nulla? E il cemento? E i cavi elettrici? E le maestranze? E i tecnici?
      Ti chiedo: se la SIS da domani non pagasse più gli operai tu riterresti la cosa corretta?

    12. no no, è corretto quello che dici, soprattutto quando parli dei debiti delle PA nei confronti delle aziende.
      Per il resto io mi rifaccio ai comunicati ufficiali del Comune e da quelli non si evince la giustificazione di tale somma richiesta dalla Sis.
      Resta implicito il fatto che Comune, o Regione, o Ministero delle Infrastrutture devono pagare nei tempi stabiliti dal contratto tra le parti.

    13. Non capisco come si faccia a difendere questa disastrosa amministrazione comunale .
      Palermo è lercia come non mai , il progetto tram se si continua così è destinato ad aggiungersi all’enorme elenco delle opere incompiute di questa città .
      Come di fa a non vedere tutto lo schifo che ci circonda ?
      Orlando ha solo saputo ripagare i suoi elettori della ex gesip “impiegandoli” nei posti più improbabili dove torneranno a fare quello che hanno sempre fatto , ovvero IL NULLA!
      Vergogna !
      Sempre più nauseato da questo schifo !

    14. Io piuttosto non la difendo affatto. Se avanzano dei pagamenti devono essere versati senza alibi e ripettando scrupolosamente la tabella di marcia, a meno chè il sinnacollanno abbia fatto una clamorosa inversione a U circa l’utilità dei mezzi pubblici in una città con un traffico sovradimensionato rispetto alla dimensione e l’importanza di questa città rispetto al resto del mondo. Su questo ne dubito fortemente, e di conseguenza si darà da fare per il versamento di 31 milioni di euro prelevati dagli 87 milioni dalla Regione. Questa vicenda ha spaccato il gruppo MobPA sui timori che l’opera si blocchi definitivamente.

    15. @Livio Ferrara, nessuno spaccamento nel gruppo 😉
      Il timore è lecito anche se analizzando attentamente la situazione, chi si prenderebbe la responsabilità di bloccare i lavori? Nessuno, visto lo stato d’avanzamento.
      Ma a parte questo, ieri alcune testate online parlavano già di fondi spariti, di regione senza un soldo e fra i commenti, addirittura di mazzette.
      Ora al di là di queste fantasiose esternazioni, mi sarei preoccupato se i fondi non fossero disponibili.
      Ma ci sono, si sapeva già e più che intoppi, parlerei di fastidiosi passaggi burocratici.
      C’è però un’anomalia: oltre un anno fa, dal comune chi aveva autorizzato dei lavori (e pagati coi soldi del comune) prima ancora che venisse approvata una variante e prima ancora del finanziamento da parte della Regione?
      Penso che durante l’estate vedremo circolare i tram in prove per l’esercizio, dentro e fuori dal deposito.

    16. Mi piace la positivita di Antony di MobilitaPalermo

    17. scusate la demagogia..
      avevamo veramente bisogno del tram?
      e poi un dubbio che mi assale: qualora si riuscisse a portare a compimento quest’opera prima della sagrada familia, nelle stesse strade dove ora ci sono i binari transiteranno anche autobus e macchine? se è così siamo a posto…

    18. Ma..si ..che ce ne facciamo dei TRAM.
      Apriamo supermercati per raccomandati.
      I parchi lasciamoli pieni di immondizia,prostitute e randagi.
      Paghiamo più tasse per avere la città più sporca,non progrediamo mai, e che il sindaco continui a darla vinta a tutti i parassiti,cialtroni,prevaricatori,e nullafacenti che devono camparsi la FAMIGGHIA.
      Siamo alla frutta.

    19. antony977 , mi hai tirato su di morale ora, anche se mi pareva nel vostro sito che blackm0rpheus dava l’opera per spacciata, segno che sta accadendo qualcosa di grave. Finchè sono i lettori divisi sullo stato di esecuzione dei lavori è tutto sostanzialmente ok, perchè ognuno di noi ha conoscenze diverse, interpretazioni diverse e anche ipotesi differenti sulla vicenda. Ma se anche solo uno di MobPA o perfino tutti voi membri lanciate l’allarme allora tutti o quasi tuti i lettori di norma pensano che le cose si stano veramente mettendo male. Io infatti sapevo che la regione i fondi li aveva stanziati e ci sono, ma ho temuto per un intoppo burocratico o anche per un losco piano per fregarsi i fondi usando lo scaricabarile come scudo pr pararsi i culi politici a vicenda, e dunque in entrambi i casi che comportasse la scadenza dei termini previsti, venendo meno gli accordi. E’ solo questo che sto temendo, nonostant la presenza delle risorse, certo.

    20. Cetty, il tram è un mezzo di trasporto di massa molto utile, paragonabile ad una metropolitana di superficie ma con costi di realizzazione molto inferiori. Infatti le sue corsie possono essere utilizzate esclusivamente dai tram, poiché separate da cordoli e ringhiere.

    21. Chiediamo una linea di TRAM per la Favorita, piuttosto che la strada monca parallela al muro storico he rovesverebbe un fiume di auto su Pallavicino!

    22. Humby, purtroppo una nuova linea del tram richiede costi ed interventi massicci.
      La penso come te per quanto riguarda la nuova strada proposta per adesso solo come idea: questa strada non arriverebbe direttamente a mondello, andando a terminare appunto a Pallavicino. Inoltre andrebbe a occupare delle aree libere e/o verdi, a ridosso di ville storiche, che invece andrebbe recuperate e valorizzate.

    23. si, lo so colorina cosa è il tram, mi chiedo se ne avevamo bisogno e mi chiedo se dove passerà il tram continueranno a passare veicoli a motore. Se sarà così credo che il tram non servirà praticamente a niente se non a creare ancora più traffico.
      Vorrei fare notare a chi ha scritto dei supermercati, che il tram è arrivato proprio per la costruzione del centro forum e del centro la torre….

    24. cetty, perdonami ma continui a fare la stessa domanda di cui io ti ho già fornito la risposta…quindi mi pare assurdo continuare a scrivere le stesse cose. Inoltre devo smentire anche le tue affermazioni inesatte sul legame tram-centri commerciali: infatti non sono le linee del tram ad essere fatte in base ai centri commerciali da te citati, ma sono i centri commerciali che sono state fatte in aree strategiche e “idonee” ad ospitare grandi strutture.

    25. Dire che i tram sono arrivati per i centri commerciali, è una grande sciocchezza. Il progetto Forum risale al 2006 mentre per le linee tram parliamo del 2001.
      Fate voi 😀

    26. I tram possono svolgere un servizio utile e più puntuale nelle tratte strategiche.tipo collegamento Borgo Nuovo e Centro Città’,riducendo la necessità’ di aree di parcheggio in centro ed assicurando la presenza nei luoghi di lavoro in rispetto agli orari di lavoro.
      I Centri Commerciali sono nati in aree praticamente in stato di abbandono,e quindi
      aree incolte e degradate ed hanno migliorato la situazione Urbanistica oltre a svolgere una funzione essenziale quale quella della grande distribuzione.
      Lo stop ad ulteriori centri commerciali e’ una vera intrusione contro l’iniziativa privata.
      Ci sono zone non coperte da attività’ di questo genere e ci sono spazi da riqualificare,come quella della Fiera del Mediterraneo,cessata x fallimento.
      Il giorno in cui il Mercato Ortofrutticolo verrà’ decentrato,cosa auspicabile,quella e’ un’area adatta a realizzare un bel Centro Commerciale.Idem x Ucciardone,carcere.
      Se si riuscisse a portare i tram all’ingresso di ogni Centro Commerciale,sarebbe certamente una mossa intelligente.

    27. I commenti di cetty rivelano desolatamente le più retriva e , direi, reazionaria mentalità palermitana, purtroppo diffusa e temo prevalente. E’ evidente che non ha mai messo il naso forse oltre Ficarazzi; i tram viaggiano in sede propria ma le restanti parti della carreggiata continuano a essere utilizzabili dai veicoli a motore privati. Le linee di trasporto pubblico su gomme non si andrebbero a sovrapporre negli stessi percorsi! Mentre tornando alle care “macchine” fisiologicamente dovrebbero ridursi di numero in questi percorsi, andando a costituire i tram un’offerta di trasporto rapida, puntuale e ragionevolmente economica. Io, fortunatamente, abito in centro e compio il 90% dei miei spostamenti a piedi, utilizzando sporadicamente il 101. Penso che, se abitassi in un quartiere periferico ad alta intensità abitativa come Borgo Nuovo o Brancaccio, non esiterei a scegliere il tram per spostarmi in centro e viceversa. Questo è il senso del progetto e non (solo) il collegamento ai centri commerciali. Ne sono così convinto da proporlo ai nostri amministratori anche per collegare Mondello, quartiere residenziale e non solo stagionale, anche se, in questo caso, il tram avrebbe anche un’importantissima funzione turistica, una volta soppresso l’806 attraverso la Favorita. Devo comunque ammettere che a Palermo, dove le chiusure mentali alla cetty sono maggioritarie, non sempre un’offerta di modernizzazione e razionalizzazione produce un’evoluzione culturale che incida sulle (cattive) abitudini. Un esempio per tutti: il display del parcheggio di piazza V.E. Orlando mostra 256 posti liberi e contemporaneamente il corso Olivuzza continu a essere afflitto dalle seconde e terze file prodotte da persone misere, più mentalmente che economicamente…

    28. cala l’inquinamento urbano

    29. giusto Antony, quello che ho detto prima io 😉

    30. Anche se i tram fossero arrivati a seguito dei Centri Commerciali,
      non vedo la controindicazione.
      I tram sono nati per scaricare il traffico delle auto al centro città.
      e ridurre l’inquinamento.

    31. Certo ilPunto! Qualsiasi attività servita da tram è un bene per il trasporto e il traffico cittadino.

    32. Il bilancio energetico dovrebbe pure essere a favore del tram,dato che si tratta di un mezzo collettivo di trasporto persone .
      100 persone che vanno al lavoro in tram,lasciano a casa 100 automobili.
      La potenza energetica che muove un tram e’ sicuramente inferiore alla potenza
      necessaria a muovere 100 motori di automobili.

    33. Il bilancio energetico dovrebbe pure essere a favore del tram,dato che si tratta di un mezzo collettivo di trasporto persone .
      100 persone che vanno al lavoro in tram,lasciano a casa 100 automobili.
      La potenza energetica ,elettrica,che muove un tram e’ sicuramente inferiore alla potenza
      erogata da 100 motori di automobili.

    Lascia un commento (policy dei commenti)