martedì 17 ott
  • Miccoli amico del nipote di Messina Denaro, Zamparini lo “scarica”

    Fabrizio Miccoli
    (foto di A. Romano)

    Dopo l’amicizia con il nipote con Mauro Lauricella, figlio del boss Nino detto “‘u scintilluni”, il capitano del Palermo Fabrizio Miccoli è di nuovo al centro delle polemiche per l’amicizia con Francesco Guttadauro, nipote del boss latitante Matteo Messina Denaro.

    In una intercettazione della Dia Miccoli dice a Guttadauro: «Non venire al campo, ci sono gli sbirri nuovi». Miccoli ha ospitato Guttadauro in casa a Lecce e lo avrebbe incaricato di recuperare alcuni crediti di una società che gestisce una discoteca.

    Ieri è intervenuto il presidente Maurizio Zamparini: «Quanto successo a Miccoli è la dimostrazione che per lui è meglio lasciare Palermo. Adesso ha bisogno di cambiare aria, può andare negli Emirati. Non conosco bene la situazione, ma purtroppo non poteva certo sapere che il suo amico fosse il figlio di un mafioso».

    Palermo
  • 5 commenti a “Miccoli amico del nipote di Messina Denaro, Zamparini lo “scarica””

    1. queste persone… più sono ricche sfonfate..più vogliono sfondare il culo ai cittadini onesti con le loro amicizie mafiose o figlie di mafiose

    2. La faccenda merita una premessa: zamparino è un self made man, divenuto grande uomo d’affari (non scrivo imprenditore, né investitore, perché, per esempio, nei centri commerciali che costruisce si vende in prevalenza merce importata, quindi prosciuga le già povere economie locali, in cambio di qualche posto di lavoro precario, dopo avere fatto chiudere altre attività cittadine).
      Ma essere ricchi affaristi quasi sempre non coincide con l’essere artisti in genere: cineasti, pittori, musicisti. Anche nel calcio occorre talento; anche sapere fiutare il talento dei giocatori. zamparino di calcio non ne capisce un tubo, infatti ha dilapidato, ogni anno, decine di milioni per comprare decine di bidoni, ha dilapidato i soldi che i tifosi pagano per passione e senso di appartenenza (tv, stadio, merchandising, queste tre voci valgono 50 milioni; poi enti pubblici, RAI, lega, pub sponsor, tutte voci legate ai soldi pagati dal pubblico). zamparino è l’unico uomo su terra capace di retrocedere con 70 milioni di introiti, ma è arrogante, come lui solo B. e d’alema; e da quando è retrocesso ha accentuato la sua arroganza e le sue interminabili interviste piene di dichiarazioni strambe. zamparino per ottenere risultati sportivi utili alla sua visibilità ha accettato di ingaggiare allenatori e giocatori di talento, ma appena sono diventati beniamini del pubblico è venuta fuori la suia gelosia patologica, e li ha cacciati tutti, anche umiliandoli pubblicamente. Solo Miccoli ha resistito, perché troppo amato dal pubblico, ma zamparino prova a liberarsene da diversi anni, anche se Miccoli gli ha salvato il c.luo (anche economicamente) diverse volte. Ora arriva l’assist, per liberarsene. Ma zamparino ha problemi giudiziari a Benevento da diversi anni, gli hanno persino sequestrato le quote societarie del Palermo, da quel che si legge non è mai stato condannato, ma i problemi giudiziari a Benevento non sono ancora passati in archivio. zamparini non ha lasciato Palermo per i suddetti problemi giudiziari; non è stato condannato; come Miccoli.
      P.S. ho letto diversi benpensati e le loro conclusioni affrettate. Non si sa se Miccoli si è comportato solo da “min chia di mare”, se per ingenuità non è entrato nel sistema “ti faccio un favore, ora ricambia”, o se ha commesso reato. zamparino si dimostra meno signorile di quel che già si sapeva.

    3. una bellissima e giustissima risposta immediata del Presidente del Palermo Calcio Zamparini. Ne sono davvero felice, e devo ammettere anche un po’ sorpresa.

    4. Quali erano i vecchi sbirri?

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Miccoli amico del nipote di Messina Denaro, Zamparini lo "scarica", 4.5 out of 5 based on 2 ratings