sabato 18 nov
  • 389esimo “Festino” di Santa Rosalia: carro, video e social media

    “Festino” di Santa Rosalia

    Il carro trionfale del Festino di Santa Rosalia è stato spostato nell’angolo superiore destro del Piano della Cattedrale per inaugurare il cantiere per realizzare il carro che sfilerà il 14 luglio, visitabile al pubblico tutti i giorni.

    Sandro Tranchina, direttore artistico della 389esima edizione ha dichiarato: «Il progetto del carro trionfale tiene conto del manufatto esistente e ne rilegge colori e decorazioni, in chiave barocca. Lo scafo, da variopinto, diventa oro intenso; le piastrelle vivaci sono sostituite da rossi rami di corallo; le forme del Monte Pellegrino ai piedi della Santuzza diventano austere. L’insieme diviene prezioso ed elegante come un oggetto da WunderKammer, una saliera di Cellini».

    Il carro sarà dotato per la prima volta di un sistema di amplificazione che renderà fruibili le note dell’orchestra Giovanile del Conservatorio lungo il percorso del Cassaro e di proiettori miniaturizzati che si basano sulla tecnologia Led.

    È online una versione iniziale del nuovo sito (realizzato da IM*MEDIA) con un video inedito in timelapse.

    Sono attivi anche i nuovi canali sui social media: facebook, twitter, YouTube e flickr.

    Palermo
  • 10 commenti a “389esimo “Festino” di Santa Rosalia: carro, video e social media”

    1. Sono molto curiosa di apprezzare anche quest’anno il lavoro di Sandro Tranchina, che l’hanno scorso è stato davvero innovativo e strabiliante!
      Non c’è che dire, il Sindaco Orlando è stato sempre il Re del Festino di Santa Rosalia, come lui nessuno mai.
      W Palermo e Santa Rosalia!!!

    2. Certamente. E’ di pubblico dominio il fatto che il prode paladino comunale sguazza come un topo nella provola in mezzo a feste, festini, lustrini e paillettes: e’ il suo ambiente naturale.
      Invece trovo piuttosto oscura la sua frase, mrs. Colorina, “come lui nessuno mai”: e’ una minaccia o una promessa? Speriamo bene.

    3. Non posso non dire che lo vorrei Sindaco a vita, ovviamente con delle regolari elezioni, che sono sicura lo confermerebbero sempre primo cittadino!
      Quello che avviene in Francia, dove non ci sono limiti di mandato per i sindaci e quindi lì davvero possono pensare e fare programmi a lungo termine, senza il dover pensare di dover concludere opere e programmi entro il mandato per fare bella figura con i proprio elettori.

    4. Che strano. E’ pieno giorno e ho appena letto la descrizione di un incubo notturno. Mah.

    5. intanto questo in Francia ha permesso a città come Marsiglia, che fino un paio di decenni fa era messa come o peggio di Palermo, a diventare capitale europea della Cultura 2013, una città moderna, prospera e in crescita a livello sociale, economico, culturale. Il Sindaco Orlando, e l’ottimo assessore alla Cultura Dott. Giambrone, sono le persone giuste per cercare di intraprendere per la nostra città questa strada, abbiamo davanti a noi per fortuna 10 anni di governo della città a guida Orlando…è un sogno, non stai dormendo.

    6. * non è un sogno, non stai dormendo! 🙂

    7. Ma sicuro! Bisogna proprio fidarsi delle capacita’ organizzative di un sindaco che non e’ stato capace neanche di pagare le bollette AMG e AMAP per piu’ di 7,000 euro della propria abitazione privata, e che ha umilmente chiesto una rateizzazione del pagamento prima che la morosita’ comportasse il taglio di acqua e gas. Notizia fresca sui giornali nazionali, a cominciare dalla Stampa di Torino. Che figura. Che esempio. Che pena. Doppio mah.

    8. Non sono pro-Orlando, ma t invito a leggere meglio la notizia, david.
      Alcuni titoli dei quotidiani avevano fuorviato anche me.

      http://palermo.repubblica.it/cronaca/2013/06/25/news/bollette_non_pagate_ad_amg_e_amap_il_sindaco_orlando_rischia_il_taglio_di_luce_e_gas-61806249/

    9. Beh, sig.ra Midori (e complimenti per il nick Japanese style), avevo letto bene la notizia e forse l’avevo troppo sintetizzata..
      Il mio appunto si riferisce al fatto che il prode paladino non ha controllato con sufficiente attenzione che le utenze in oggetto fossero state realmente tagliate e si e’ poi ritrovato con un addebito mostruoso.
      E conoscendo bene le due societa’ in questione, non certo celebri per la loro precisione, e di cui peraltro il comune e’ l’unico socio, questa superficialita’ non depone certo a favore del suo curriculum, non le pare?
      E leggendo gli articoli, fa una certa impressione notare un evidente caso di sdoppiamento di personalita’ da parte del chiomuto rappresentante delle isituzioni: si arrabbia per l’operato delle societa’ di cui lui stesso e’ in pratica il boss..mitico!
      E guardi che a me il prode paladino piace: altrimenti, dove troverei ogni giorno un’altra opportunita’ per sorridere? Che bello.

    10. Ho soltanto invitato a leggere con più attenzione i quotidiani in questione. Spesso purtroppo per mancanza di tempo o x semplice svogliatezza, sono la prima a non approfondire la lettura e i quotidiani, a mio avviso, dovrebbero scegliere con più cura ed onestà i titoli dei propri articoli.
      Per il resto, nn stavo appoggiando la causa di nessuno e ognuno è libero di fare i suoi ragionamenti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

389esimo “Festino” di Santa Rosalia: carro, video e social media, 5.0 out of 5 based on 3 ratings