sabato 21 ott
  • Cronache ipocrite: Tornatore, Bagheria e il potere

    Bagheria e Tornatore come a dire Bagheria e il potere. Le stesse dinamiche. Gli stessi opposti riuniti.

    Quanta insofferenza e insieme piaggeria? Quanto privato rancore, invidia e vero e proprio odio? E allo stesso tempo, negli stessi momenti, quanto pubblica ammirazione, lodi lodi lodi?

    Porta alto il nome di Bagheria nel mondo. Gli hanno dato il premio Nobel. In A-me-ri-ca.

    E soprattutto: è pieno di soldi. Si è fatto i soldi con questa minchiata di fare i film che nessuno ci credeva tutti lo sfottevano questo fortunello testainaria figlio di vaccaro pezzente che si è fatto i soldi con il partito comunista cinico codardo maledetto che si è fatto i soldi ed è scappato da Bagheria e torna solo per i Grandi Eventi e fa la Star e si sente Il Grande Artista. Facesse qualcosa per Bagheria, lui che si è fatto i soldi.

    Ma noi siamo uomini e dobbiamo campare la famiglia e sappiamo che è ingiusto ma sappiamo pure che non ci possiamo fare niente, e quindi ci comportiamo come con il Potente di Turno – il politico, l’imprenditore, il plutocrate – che in qualche modo regge le fila, quelle stesse fila che ci trapassano e ci animano e ci ammazzano, e sappiamo che è ingiusto ma sappiamo pure che non ci possiamo fare niente, quindi sempre meglio Rendere Grazie a Lui, al ladro assassino politicoimprenditoreplutocrate che si fa solo i cazzi suoi e rimesta nel fondo di questa Palude di fango mafia guano malaffare merda e politica, a Lui che comunque non si sporca non si infetta – mai! – e anzi scoppia di salute si arricchisce e ingrassa sempre di più, e soldi soldi soldi – maledizione! – soldi soldi soldi, mentre noi moriamo di fame ci buchiamo lo stomaco per la disperazione e la paura del futuro e il lavoro che non c’è e le tasse che aumentano e non arriviamo a fine mese e niente che funziona nessuno di cui fidarsi niente in cui credere e in che mondo vivranno i nostri figli? Porci infami figli di buttana non possiamo accettare che sorridete con quel vostro sorriso bianco e brillante mentre a noi ci avete ridotto in questo stato, carbonizzati dal livore ammassati senz’aria come bestie messi l’uno contro l’altro come cani feroci, e questa miseria questo schifo questo orrore – maledizione! – è tutta colpa vostra tutta colpa vostra tutta colpa vostra.

    Poi arriva – Tornatore o il politicoimprenditoreplutocrate, fa lo stesso – e tanti onori, lodi lodi lodi, e tutti con il piattino in mano e il sorriso ipocrita, e poi si sputa di lato, quand’è passato.

    Ospiti
  • 48 commenti a “Cronache ipocrite: Tornatore, Bagheria e il potere”

    1. Mmm… prendersela con Tornatore solo perché ce l’ ha fatta con i film su Bagheria (che poi ne ha fatto solo uno) e sperare che con i suoi soldi faccia qualcosa per il suo paese…
      Forse siamo noi che scegliamo di rimanere ( o siamo obbligati a farlo) che dovremmo fare qualcosa per la nostra terrra.

    2. Condivido l’analisi fatta dall’autore del post: ok, ha fatto un solo film su Bagheria, bene poteva girarlo almeno a Bagheria e non in Tunisia! Creando un piccolo indotto durante le riprese e facendo un’autentica pubblicità alla città.

    3. Magari in Tunisia non gli chiedevano di “mettersi apposto”…

    4. Suppongo sia un altro dei suoi post provocatori, sig. Fricano, giusto? E devo dire che ha proprio colto nel segno: ha provocato un impellente desiderio di evacuare il condotto intestinale. Bravo.

    5. Ma che cos’è? Non ho capito nulla!

    6. Gentile signor Fricano, premesso che non amo troppo il regista Tornatore, troppo lezioso per i miei gusti (tranne forse in “una pura formalità”, lo ha visto?), stiamo parlando comunque di un uomo che “sa scrivere” con la macchina da presa, sa come maneggiarla. Non altrettanto posso dire di lei e della sua penna, della sua prosa sguaiata che suona fasulla, che gira a vuoto.
      ritenti, non sempre la provocazione paga.

    7. Comunque, sig. Fricano, la ringrazio per avermi dato una notizia che non conoscevo: che Tornatore ha vinto il Premio Nobel in America. E in che cosa, mi scusi la curiosita’? Pace? Medicina? Forse Economia? E da quando hanno spostato la premiazione in America? Mamma mia, che notizie riservate ci fa conoscere.
      Un controllo di cio’ che si scrive prima di pubblicare, no, vero? Ah, questi geni letterari.

    8. Caro Fricano, lei sicuramente non vincerà mai un Oscar o una penna d’argento, vedendo il modo in cui scrive. Tornatore si è fatto i soldi, e allora? Ha per caso chiesto a lei o a qualcun altro dei soldi per metterli nel suo conto in banca?
      Tornatore, come dice lei, è scappato da Bagheria, e lei? Dal suo profilo leggo che anche lei è scappato e vive a Milano, e visto l’alto profilo del post (mi meraviglio di Rosalio che l’ha pubblicato), è meglio che ci resti; perchè non abbiamo bisogno di uno scrittore (!) incazzato con il mondo e che parla come un qualunquista ignorante. Provi a fare nel suo campo (qual’è il suo campo, scusi?) quello che ha fatto Tornatore nel cinema, e poi può tornare in Sicilia a ricevere qualche onorificenza; altrimenti, senta a me, resti a bere lo spritz e il mojito nella fogna del Naviglio, magari le si dirada la nebbia che ha nel cervello.

    9. Forse la provocazione era troppo difficile e involuta, e infatti TUTTE le risposte sono frutto di fraintendimenti. Probabilmente dovevo stare un pò più attento alla parte comunicativa, e – in definitiva – un pò l’ho scafazzata. Ma vabbè, tutto molto istruttivo.
      Comunque:
      – Il riferimento “Nobel in A-me-ri-ca” è VOLUTO. Perchè era mia intenzione far parlare un certo umore popolare e la sua percezione di Tornatore e, in seguito nel brano, del potere.
      L’intenzione è rimasta intenzione? E vabbè, cose che capitano.
      – Il brano non è stato scritto “contro Tornatore”, e la mia “tesi” non è quella “si è fatto i soldi, poteva fare qualcosa per Bagheria”. Quella è l’espressione di un certo umore popolare e paradossale che plaude in pubblico e sputa in privato. Non si è capito niente? Me ne dispiaccio.

      Detto questo, mi sento triste e stupido come uno che ha dovuto spiegare una barzelletta.

    10. Si, immaginavo che ci sarebbe stata da parte dell’autore la recensione dei commenti e con essa la giustificazione di una provocazione dotta, che il lettore medio del post, popolare e un pò ignorante, non avrebbe di certo colto.
      A parte questo, credo che in generale l’umore popolare non lodi Tornatore e poi sputi in privato, almeno questa è la mia idea. Credo che, per la maggiorparte della gente di Bagheria, Tornatore sia un icona da non mettere in discussione e semmai da criticare con molto rispetto, un pò come è Sciascia per Racalmuto o Pirandello per Agrigento (paragoni molto azzardati, ma paragoni).
      Per quanto riguarda il potere, che sia politico o del malaffare, ti do ragione del fatto che quasi sempre si lodi e poi, a ragione, si sputi in privato.

    11. Signor Fricano, ma se le sue “barzellette” le deve sempre spiegare, come quell’altra della corazzata gay, non le viene qualche dubbio sulla sua capacità di comunicare?
      sempre ammesso che lei abbia davvero qualcosa da dire, le lascio il beneficio del dubbio.

    12. sa, l’invettiva sembra alla portata di tutti, ma è materia per menti raffinate, non basta sproloquiare. 😉

    13. signor fricano ma si aspetta che tornatore le porti da mangiare a casa?!…se ha girato il film in tunisia e non a bagheria magari è perchè è piena di nuovi palazzoni schifosi e di quella vecchia è rimasto poco e niente

    14. non ci ho capito assolutamente niente, non che sia difficile la provocazione, ma semplicemente non sta in piedi. Mi dispiace per l’imbarazzo di dover raccontare la barzelletta, ma francamente non fa ridere.

    15. ma che cacchio di articolo è? non ne ho capito nulla. fossi io il gestore di rosalio neanche lo avrei pubblicato.
      Accuse senza senso e gratuite?
      qual’era lo scopo dell’articolo?
      buuuuuuuu
      esterefatto ho letto l’articolo, forse il più brutto che abbia mai letto a rosalio
      non c’è nient’altro di cui parlare oggi?

    16. Giuseppe Tornatore
      = Oscar
      LA USA
      = Nuovo Cinema Paradiso
      = Capolavoro

    17. Baaria
      Ad un passo dal bis.
      .
      Regista abile,attento,meticoloso.
      .
      Anche Renato Guttuso ha onorato Bagheria.

    18. Come anche Ignazio Buttitta.

    19. Non rimane che chiedere scusa a G. Tornatore.
      Per altro la misera condizione sociale da lei descritta e’ tipica di tanti paesi siciliani
      e non solo.

    20. Come Ferdinando Scianna.
      Tra l’altro anche a Guttuso gli diedero una laurea honoris causa. Ci fu festazza seria ai tempi?
      L’articolo (cronache de che?) è pieno di volgarità e di insulti scritti a casaccio.
      Al di là di quello che dice non dice assolutamente nulla. Al di qua dice un sacco di vastaserie senza senso.

    21. Magia della rete.
      Capace di far riemergere un grande pittore accanto ad un grande poeta ed ad un grande fotografo,partendo da un grande regista.
      Grazie Bagheria.

    22. ” Baarìa è un film magnifico, emozionante e profondo. Un film epico e privato, sincero e immaginario, ilare e malinconico. Un dono per la storia del cinema mondiale.”
      Questa ( più o meno )fu la recensione di “Baarìa”, da parte dell’allora ministro della Cultura, onorevole ( poeta ) Sandro Bondi.
      Un messaggio fatto pervenire ai giornalisti di tutto il mondo, all’indomani della presentazione del film ( prodotto dalla “Medusa”) al Festival di Venezia ( 2009 ).
      Esempio grottesco del “potere” che tracima.
      Poi però buona parte della critica il film lo fece a pezzi, specialmente quella estera.
      Giustamente, secondo me. In effetti è solo una morriconata. La realtà imbalsamata di Tornatore, un museo, una cosa defunta, i sussulti emotivi come i movimenti automatici prima del rigor mortis.
      Ognuno poi è libero di apprezzare la cosiddetta magniloquenza epica di Tornatore. Ma la questione va al di là della reazione soggettiva ai film di Tornatore.
      Il problema è di sostanza e quindi di forma. C’è per caso qualcuno che ha nostalgia di quel modo di guardare la realtà (banalizzata), come fosse al servizio del cinema, e non viceversa ?
      Quanto all’ Oscar per “Nuovo Cinema Paradiso”, nulla di cui sorprendersi. Il film è lo specchio del cinema come si vorrebbe che fosse stato ( e quasi mai fu ) e dell’Italia come gli stranieri credono ( e vogliono ) che sia.
      Forse c’è anche questo nel post dell’autore Nino Fricano. Interessante, secondo me.

    23. Magari in Tunisia non c’era quella schifezza di edilizia che fa lo scempio urbanistico della Bagheria attuale (difficile da camuffare… Anche in post-produzione al computer!)

    24. Letto il post,quello che rimane e’ la logica dell’autore,e cioè
      Tornatore ha fatto i soldi e non sta facendo nulla per Bagheria.
      E’ vero?
      Per il resto,grande confusione comunicativa
      che lascia sgomento il
      Lettore.Non credo che uno che si esprime come l ‘autore

    25. …Seguito
      …abbia la base culturale per entrare nel merito dei film di Tornatore,
      a mio avviso film splendidi ,riconosciuti tali su scala mondiale.
      Quando una scena resta scolpita in mente,fotogramma dietro fotogramma,
      e’ chiaro che il film e’ da dieci e lode.
      Ma ci vuole sensibilità per capire queste cose.

    26. Beh, a leggere i commenti, dopo aver letto l’articolo, traggo la conclusione che la comprensione del paradosso e il gusto di reagire ad una provocazione intellettuale dopo averla percepita come tale non sono cifre intellettuali che distinguono la maggior parte dei frequentatori di questo blog.

      Ho letto tante beghine, tutte desiderose di scrivere la loro striminzita e moralistica verità.

      Fricano, che ci vuoi fare… del resto gli intellettuali ed anche gli intelligenti mi sembrano in fuga, da qui ed in genere dalla Sicilia.

    27. Io credo che se c’è un cretino e’ appena emerso,altro che intelligenti in fuga.

    28. Alberto, proprio tu che sei quello che ha capito di meno e scritto di più sul pezzo di Fricano, dai del cretino a me? Boh…

    29. Io ho capito quello che ho scritto.
      Non mi sono chiari i motivi per cui viene preso di mira Tornatore.
      Se distruggiamo le figure illustri,che umanità ci rimane ?
      Se tu sapessi stare nel web ti limiteresti ad usare il cervello per contro argomentare senza offendere nessuno,cosa che invece hai fatto pesantemente.
      Singolare il fatto che ogni tuo commento scatena sterili polemiche
      Sterili,vuote ed inutili.

    30. e poi la comprensione ed il gusto “cifre intellettuali”?
      Ma fatti assistere,prima di dare invio!

    31. E soprattutto: è pieno di soldi. Si è fatto i soldi con questa minchiata di fare i film che nessuno ci credeva tutti lo sfottevano questo fortunello testainaria figlio di vaccaro pezzente che si è fatto i soldi con il partito comunista cinico codardo maledetto che si è fatto i soldi ed è scappato da Bagheria e torna solo per i Grandi Eventi e fa la Star e si sente Il Grande Artista. Facesse qualcosa per Bagheria, lui che si è fatto i soldi.
      ?????????????????????????????!???????????????????????????????????????

    32. E’uno stralcio dal Post
      tale e quale,,,.

    33. Pubblicando un post su un blog come rosalio ci si espone a critiche e si tasta il polso delle reazioni ai propri scritti. è sempre molto istruttivo.
      Nel mio primo commento, ho già fatto un pò di autocritica, rendendomi conto che il post probabilmente era male calibrato e c’erano un sacco di difetti di comunicazione e chiarezza.
      Il post andava contestualizzato, e forse funzionava meglio all’interno di un testo più grande.
      Ho ammesso i miei sbagli e ho fatto autocritica.
      Per questo – con tanto livore da “anonimi del web” – mi è stato detto, in pratica, che penso che tutti i commentatori sono degli idioti.
      Ma vabbè.
      Il problema è che qua tutti, a parte Orazio, continuano a commentare come se io pensassi davvero quello che ho scritto nel post.
      Minchia che sono scarso, allora.

      Il mio invece era un tentativo di esprimere qualcosa che si annida dentro una realtà particolare come Bagheria (e la provincia di Palermo, almeno).
      Niente di strettamente documentabile, ma secondo me importante.
      Ovvero: un certo tipo di rapporto con il potere, da parte della collettività. Un certo tipo di comportamento con tutti coloro che sono percepiti come “potenti”, come in questo caso Tornatore, che è solo il pretesto per tentare di rappresentare un pezzo di realtà.
      A Bagheria su Tornatore, privatamente, ne ho sentito dire di tutti i colori, mentre poi pubblicamente – o con i non-bagheresi – si fanno elogi e panegirici esagerati.
      Ho pensato fosse una cosa che valeva la pena tentare di rappresentare.

      PS – Poi, se vogliamo parlare di Tornatore regista o personaggio del cinema e della cultura italiana, facciamolo pure. Anche se non c’entra niente con questo post.

    34. Ripropongo un passaggio del post di Fricano
      ………
      E soprattutto: è pieno di soldi. Si è fatto i soldi con questa minchiata di fare i film che nessuno ci credeva tutti lo sfottevano questo fortunello testainaria figlio di vaccaro pezzente che si è fatto i soldi con il partito comunista cinico codardo maledetto che si è fatto i soldi ed è scappato da Bagheria e torna solo per i Grandi Eventi e fa la Star e si sente Il Grande Artista. Facesse qualcosa per Bagheria, lui che si ……

    35. Orazio, meno male che di intellettuali e intelligenti siete rimasti solo tu e Fricano, altrimenti li dovremmo importare dall’estero.

    36. Alberto, il bello è che Fricano ha pure spiegato che non si tratta di attacco al regista…

      Pablo, l’importante è che di intelligente ci sia pure tu, così siamo in 3.

    37. Orazio,
      Lassa perdiri,ca nnu su cosi pi tia
      Faticoso scrivere in siciliano col correttore automatico,

    38. Fricano
      La provincia e’meschina.
      Da sempre.
      Non tollera il successo,quando si parte da condizioni umili,
      La gente nutre invidia.

    39. Fricano, forse il post doveva essere davvero inserito in un discorso più ampio, altrimenti provoca o commenti di cui sopra. Ma se l’intenzione era quella di parlare di un certo tipo di rapporto con il potere, ben venga. Forse accostare il nome di Tornatore a questo tema ha suscitato nei non bagheresi un pò di fastidio, perché Peppuccio è una di quelle persone che ci fa sentire fieri di essere siciliani. Ma non penso nello stesso tempo che tutti i bagheresi sparlino di Tornatore in privato.
      @Orazio, in questo come in altri post si discute, si hanno opinioni diverse, si fanno elogi, si critica e si sbagia; tu però sei stato l’unico in tutto il post a OFFENDERE i frequentatori di questo blog, dicendo che non hanno compreso la provocazione intellettuale; come se solo tu fossi l’intellettuale che gira sul web quindi, per cortesia, non intervenire con questi argomenti perché ci sentiamo a disagio di fronte a cotanta magniloquenza.

    40. Perché non virgolettavi?

    41. Pablo, tu sei a disagio e basta.

    42. Ma cosa dice? Lo ha mai incontrato? Le assicuro che è una persona umile, autentica.

    43. A me e’ piaciuto assai il suo post, illustrissimo Fricano, finalmente cattivo per come si dovrebbe scrivere, e provocatorio. E non c’era niente da spiegare che si capiva alla prima lettura. Che poi nemmeno si parlava di Tornatore, a mio vedere. Il concetto era la mentalita’ di quelli che a chi fa bene, provano a buttarli giu’. Chiamiamiloa provinciale, bogotta, invidiosa, ignorante. Ma il post senza aggettivi la spiega molto meglio di come lo faccio io.
      Esempi a dozzine, mica solo Tornatore: chesso’ Saviano, sarebbe un altro.
      Ma a pensarci bene, se un aspetto di mentalita’ provinciale etc e’ quello messo in luce dal post, il suo opposto, cioe’ la mentalita’ di quelli che lo devono difendere a prescindere il loro eroe locale, oggi Tornatore (senza cercare di capire cosa lei sig Fricano voleva dire) e’ molto diversa?

    44. Adesso e’ tutto più chiaro.
      Finalmente,
      Non serve aggiungere altro,

    45. Vi invito a essere rispettosi nei vostri commenti. Circa la pubblicazione del post vi ricordo lo slogan «…a Palermo pure io!» che contraddistingue questo blog. Se non vi piace un post saltatelo pure. Grazie.

    46. Ecco, Giuda ha capito la provocazione. Saviano è un altro ottimo esempio. Il provincialismo, secondo me, caratterizza gran parte dell’opinione pubblica nazionale, e il tifo da stadio, e la faziosità ottusa e livorosa.
      Il panegirico e l’invettiva sono le nostre cifre, entrambe risultato di una mentalità da sudditi.
      L’opinione autonoma, dov’è?

    47. sempre
      piu enigmatico
      per solutori esperti…

    Lascia un commento (policy dei commenti)