venerdì 24 nov
  • “Il pessimo pagatore”, satellite e politici, facebook, l’Ars, la banca…

    WikiVas

    – 1 –

    «Caro Wikivas, chi era il finissimo armatore che venerdì scorso circolava per le Eolie con questa barca con un nome che non lascia dubbi a equivoci?»

    Suca

    – 2 –

    Lo soprannominano “Il pessimo pagatore”, ed è l’imprenditore appassionato di Baglioni che con le sue pubblicità aziendali sta invadendo le tv e la cartellonistica un po’ di tutta Italia. A quanto pare i debiti che ha con numerosi editori cartacei e fornitori sono tanti. Oltretutto si dice che per quella pubblicità in tv abbia pagato molto poco gli attori, sostenendo il più classico: “Tanto ti offro visibilità”. Oltretutto c’è chi sostiene che entro la fine dell’anno conoscerà il sapore del rancio della patrie galere. Oltretutto…la storia continua…

    – 3 –

    «Caro Wikivas, ti informo da fonte certa che una piattaforma satellitare italiana, per scelta aziendale, ha deciso di regalare un pacchetto di abbonamenti ad alcuni tra i più potenti politici e parlamentari italiani (purtroppo non posso confermare che siano la totalità dei deputati e senatori). Fin qui nulla di male. In ogni caso: sai dirmi se è vero che un potentissimo ministro siciliano ha chiesto e usufruisce, per lui e la sua famiglia, di almeno cinque abbonamenti personali totalmente gratuiti?».

    – 4 –

    Artisti contro a Palermo. Qualche giorno fa Tony Troja si è imbattuto in un video (ormai rimosso da YouTube) dove il collega Sergio Algozzino (obiettivamente poco in forma quella sera) canta Innuendo dei Queen. Il post (anche questo rimosso) di Facebook di Troja è drastico: «La peggiore cover di Innuendo di sempre«. La reazione di Algozzino è netta in un commento: «Funziona così, non siamo amici su Facebook, ma ovviamente si sa benissimo dell’esistenza dell’altri, e quell’altro prende un video dove canti e ne dice di tutti i colori«… Poi Algozzino ha chiesto a chi lo aveva caricato di rimuovere il video. Obiettivo raggiunto, Ma la contesa tra i due artisti continua!?!?!?!?

    Cover “Innuendo”

    – 5 –

    SERVIZIO PUBBLICO. 1 – Numerosi lettori ci segnalano ladri di appartamento particolarmente attivi in via Paternostro e in via Vetriera. 2 – Nonostante i recenti blitz, atti di vandalismo e un triplo tentato omicidio, i parcheggiatori abusivi dei posteggi del Nautoscopio e della discoteca Il Moro sono tornati al loro posto come se nulla fosse. 3 – E la famiglia di venditori di bibite abusivi di Mondello arrestati la settimana scorsa per violenza, resistenza, lesioni, minacce ed ingiurie a pubblico ufficiale? Sono pure loro di nuovo lì a fare quello che vogliono. Senza licenza, senza scontrini. Un monopolio intorno al quale sembrano circolare una ventina di persone poco incline al dialogo e disposte a menare le mani… E poi dicono che la giustizia è uguale per tutti…

    – 6 –

    Facebook questa settimana si è caratterizzata anche per lo sfogo del compositore palermitano Mario Bajardi…

    «Ringrazio a tutti quelli che: 1) Non mi hanno avvertito cosa sarebeb successo dopo il diploma di Conservatorio. 2) Ai direttori del Conservatorio di Palermo e suoi docenti indaffarati con i loro caff+è ed i loro cellulari 3) Alla mentalità dei consevatori dove non si spiega cosa fare per evolversi sia con animo che lavorativamente parlando. 4) Ringrazio i Palermitani quei pochi che sapendo certe cose come vanno e mi rifersico sempre al mondeo del lavoro non ci hanno ne protetto o premuniti di ciò che stava per accadere. Grazie davvero che vi venga tutto… N:B: non sarà nel il primo monito che farò anzi».

    Siamo in attesa della prossima puntata.

    – 7 –

    Per il ciclo “la non notizia”. A qualcuno frega nulla del fatto che Salvo Mandarà, il palermitano blogger e film-maker vivente dei comizi di Beppe Grillo, cinquestellato della prima ora, non sia riuscito a intervistare tale Lidia Undiemi all’Assemblea Regionale Siciliana? Mandarà, se le donne le fanno i pacchi sono fatti suoi, non della Rete.

    – 8 –

    Sempre a proposito di Ars, il presidente dell’Assemblea Giovanni Ardizzone ha dichiarato qualche giorno fa durante la cerimonia del ventaglio: «È di moda sparare contro l’Ars, parto dal principio che qui dentro ci siano 90 persone per bene fino a prova contraria». Ecco, caro presidente, nel rispetto del suo ruolo vorrei farle leggere un link che prendo gentilmente in prestito da Live Sicilia.. Ora, diciamo che le persone per bene a oggi sono probabilmente 75?

    – 9 –

    «Caro WikiVas, ma secondo te è normale che da un giorno all’altro una banca chiuda per due settimane sena avvertire i correntisti? Succede nella sede del Banco di Sicilia di viale Lazio. Certo, non c’è scritto che è chiusa per ferie, ma il messaggio sembra proprio quello…Mi sembra che qualcosa del genere sia accaduto a Cipro pochi mesi fa . Devo preoccuparmi?»

    Banca in ferie

    Banca in ferie

    WikiVas (dal siculo “vasate”) è un’organizzazione locale e senza scopo di lucro che riceve in modo anonimo (e-mail), grazie a un contenitore (Rosalio) protetto da un potente sistema di facce di bronzo, piccole storie vere che altri media non hanno il tempo di raccontare. WikiVas più che di notizie vive di “rasche di pesce” e gossip, le cui fonti sono coperte da anonimato. L’organizzazione dichiara di verificare l’autenticità del materiale prima di pubblicarlo e di preservare l’anonimato degli informatori e di tutti coloro che sono implicati nella “fuga di notizie”. Alla fine il contenuto di WikiVas è tutta roba che non serve a un cazzo, ma almeno spera di strapparvi un amaro sorriso.

    WikiVas
  • 9 commenti a ““Il pessimo pagatore”, satellite e politici, facebook, l’Ars, la banca…”

    1. Lidia Undiemi?

    2. Questa del banco di Sicilia, se confermato, è da denuncia. Ovviamente dopo avere chiuso il conto in quella filiale che non vuol lavorare

    3. Estiqaatsi..pensa che sig. Sortino essere ottimo giornalista, che con sue notizie sempre stimolare peristalsi intestinale. Augh.

    4. estami.chia pensare che sortino delirare, giornale pagine locali – chiamare pure pagine minori sfasciallitti – pagare a lui tre euro ogni morte di papa per scrivere come pampini quinta alimentare pero’ dire che se familiari di buzzanca glielo chiedono lui potrebbe rifletterci di chiedere scusa, vuole assignificare ca sortino non è lucido ca nun’essere nuddu !

    5. Marco, con i familiari di Buanca abbiamo risolto già venerdì

    6. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    7. Buanca?
      Io ti avrei fatto passare i guai.
      E con tre euro ogni tanto che ti danno (e in fondo sono anche troppi), per quanti anni avresti dovuto pagare?
      Ma almeno l’hai capito il senso di quello che ho scritto? O fai finta di non capire?

    8. Marco evidentemente non mi sono spiegato: rimuoverò ulteriori commenti fuori tema. Saluti.

    9. comunque vorrei specificare che io non ho fatto togliere un video con la coda fra le gambe, ma ho cercato e parlato con Tony direttamente, e che, tecnicamente, essendo le cose cancellate molto poco dopo, da entrambe le parti, sarebbero un po’ fatti nostri.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

“Il pessimo pagatore”, satellite e politici, facebook, l’Ars, la banca…, 2.8 out of 5 based on 5 ratings