venerdì 24 nov
  • Costa Concordia: prosegue il recupero, si smantellerà a Palermo?

    Costa Concordia: prosegue il recupero, si smantellerà a Palermo?
    (foto di MarioTs)

    È ancora in corso al Giglio l’operazione di raddrizzamento della Costa Concordia affondata lo scorso anno. Palermo rimane ancora in corsa per lo smantellamento della nave insieme a Piombino.

    Il costo dell’operazione a Palermo sarebbe di 45 milioni di euro contro i circa 300 in un altro bacino. La Fincantieri a Palermo è già pronta per lavori su questo tipo di navi. Il trasferimento avverrà comunque in primavera.

    Palermo
  • 8 commenti a “Costa Concordia: prosegue il recupero, si smantellerà a Palermo?”

    1. Se rendessero accessibile il bacino di carenaggio ai panormosauri lapinodotati, dopo due settimane della nave non ci sarebbe più traccia.

    2. alla fincantieri di palermo dovrebbero restaurare la fincantieri stessa

    3. Alpheus, comincerebbero ad apparire souvenir della Concordia al mercatino di Piazza Marina! 😀

    4. 45 a Palermo contro 300 da un’altra parte?!?!?! Ah vero, avevo scordato il 90% di lavoro in nero senza misure di sicurezza e la certezza matematica che i lavori non sarebbero completati in tempo oltre all’impiego di manovalanza presa direttamente dal bacino di disperazione dei flussi migratori pagati con salari da fame.

    5. @Davide Rizzo: la differenza così abissale nei costi tra Palermo e Piombino dipende dal fatto che il porto di Palermo è già attrezzato per questi lavori, mentre a Piombino andrebbero prima eseguiti enormi lavori per adeguare le infrastrutture portuali, che costerebbero centinaia di milioni di euro. Inoltre, il porto di Palermo ha già dimostrato in svariate occasioni di saper effettuare lavori di grande qualità e con pieno rispetto dei tempi, come dimostra il fatto che la stessa Costa, in molte occasioni, ha inviato le sue navi proprio a Palermo per le riparazioni.

    6. Sarà anche una partita politica; ho già sentito politici toscani che rivendicano con forza finanziamenti per l’ammodernamento del Porto di Piombino per portare lì la Concordia. E chi, anche a livello politico, sarà più abile e “ammanicato”, porterà la nave nel suo porto. Ricordiamoci che si tratta di milioni di € di investimento e posti di lavoro garantiti per almeno un paio di anni.

    7. Be’, se oltre ai rifiuti chimici tossici di contrabbando, al cantiere navale arrivassero anche navi da riparare non sarebbe male.

    8. Sarebbe una gran cosa per tutta la città e la Sicilia in generale..darebbe un grande impulso occupazionale e avrebbe anche uno slancio mediatico sia su Palermo, sia sui cantieri navali stessi. Pubblicità gratis insomma

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Costa Concordia: prosegue il recupero, si smantellerà a Palermo?, 5.0 out of 5 based on 1 rating