martedì 19 set
  • Quattro arresti con l’accusa di “recuperi” di minori contesi

    Quattro persone sono state arrestate ieri a Palermo con l’accusa di organizzare “recuperi” di minori contesi all’estero dietro il pagamento di somme di denaro. Si tratta di Larisa Moskalenko, ex olimpionica di vela ucraina e medaglia di bronzo a Seul nel 1988, Luigi Cannistraro, 30 anni, Antonino Barazza, 46 anni di Mazara del Vallo e Sebastiano Calabrese, 38 anni di Reggio Calabria. I destinatari delle ordinanze da eseguire all’estero con apposita rogatoria sono Per Ake Helgesson, 54 anni, nato a Tysslinge in Svezia, attualmente detenuto in Tunisia, Wenche Elisabeth Andresen, 47 anni, nata a Oslo in Norvegia, e Martin Vage, 40 anni, nato a Orkdal in Norvegia.

    La Moskalenko è una figura nota a Palermo e il suo nome era emerso in relazione al noleggio della barca dell’ex sindaco di Palermo Diego Cammarata.

    Le intercettazioni evidenziano un’ampia rete di contatti per motivazioni non ancora chiare anche con ragazze che venivano selezionate, figure diplomatiche e politiche. In un caso la Moskalenko parlava con un soggetto che potrebbe essere anche l’attuale sindaco di Palermo Leoluca Orlando per risolvere un problema sorto in Tunisia, ma il soggetto al telefono, chiamato “Luca”, diceva di non avere contatti in quel paese.

    L’inchiesta prosegue.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)