mercoledì 20 set
  • Vi presento TrafficO2

    L’idea di fondo, quella cioè di proporre un concetto di mobilità nuova che punti a cambiare le abitudini delle persone, è rimasta. E pure il nome, principalmente per il fatto che, ne tempo, ce n’eravamo affezionati.

    Il resto, invece, è cambiato, completamente diverso da quel lontano 2008 in cui, durante un viaggio in macchina (Milano – Palermo, all’apice del caldo estivo), incolonnati senza speranza in autostrada, immaginammo un sistema automatico di infomobilità, che permettesse alle persone di organizzarsi per muoversi in maniera più intelligente, premiando i comportamenti virtuosi ed evitando, in questo modo, l’insopportabile equazione che a una persona fa sempre corrispondere un’automobile.

    Quella intuizione abbozzata, nata quasi per caso, si è trasformata, seguendo un lento processo di metamorfosi, in quello che può, oggi, essere definito un social network per la mobilità sostenibile.

    In mezzo una grande occasione (quella che capita una volta nella vita, e non a tutti), il bando Smart Cities and Communities and Social Innovation promosso dal Miur e riservato ai progetti d’innovazione sociale proposti da giovani under 30, ma anche l’enorme progresso tecnologico che ha portato alla massiccia diffusione degli smartphone, sistemi GPS e piattaforme social.

    Tutto questo per arrivare a presentarvi TrafficO2, un progetto d’innovazione sociale per la mobilità urbana delle comunità.

    TrafficO2

    L’obiettivo fondamentale è quello di riuscire a fronteggiare il problema del traffico, puntando a ottenere città più vivibili e cittadini più felici. Per farlo abbiamo ideato un meccanismo che mira a cambiare il comportamento delle persone in ambito di mobilità, proponendo loro un accordo conveniente: premi in cambio di spostamenti sostenibili.

    Attraverso l’applicazione che stiamo sviluppando (sia su sistema operativo iOS che Android), gli utenti potranno muoversi all’interno del tessuto cittadino selezionando una stazione di partenza ed una di arrivo e scegliendo una modalità di spostamento sostenibile tra quelle supportate (a piedi, in bici, con in mezzi pubblici e facendo car pooling).

    TrafficO2

    Le stazioni rappresentano luoghi reali (local business, ossia negozi) e virtuali (sponsor), che hanno deciso di supportare il progetto, offrendo incentivi e ricompense in cambio della visibilità all’interno della piattaforma. In questo modo, in base alla lunghezza del percorso e al sistema di trasporto scelto, l’utente, una volta completata la tratta, otterrà dei punti che, accumulati, potranno essere convertiti in premi e sconti all’interno della rete commerciale.

    Il progetto, estremamente ambizioso, ha scelto un banco di prova altrettanto arduo per testarne l’effettivo impatto, ossia quello rappresentato dalla quinta città al mondo per traffico veicolare (stime osservatorio TomTom 2013), Palermo.

    La fase sperimentale del progetto inizierà nelle prossime settimane, e mira a coinvolgere i circa 60.000 studenti dell’Università degli Studi di Palermo, tra i partner del progetto. Per iniziare, però, è necessario partire da un gruppo più ristretto di persone, motivate ed entusiaste, che abbiano voglia di darci una mano contribuendo alla crescita del progetto. Per questo motivo abbiamo deciso di scegliere i primi 100 beta tester di trafficO2 attraverso un workshop. “Mobility, behaviours: Apps” si svolgerà il 21, 22 e 23 novembre prossimi, presso la Sale delle Capriate di Palazzo Steri, ed è un evento aperto agli studenti delle facoltà di Architettura (corso di laurea in Disegno Industriale), Ingegneria informatica e Scienze della Formazione (corsi di laurea in comunicazione).

    Ai ragazzi selezionati sarà data l’opportunità di lavorare concretamente, in gruppi di lavoro interdisciplinari, ad un progetto di social innovation con il supporto di tutor e, successivamente, di scaricare la versione beta dell’app e iniziare a testarla durante gli spostamenti quotidiani, guadagnando i punti e vincendo i premi messi in palio dai primi local business e sponsor che hanno già aderito alla piattaforma. Tre semplici passaggi: Move, Play, Win. E il gioco è fatto.

    Per avere maggiori iscriversi al workshop visitate il nostro sito.

    Ospiti
  • Un commento a “Vi presento TrafficO2”

    1. Trovo l’idea dell’app TrafficO2 davvero interessante e stimolante. La mobilità sostenibile rientra appieno in quelli che sono i principi del Societing, il fare società in maniera etica attraverso progetti sostenibili. Minor inquinamento, minor traffico, città più vivibili e cittadini meno stressati dal traffico e più felici sono obiettivi molto importanti, e sono sicuro che la città di Palermo, spinta da quella forza e da quello spirito innovatore che solo i giovani sanno garantire, saprà impegnarsi in tal senso. Carina l’idea di incentivare i cittadini attraverso dei premi da poter convertire, oltre alla possibilità di guadagnare visibilità all’interno della piattaforma:l’utilizzo delle nuove tecnologie è alla base di ogni iniziativa di Social Innovation.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Vi presento TrafficO2, 5.0 out of 5 based on 3 ratings