giovedì 14 dic
  • Approvato piano straordinario per l’igiene e il decoro della città

    Palermo invasa dai rifiuti (foto di Antonello Provenzano)

    La Giunta ha approvato un piano per interventi straordinari di pulizia in città per un costo complessivo di circa 2,4 milioni di euro. Il Piano, che si articolerà nei prossimi due mesi, prevede una serie di interventi permanenti e alcuni interventi “una tantum” effettuati da Rap.

    In particolare sono previsti i seguenti interventi e servizi:

    • Task force per Pulizia straordinarie: un gruppo di 25 addetti, supportati da autocarro con Gru e autocarri con pianali e cassoni incaricato della raccolta di rifiuti ingombranti su strada e pulizia e diserbo di aree pubbliche.
    • Rimozione rifiuti abbandonati, le cosiddette discariche abusive, con avvio a smaltimento differenziato dei rifiuti, ove possibile. I lavori saranno condotti anche con impiego di pala meccanica e saranno seguiti dalla pulizia del sedime delle aree interessate.
    • Ripasso pomeridiano di svuotamento cestini e pulizia aree a maggiore valenza turistica. Tali aree sono quelle inserite nel piano per l’adozione da parte dell’Unesco e i relativi assi di collegamento
      transitati dai turisti, nonché le aree di comune maggior transito
      turistico come l’ingresso del Porto.
    • Rimozione rifiuti dalle strade asfaltate carrabili ed interne della riserva della Favorita. Sono comprese anche le aree dei “belvedere”, la Spianata Sacra Grotta e la via Padre Cascini con il belvedere finale. Il servizio proposto prevede la presenza costante di quattro autocarri a vasca con operatori che intervengono giornalmente nella Riserva.
    • Rimozione rifiuti nelle aree interne della riserva della Favorita, con 40 operai supportati da sei mezzi mobili, con la raccolta dei rifiuti e la relativa differenziazione ove possibile.
    • Rimozione rifiuti nelle aree circostanti i Cantieri culturali della Zisa, con tre operatori fissi;
    • Raccolta e recupero di imballaggi in cartone nelle aree esterne a
      quella servita da “Palermo differenzia”; le aree servite saranno quelle a maggiore concentrazione di attività economiche lungo gli assi principali e il cartone sarà conferito alle piattaforme del Comieco per il riciclo.
    • Raccolta/recupero e avvio a smaltimento differenziato di ingombranti e Raee in Scuole e Uffici comunali. Sarà svolto in particolare per la rimozione di vecchio mobilio e per lo svuotamento di magazzini che in atto ospitano apparecchiature elettroniche dismesse non recuperabili;
    • Smaltimento di rifiuti ingombranti e rifiuti mercatali, presso le
      piattaforme autorizzate, anche a seguito delle ordinanze del Commissario Straordinario per i rifiuti che ha vietato lo smaltimento a Bellolampo; si prevede di smaltire complessivamente 1.44 tonnellate di rifiuti e conferirli in modo differenziato.
    • Servizio di raccolta e smaltimento ramaglie e fiori. Per ottimizzare il servizio di cura e manutenzione del verde, si ricorrerà a un supporto per la raccolta e lo smaltimento, con il trasporto fino alle piattaforme autorizzate per il trattamento di questa tipologia di rifiuti.
    • Sno infine previsti tre interventi “una tantum” nell’area di Villa Trabia (dove è in corso una profonda azione di manutenzione e pulizia del parco, che ha portato alla produzione di grandi quantitativi di rifiuti); la pulizia straordinaria di tre aree con la presenza di grosse discariche (contrada Lanzirotti Bagnasco, via Fichidindia e via Trabucco) ed infine un intervento straordinario nell’area del Campo Nomadi alla Favorita.

    Palermo
  • 19 commenti a “Approvato piano straordinario per l’igiene e il decoro della città”

    1. … non basta, con tutto quello che mi stanno facendo PAGARE(TARSU TARES E IN SEGUITO SERVIS TAX) e per il servizio che viene offerto alla città ed al mio quartiere penso proprio che al più presto si dovrà organizzare una class action per farsi ripagare dei danni che ogni giorno i Palermitani subiscono. Quello che i politici non hanno capito è che ci siamo ro..i di queste situazioni di continua emergenza, VOGLIAMO NORMALITA’.

    2. Annunci di questo tipo sono da asilo infantile.
      E mi spiego.
      Manca un quadro complessivo degli interventi.
      Abbiamo le circoscrizioni,che sono e restano latitanti.
      E’ dalle circoscrizioni che deve costruirsi il quadro degli interventi.
      Poi devono spiegarti perché’ si interviene nell’area A
      e non nell’area B,oppure C.
      Ancora voglio capire come si arriva a questi 2,4 milioni di euro.
      Ogni intervento dovrebbe essere presentato con
      Fabbisogno di uomini e mezzi,tempi e modalità’ di esecuzione
      e relativo impegno di spesa.
      Tutte cose che nel post non si rilevano,
      A leggere il post si rileva troppo pressappochismo.
      Per cui ho tante perplessità’ sulle vie di fuga che rischiano di prendere questi stanziamenti.di 2,4 milioni di euro.

    3. In assenza delle informazioni da me evidenziate,
      C’è’ spazio per manipolazioni di ogni genere.
      Quindi rifate l’esercizio e ripresentate lo in modo analitico e completo.

    4. Anche in uno spazio come questo sarebbe un gioco da ragazzi costruire un elenco degli interventi,circoscrizione per circoscrizione,solo che nelle circoscrizioni fossero presenti persone normali e responsabili.
      I cumuli di rifiuti sono rilevabili anche dai ciechi,tanto c’è’ la puzza che ti aiuta.
      Invece dopo questi interventi ci saranno zone che non vedranno nessun intervento.

    5. ..spero che nella massima trasparenza tutte le spesa vengano pubblicate sul sito di palermo, che ogni gara venga effettuata nella massima trasparenza invitando più ditte possibili, che si effettuino tutte le gare secondo le procedure del codice dei contratti…. se questo non verrà fatto dovrà intervenire la magistratura. Domanda: come si fa ad affidare 2,4 milioni di euro nell’arco di una settimana nel rispetto della massima trasparenza?

    6. … da domani mattina come palermitano esigo che tutti i cassonetti della città vengano dotati del coperchio, il 99, 999 % di quelli esistente è senza coperchio perché sono stati distrutti dagli stessi operatori che raccolgono la spazzatura, al palermitano fa troppo schifi toccarlo anche con il solo piede per azionare il meccanismo di apertura degli stessi.

    7. C’e’ qualcuno in grado di dire “”era ora”” ?? se non altro si comincia, semplicemente se dopo la pulizia si lasciasse pulito il problema sarebbe risolto. I 2,4 milioni potevano essere spesi diversamente, (asili, strutture sociali, impianti sportivi) ma la citta’ di Palermo ha bisogno della cameriera e la cameriera costa. I cassonetti vengono deliberatamente lasciati aperti dai fruitori che si “”scozzolano”” a toccarli anche solo con le scarpe, semplicemente perche’ fanno schifo (altro modo in cui si poteva spendere parte di quei soldi se non ci fosse la necessita’ di interventi eccezionali)
      Troppa fatica conferire gli ingombranti dove previsto, meglio scatasciarli per strada dove capita, tanto qualcuno ci pensera’ prima o poi, ecco qualcuno ci sta pensando, Era Ora

    8. Un post,scusatemi,troppo approssimativo.
      Se l’avesse scritto io,
      La prima domanda che avrei posto e’:
      CHI. FA CHE COSA ?
      Non mi è chiaro che divisa indossano questi che dovranno intervenire.
      Sono tutti privati?
      Pur trattandosi di interventi,diciamo straordinari,
      possono essere svolti dall’azienda comunale?

    9. Spero si intervenga soprattutto per eliminare alla radice il problema dei rifiuti ingombranti (mobili, elettrodomestici etc)che generalmente vengono abbandonati accanto ai contenitori (nella migliore delle ipotesi).Come? con delle belle telecamere e multe salate/arresto in quei posti in cui da anni si scaricano questi rifiuti!!
      Viviamo purtroppo in una città in cui tutti sanno, ma nessuno interviene…
      Se vogliono realizzare un piano rifiuti, gli conviene prendere spunto dal NORD!!!!E non di fare di testa proprio…non ne hanno le competenze e lo hanno dimostrato in tutti questi anni di totale abbandono!!!!
      Qualche suggerimento?
      Fare rispettare l’orario di abbandono
      Dotare la città di cassonetti con coperchio
      Pulire e disinfettare ad ogni prelievo di rifiuti cassonetti e asfalto.
      Multare i trasgressori
      Multare chi raccoglie ferro vecchioi senza autorizzazione
      Licenziare gli operatori eologici latitanti(e sono davvero tanti).
      Dotare le circoscrizioni di punti di raccolta rifiuti ingombranti (faccio un esempio, per la 7°circoscrizione il centro raccolta è in via olimpo)
      Incentivare la raccolta differenziata in TUTTA la città
      Posizionare dei vigili in borghese nel periodo estivo per multare chi abbandona rifiuti in spiaggia.
      Questi sono proprio alcuni consigli base…che perfino un bambino riuscirebbe a capire.

    10. Una cosa che andrebbe fatta e’ quella di installare cassonetti di colore tenuo,se non addirittura bianco.Che so,rosa pallido,celestino,avorio,grigio perla chiaro.
      Invece abbiamo cassonetti grigio topo,sui quali lo sporco si confonde.Cassonetti che vedono solo acqua di cielo,e quindi spesso inavvicinabili.
      Però in una città con tanta gente alla disperazione,famiglie senza reddito,
      si vedono persone più disparate intente a frugare dentro i cassonetti,pur repellenti.

    11. Sembra pieno di buone intenzioni.

      Non lamentiamoci, collaboriamo e rispettiamo noi per primi i regolamenti comunali e le regole di buona educazione. E se il vicino lascia il frigorifero rotto in mezzo alla strada denunciamo a chi di dovere.

    12. perché Catania è pulita e Palermo no?
      Il centro storico di Catania brilla…

    13. @ giusy_licata
      perchè i palermitani sono porci e lagnusi nell’animo.

    14. @ Alberto, qui potrai leggere le 41 pagine dell’ordinanza:
      https://servizionline.comune.palermo.it/portcitt/jsp/home.jsp?modo=tabella

    15. quando sarà attivo ?

    16. allegri si va verso la stagione frisca, ci risentiamo a primi caldi

    17. Gianos ti invito a essere rispettoso nei tuoi commenti. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Approvato piano straordinario per l'igiene e il decoro della città, 4.5 out of 5 based on 2 ratings