mercoledì 13 dic
  • Massimo Ciancimino condannato a tre anni per detenzione di esplosivo

    Massimo Ciancimino
    (foto di Mystère Martin)

    Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco mafioso di Palermo Vito, è stato condannato a tre anni di carcere per detenzione di esplosivo.

    Nel 2011 vennero rinvenuti su sua indicazione 13 candelotti di esplosivo, 21 detonatori e diversi metri di miccia nel giardino della sua abitazione in via Torrearsa. Ciancimino ha cercato di patteggiare la pena dopo che si era scoperto che non si era trattato di candelotti rinvenuti per intimidazione come da lui affermato.

    Condannato anche Giuseppe Avara (due anni con pena sospesa e sanzione di diecimila euro), amico di Ciancimino.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)