mercoledì 23 ago
  • “Circuito dei Giardini storici”, il Parco della Favorita pedonale

    “Circuito dei Giardini storici”
    (clicca per ingrandire)

    Da stamattina e fino al 6 gennaio dalle 9:30 alle 17:00 si svolge nel Parco della Favorita il Circuito dei Giardini storici, un primo passo verso la pedonalizzazione di un’ampia porzione del parco.

    Pedoni e ciclisti potranno visitare Villa Niscemi, Palazzina cinese e il suo giardino all’italiana, Città dei Ragazzi, Museo Pitrè, Fontana d’Ercole, Scuderie reali e Bosco Niscemi attraverso un percorso continuo, in cui tutti i cancelli o impedimenti – che attualmente delimitano le varie zone e competenze – saranno aperti consentendo ai visitatori di riappropriarsi di spazi generalmente invalicabili, ciò anche grazie alla chiusura al transito automobilistico della strada che dalla fontana di Ercole (curvone della Favorita) conduce allo spiazzo della Palazzina cinese e da qui a viale degli Abruzzi.

    Il percorso prevede: ingresso al viale della Palazzina cinese dal cancello di piazza Niscemi, visita alla Palazzina (a cura della Soprintendenza tutte le mattine e anche nei pomeriggi dei giorni 29 dicembre, 1, 5 e 6 gennaio) e al suo curatissimo “giardino all’italiana” con le due antiche vasche di marmo bianco “con grotte artificiale alla cinese” realizzate dallo scultore Giosuè Durante e rese nuovamente funzionanti e zampillanti; visita alla Città dei ragazzi dove sono organizzati (dal 2 al 6 gennaio) laboratori didattici sulle specie botaniche dei giardini di Palermo e attività di orienteering per i bambini a cura dell’associazione Keystone; visita al nuovo allestimento museale del Museo Pitrè e alla limitrofa Cappella del Marvuglia dove è esposto l’antico presepe dello scultore Matera (in ambedue i siti le visite si svolgono dal martedì alla domenica tutto il giorno). È possibile poi, proseguire per le Scuderie reali e i Torriglioni, compresa visita al Museo della civiltà contadina e/o per il bosco Niscemi e da qui concludere il giro entrando dentro il giardino di Villa Niscemi ed uscendo nell’omonima piazza.

    Durante il periodo sono previsti numerosi eventi, dalle visite naturalistiche guidate dai Rangers lungo i percorsi interni del Parco alla scoperta dell’Ulivo millenario, detto anche il patriarca della Favorita (nei giorni 29/31 dicembre e 2 e 3 gennaio alle ore 11:00 raduno davanti al Museo Pitrè) o attraverso Bosco Niscemi (il 4 e 5 gennaio dalle ore 9:30 alle ore 13:30 raduno cancello posteriore Villa Niscemi), alla pedalata organizzata dal Coordinamento Palermo ciclabile domenica 29 (raduno presso Giardino Inglese ore 10:00 e poi percorso guidato all’interno del Parco); dall’adozione dei cuccioli del canile municipale e delle associazioni animaliste alle esibizioni dei cani del gruppo Cinofilo della Polizia municipale; dagli eventi sportivi a cura del Coni, ai Vigili urbani a cavallo; dalle visite ai siti architettonici all’animazione all’interno del bosco Niscemi a cura di S.a.s. Argomenti che ripropone per il secondo anno la favola Il bosco incantato del re (4 e 5 gennaio) al coro dei Vigili urbani all’interno dell’ex Serra dei Vivai comunali alle ore 11:30 del 29 dicembre. Il 4 e il 5 gennaio l’associazione di promozione sociale laboratorio Antispecista sarà presente a Villa Niscemi con propri banchetti informativi, per illustrare l’attività di volontariato svolta a favore degli animali ivi presenti e per raccogliere cibo umido e secco per i gatti della colonia felina, pane raffermo e granone per i volatili, nonché antiparassitari, cucce e medicine. Infine il 6 gennaio alle ore 11:30 con raduno davanti alla Palazzina cinese, Passeggiata letteraria fino a Fontana d’Ercole con Beatrice Agnello che leggerà brani di autori che hanno scritto sulla Favorita e i suoi monumenti.

    AGGIORNAMENTO: l’iniziativa è stata prorogata a tempo indeterminato.

    Palermo
  • Un commento a ““Circuito dei Giardini storici”, il Parco della Favorita pedonale”

    1. La Favorita resa pedonale e finalmente parco della città….sarebbe un miracolo!! Finché non lo vedo non ci credo!! Speriamo santa Rosalia ci assista! Sarebbe il secondo evento straordinario dopo il recupero della Cala (anche se i vicini ruderi del castello a mare sono già abbandonati a se stessi…). Se per chiudere al traffico una piccola piazza ci è voluta una mezza sommossa popolare (e ancora non è che fili tutto liscio), per tutto il recuperoparco della favorita che si dovrà fare???
      Il comune parla di inizio sperimentazione…Orlando, fatti non pugnette!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)