mercoledì 22 nov
  • Orlando e Marino (Rap) sui rifiuti: giudicateci da febbraio

    Palermo invasa dai rifiuti (foto di Antonello Provenzano)

    In una conferenza stampa convocata dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando e dal presidente della Rap Sergio Marino si è parlato dell’emergenza rifiuti dopo la firma dell’accordo tra la Rap e i sindacati.

    Orlando ha detto che da febbraio si cambierà registro e Marino chiede che si giudichi il loro operato da allora, dopo una radicale riorganizzazione del servizio di nettezza urbana.

    Palermo
  • 9 commenti a “Orlando e Marino (Rap) sui rifiuti: giudicateci da febbraio”

    1. Facciamo di meglio. Vi giudicheremo direttamente quando ve ne sarete andati. In contumacia, per così dire.
      E nel frattempo archiviamo natale 2013 sotto enormi presepi fatti di sacchetti di monnezza. O forse volevano essere riproduzioni di Piramidi egizie?
      La cosa più bella è la perentorietà con la quale è stato imposto il pagamento della Tares iper-rincarata per poi subito dopo dimostrare nei fatti che si è trattata dell’ennesima presa per i fondelli. Ma tranquillo, Sindaco. Purtroppo per noi (e per tua fortuna), non essendo gente con “le palle” come i Gesip, noi palermitani medi non facciamo bordello mai. Ci acccolleremo anche questa e andremo avanti così, a testa bassa, fino a quando, fra un po’ qualcuno comincerà a dire “Ma lo sapete che forse si stava meglio con Cammarata, che almeno non ci pigliava per fessi?”.
      Tanti cari auguri di buon anno. Si fa per dire…

    2. siamo sicuri che ci serva un esercito di netturbini.
      siamo sicuri che pagano le tasse per il servizio che non garantiscono?
      vinciamo o perdiamo tutti disse il sindaco,intanto perde chi ha pagato la tares.

    3. Non si può certamente andare avanti promettendo riorganizzazioni
      senza spiegare in cosa consistono.
      Mai che venga fuori uno che dica ai cittadini quali sono i motivi della non regolare raccolta e del mancato spazzamento.
      Mai qualcuno che approfondisca il tema.
      Può’ essere che oltre ai mezzi fatiscenti,ci sia personale anziano e malaticcio e quindi non abile a fare un lavoro su strada,che è molto logorante?
      O personale irresponsabile che si imbosca in altre attività private,dato che,a quanto sembra,non esistono controlli ?
      O che altro?

    4. “Orlando ha detto che da febbraio si cambierà registro …”.Da febbraio! La città è lurida e Lui chiede di aspettare fino a febbraio! E nel frattempo che succede? La Tares è aumentata e aumenterà ancora l’anno prossimo. Ai cittadini si chiede di pagare in tempo la tassa, e al contempo di pazientare due mesi affincchè la RAP provveda a ripulire la città dai rifiuti. Che bella storia, degna di una città con un primo cittadino che non essendo più in grado di fare miracoli, rilancia le responsabilità ai cittadini chiedendo solo di pagare e stare zitti.

    5. Avrebbe dovuto far pagare la tares a febbraio allora!!!!

    6. Ho visto un articolo davvero molto interessante sul numero di Focus di questo mese dove si parla della raccolta differenziata e dei rifiuti solidi urbani. Anche se l’Italia è ben lontana dai traguardi di altri paesi europei come Germania, Paesi Bassi, Svezia e Belgio per una volta anche noi possiamo definirci “bravi riciclatori”. Il merito va ai cittadini milanesi che nel 2013 hanno raccolto più di 60.000 tonnellate di rifiuti umidi battendo addirittura Parigi, Berlino, Vienna e altre città europee. Bel traguardo non credete?

    7. Non è una cattiva notizia ma come la mettiamo con il problema della Campania?Credo che sia un vero scandalo quello..non basta Milano!!

    8. E’ vero concordo in pieno, Milano non basta, ma è pur sempre un inizio. Dovrebbe esserci una vera e propria campagna nazionale di sensibilizzazione sull’argomento promossa anche dallo stato.

    9. Il tema dei rifiuti in Italia è sempre un tema “scottante”. Per fortuna almeno ci sono mensili come Focus che pongono l’attenzione su questi temi! Seguo spesso anche la loro pagina su Facebook e ho visto che sono arrivati a 200.000 fans. Almeno qualcosa di interessante su questi social c’è!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)