sabato 25 nov
  • Pubblicato “Panormus 2012”, la città in numeri

    È stato pubblicato Panormus 2012, l’annuario di statistica del Comune di Palermo. Quasi 200 pagine di grafici e tabelle racchiuse in dieci capitoli fotografano Palermo nel 2012.

    La città ha un’estensione di quasi 160 chilometri quadrati, di cui circa un terzo verde urbano, una temperatura media di 19,1 °C, 655 mila abitanti (quinta città d’Italia) e quasi 260 mila famiglie, quasi 30 mila stranieri (pari al 4,5% dei residenti), circa 3200 matrimoni, di cui più di un quarto con rito civile, quasi 95 mila studenti nelle scuole elementari, medie e superiori, e quasi 50 mila studenti universitari, 233 sportelli bancari, un reddito medio pro-capite di poco superiore ai diecimila euro, un tasso medio d’inflazione del 2,7%. E ancora, più di un milione e 300 mila presenze turistiche (di cui oltre il 48% di stranieri), 385 mila autovetture e 122 mila moto circolanti, 2500 incidenti stradali, quattromila compravendite di immobili residenziali.

    Palermo
  • 9 commenti a “Pubblicato “Panormus 2012”, la città in numeri”

    1. Certo che una citta’ con circa 50 kmq di verde urbano, con una temperatura media di 19 gradi e con 1,800 turisti stranieri che la visitano ogni giorno dovrebbe essere una specia di Eden.
      C’e’ qualcosa che non quadra.

    2. Manca il numero di morti.Ecco perché dopo si fanno lunghe attese per essere cremati o inumati.Colmare la lacuna.

    3. NON CONFONDETE presenze e numero di turisti, sono calcoli diversi, e INGANNEVOLI (c’è chi inganna volutamente!)
      DESOLANTE leggere le cifre del reddito medio, mentre nel centro-nord è il doppio. SUPPONGO che comunque i palermitani continueranno a spendere i loro soldi per i loro consumi come ora, ovvero, per OLTRE IL 90% IN TUTTI I SETTORI IMPORTATI (basta guardarsi intorno), che vuol dire scarsissimo sviluppo e pochi redditi reali in loco, capitali trasferiti dalla disastrata economia locale per pagare produttori e fornitori esterni; niente di sorprendente, politica di sviluppo impossibile con i finti politici buontemponi locali.
      233 GLI SPORTELLI BANCARI? Riso amaro: il braccio armato dei colonizzatori (cosiddetti poteri forti della finanza) venuti a detenere il capitale dal similpaeseitalia, e che gestiscono il capitale nei modi sui quali non mi dilungo ora.
      385 mila autovetture e 122 mila moto circolanti? nota sopra SU OLTRE IL 90% dei consumi importati (e benzina e assicurazioni, bolli, accessori)

    4. Certo, sig. Gigi, che presenze e numero di turisti son due cose diverse, ma il risultato per un hotel, per esempio, non penso cambi molto..

      Sia che ogni giorno arrivino 1,800 turisti nuovi di zecca, sia che gli stessi 1,800 turisti mettano radici per un anno intero a Palermo, sempre 1,800 turisti al giorno sono.

    5. 2012? Ma é ormai archeologia!!!

    6. Un milione trecentomila presenze,senza indicare la capacità ricettiva alberghiera
      hanno scarso significato.
      A orecchio,credo che a capodanno tutti gli alberghi sono pieni,
      salvo ad essere abbastanza vuoti nei giorni successivi.
      Intanto chiude l’hotel delle Palme,come ha chiuso Ponte hotel e non so quanti altri.

    7. Non è solo l’hotel che vive di turismo.Presenze e numero di turisti giocano ruoli diversi,
      ad esempio nello shopping.Credo che sia meglio avere 100 turisti in un giorno piuttosto che 1 turista presente in 100 giorni.
      100 persone diverse lasciano piu’ moneta di 1 persona,fuori del l’hotel.

    8. Certo Mr David,
      in realtà avrei dovuto scrivere “NON CONFONDIAMO”, perché la mia osservazione non era rivolta ai presenti, ma di carattere generale.
      Quando si comunicano cifre sul turismo a Palermo si potrebbe tendere a confondere arrivi e presenze (e mi chiedo se a volte non ci sia chi confonde in modo tendenzioso).
      Tra l’altro, le presenze vengono indicate secondo i numeri delle strutture ricettive, ma i turisti si spostano verso le città vicine e non sappiamo quanti in realtà restano in città a spendere soldi.
      Tra gli arrivi italiani, 340000, sono chiamati “turisti” anche i siciliani che sono circa 122000 (36,2%), potrei supporre cifre simili – di arrivi di siciliani dall’estero – tra gli arrivi stranieri? Noterei anche i palermitani che arrivano diverse volte l’anno.

    9. CORREGGO: 123257, provenienti dalla Sicilia.
      Tra gli altri 220000 circa, provenienti dalle altre regioni italiane, quanti palermitani e siciliani?
      (due principali provenienze: 40000 dalla Lombardia, 43000 dal Lazio)
      Tra gli arrivi stranieri non è specificato il numero di palermitani e siciliani di origine.

    Lascia un commento (policy dei commenti)