sabato 21 ott
  • Orlando e Marino (Rap): Nessun accordo senza la città pulita”

    Palermo invasa dai rifiuti (foto di Antonello Provenzano)

    Il sindaco Leoluca Orlando ha chiesto formalmente l’accertamento di ogni responsabilità da parte di dirigenti e operatori della Rap e l’invio di una relazione alla Procura della Repubblica al fine di valutare se ricorrono gli estremi di eventuali reati ambientali e associativi.

    Orlando ha dichiarato: «È necessario attivare ogni eventuale procedura e sanzione disciplinare e modificare l’attuale assetto organizzativo e ciò con effetto immediato, e già prima del previsto acquisto da potere della curatela delle fallite Aziende Amia e Amiaessemme. È intollerabile che quanti sono stati complici dello sfascio e del fallimento delle aziende Amia oggi continuino in comportamenti che compromettono la stessa esistenza della neonata Rap e i servizi essenziali alla città. […] In via cautelare e in attesa di un concreto cambiamento di atteggiamenti e svolgimento del servizio è necessario sospendere ogni atto di formalizzazione ed esecuzione dell’accordo sindacale, non verificandosi i livelli di funzionalità e produzione di servizi che l’Amministrazione Comunale, proprietaria della Azienda Rap, considera condizione dell’accordo e dello stesso contratto di servizio».

    L’emergenza rifiuti procede e il 31 dicembre 100 spazzini su 180 non erano al lavoro con diverse giustificazioni.

    Palermo
  • 11 commenti a “Orlando e Marino (Rap): Nessun accordo senza la città pulita””

    1. Il 55% degli spazzini non a lavoro in una giornata come il 31 dicembre.
      .
      Città sporca, traffico caotico, macchine posteggiate come capita, marciapiedi sporchi e dissestati, prospetti degli edifici che stanno cadendo a pezzi, nessuna cura del verde pubblico, immondizia ed animali in decomposizione fra i marciapiedi e la strada, mercatini abusivi della frutta e della verdura praticamente dovunque…ma nessuno viene colto da una crisi isterica per lo stato della città? Nessuno capisce che non si può continuare così e che si sta sprofondando verso l’Africa?

    2. Ci sono troppi misteri sullo svolgimento dei servizi .
      Quando qualcuno scrive che e’ inutile fare la RD
      tanto tutto viene riversato in discarica a Bellolampo,
      Nessuno smentisce.
      Se chiedo quanti operatori stanno in strada ogni giorno e per quante ore,
      chi mi risponde?
      Se chiedo se esistono ispettori addetti ai controlli,
      se esistono mezzi adeguati,
      se si fa ricorso a Privati con spreco di notevoli risorse finanziarie,
      mentre gli addetti ai lavori si imboscano,
      chi risponde?

    3. E’ frustrante sentir dire ancora oggi:

      “Quando qualcuno scrive che e’ inutile fare la RD tanto tutto viene riversato in discarica a Bellolampo, Nessuno smentisce.”

      Sulla rete chiunque è libero di spararla grossa quanto gli piace ed è compito di chi legge non bere a primo colpo quello che passa per “lagnusia” mentale.

      Informatevi prima di pontificare, anche chiedendo informazioni a chi fa questo lavoro. Basta digitare su Google “bellolampo youtube itis volta” (ma questo è solo un esempio).

      http://www.youtube.com/watch?v=JKTohQTQSHk

    4. A quanto pare, adesso a Palermo si suona, senza molta convinzione per la verita’, il RAP, ma la musica per quanto riguarda la pulizia della citta’ non sembra cambiata granche’.
      E se si provasse con l’heavy metal?

    5. Francesco
      in primis grazie per avere dato il link,
      in quanto,se ci rifletti,
      a nessuno può venire in mente di digitare
      “Bellolampo youtube ITIS volta”
      Detto questo,se la gente scrive sciocchezze sulla RD e ‘ proprio dovuto al fatto che
      c’e ‘ disinformazione.
      Io mi riferisco al fatto grave che qualcuno mette in dubbio la corretta raccolta RD
      e nessuno salta fuori a smentire il commento.
      Comunque mi pare il caso di spiegare ai palermitani come mai la RD che si fa
      a Palermo e dintorni ha percentuali tanto basse ,come mai assistiamo
      allo scempio di campane troppo sature che vengono vuotate quando capita
      Oppure ad aree di raccolta dove non ci sono installate le campane occorrenti,
      ma solo una di tre o due di tre.

    6. Non è certo limitandosi a cambiare il soggetto affidatario del compito di assicurare la pulizia della città che si cambia una vergognosa situazione che dura da decenni. Sono tanti, troppi, i cambiamenti che nella storia di Palermo hanno riguardato soltanto la facciata, mai la sostanza. Ben altri sono i cambiamenti che sarebbero necessari, ma la “materia prima” a disposizione non li consente. “Conzala comu vuoi, ca sempri cucuzza è”.

    7. o rap o amia e sempre lo stesso ma la colpa noo e solo dell operatore ecologico .ci sono mezzi meccanizzati rotti apecar 50 inesistenti mancanza di materiale di qualsiasi tipo non si puo improvvisare ,e poi diciamo la verita il palermitano e veramente ngrasciato .sporco menefreghista e gli piace sputare dove cammina. non e un persona che se vede una cosa fuori posto la sistemaa anzi ci mette altro fango di sopra .passiamoci tutti una mano sulla coscenza e remiamo tutti sulla stessa barca.

    8. Negli ultimi anni la tassa sui rifiuti e’ cresciuta smisuratamente in relazione
      all’l’indice ISTAT
      Paghiamo cifre esorbitanti per sentirci dire che mancano i mezzi per la raccolta?
      Sarebbe ora che la magistratura prenda in mano questa situazione.

    9. @francesco de magistris non verranno messe tutte a bellolampo ma nello stesso camion si però. Da me c’è la raccolta differenziata ma siccome passano solo 1 volta a settimana nel punto di raccolta si accumula ogni tipo di rifiuto e loro portano via tutto assieme(per non parlare di quando gli passano davanti e non si fermano).

    10. Per Xavierpanormus: quel che dici merita approfondimento, ovvero la via e i giorni esatti del ritiro “indifferenziato”. Se ritieni puoi scrivere in forma privata a info@amianet.it. La tua collaborazione è fondamentale. Grazie in anticipo

    11. @francesco de magistris grazie dell’attenzione, lo farò sicuramente, ma verrò ascoltato?speriamo di si dai!

    Lascia un commento (policy dei commenti)