lunedì 21 ago
  • 58 commenti a “Italiacom ancora a Striscia la Notizia”

    1. Grande Stefania, adesso occupati della “vicenda sui teatri in Sicilia”, dove è indagata anche tua sorella.

    2. Adesso aspetto Martina che ci parlerà di start-up e Cristiana che ci parlerà della beneficenza (presunta), non dando spiegazioni su questa gabella ingiustificata e sulle condizioni di recesso non a norma di legge…

    3. Il bassotto e’ sicuramente l’individuo piu’ serio della vicenda.
      Lo si capisce da come si guarda intorno.

    4. da ex utente italiacom a cui hanno sottratto indebitamente 100 euro mi interessa di più sapere che fine hanno fatto i miei soldi come i soldi degli altri utenti gabbati (per non parlare dei fornitori, sponsorizzazioni ecc) che le beghe burocratiche di una che fa teatro e pare (non c’è ancora una sentenza passata ingiudicato) abbia preso un contributo non dovuto di meno di 5 mila euro. I soldi dalla mia carta li hanno presi e dove sono finiti allora se non c’era nessun ampliamento di rete?

    5. Il bassotto è un mito: troppo duci!!! Questa vicenda ha messo in luce quante persone sono credulone e ingenue…io non avrei mai stipulato un contratto con una azienda appena nata, senza garanzie e commenti positivi di clienti.

    6. Cioe questa “azienda” è consociata confindustria… cioè ma non si vergogniano??? il bello è che sul sito di confindustria c’è un codice etico che i consociati devono rispettare sia verso i clienti e sopratutto verso i dipendenti… che ovviamente per “paura” non parlano e addirittura se lo difendono anche.
      Proprio un’atteggiamento da terrone, e lo dice un Palermitano.

    7. Buonasera!
      Io ho Italiacom da Luglio e devo essere sincero non ho avuto così tanti problemi.
      Anche a me hanno fatto pagare i “famosi” € 100 ma la spesa mensile con tale compagnia è così bassa che volendo spalmare tutti i costi di attivazione nel tempo è sempre conveniente.

    8. Marco, se tu hai possibilità di regalare soldi sei liberissimo di farlo.

    9. Che strano intervento Giuseppe!
      Dalle mie parti non arrivano aziende ADSL a basso costo.
      L’unica è TELETU a 37,90 al mese e Italiacom ha costi veramente bassi, sempre tenendo in considerazione la zona d’Italia.
      Sai, non tutti sono fortunati come te ad abitare in regioni dove arrivano le maggiori aziende telefoniche,ci sono zone dove l’ ADSL non arriva del tutto!!!
      Ti posso garantire che prima di passare a Italiacom ho contattato tutti!

    10. Se facessi una bella ricerca su google con adsl palermo avresti belle sorprese.

      Che poi tu sia contento di aver pagato 100 euro in più (soldi peraltro arbitrariamente pretesi) sei liberissimo di sentirti felice.

    11. @Marco,
      Se un giorno misticamente non ti arriva più linea e poi non ti rispondono non ti lamentare eh…
      (parlo per presa visione di tutto quello che si dice su internet)… a quanto pare tu sei uno dei pochissimi a cui questo fantomatico servizio funziona.
      Ricordo che ci sono delle LEGGI! non si possono chiedere costi di disattivazione da un servizio.
      Difatti tutte le altre aziende cosa fanno? non fanno pagare l’attivazione se rimani per un periodo X, e in caso di disattivazione anticipata secondo i termini te la fanno pagare! ma MAI e poi MAI fanno pagare costi di disattivazione!
      Il fatto che non si abbia neanche il coraggio di esporsi pubblicamente indica un minimo di carbone bagnato…

    12. Marco ora non vorrei dire, ma se ti arriva Italiacom, che è wholesaler nazionale di Telecom, ti arriva pure Telecom Italia.
      Poi sicuramente l’offerta è conveniente, come canone di abbonamento, ma onestamente, conveniente per quanto possa essere, l’aut-aut delle 100 euro mostrato nel servizio non lo digerirei mai fossi al posto tuo.
      Poi ovviamente, de gustibus

    13. Ok ho capito!
      Ho avuto altre esperienze nel passato con molte altre compagnie telefoniche e vi posso garantire che il panorama è piuttosto deludente, altro che out out 100 euri!!!.( anche per lavoro!)
      Non stò difendendo a spada tratta Italiacom ma se guardate solo e dico solo i costi effettivamente c’è una bella differenza.
      Posso tranquillamente stare con loro 2 anni, spalmare i 100 euro in questo periodo e poi cambiare.(sempre che arrivi qualche cosa)
      Telecom arriva da me ma con costi stratosferici,potrei adoperare il Wi-Max ma non sono ben coperto.
      Ripeto l’unica azienda è TELETU con € 37,90 ,se paragonata ai miei € 19,90 è piuttosto fuori mercato.
      Io non lo so quanto pagate dalle vostre parti ma in Italia è così.
      Se sparisce Italiacom?
      Spero di no!
      Non mi lamenterei,perchè dovrei farlo?
      Ho avuto diversi contatti con il loro call-center e ho sempre trovato ragazzi giovani e molto educati.
      Perchè dovreste gufare che chiudano?
      Boh…

    14. Marco, ripeto, apri google e cerca adsl palermo. Altro che Teletu!!!

    15. Chiarissimo che se fosse un servizio che funzionasse e sopratutto se l’azienda fosse più trasparente e seria verso la propria clientela l’offerta è mooolto allettante e conveniente… ma aimè cosi proprio non è, e chiaro che tu sei uno dei pochi privilegiati ad avere avuto la fortuna di ricevere un’erogazione del servizio come si deve, ma come puoi notare navigando in giro sei veramente un puntino nell’universo… e le varie indagini di agcom e compagnia bella parlano chiaro… se tu non fossi quel puntino adesso qui staremo a parlare d’altro…
      Per quanto riguarda il gufare… ognuno ha le sue motivazioni… chi perchè gli hanno ladrato 100€, chi perchè mensilmente paga senza ricevere un servizio e altri per motivi più particolari…

    16. Giuseppe è quasi tutta Italia che è in queste condizioni!
      Siamo veramente alla frutta!
      A pochi KM da casa mia un mio carissimo amico ha un contratto con altra compagnia ( ometto volutamente l’ azienda) e naviga alla bellissima velocità di ( UDITE UDITE) 3 MEGA ( se gli va bene……. a volte rimane davanti al PC per minuti in attesa che si apra una pagina) sai quanto paga?
      Evito di dirlo…..
      Risposta compagnia telefonica: ” Purtroppo la sua zona è satura e finchè non ci sono lavori sulla rete questo è il massimo che si può fare”

    17. Invece tu voli a 20 Mega fissi immagino! hauahauahauahahahahahahah
      posta il link dello speed test che ci facciamo 4 risate…

    18. 3 Mega di velocità… rimane davanti al PC minuti… considerando che effettivamente 3 Mega sono pochini in ogni caso non può essere che rimane “minuti”… per starci “minuti” al massimo va a 56Kb, dovresti dire al tuo amico di spegnere i torrent oppure di evitare di scaricare malware in giro che gli infognano la banda…

    19. Sid Vicius buongiorno!
      Onestamente è da luglio che navigo a 7 mega, il telefono mi ha dato qualche problema però ti posso garantire che mi hanno sempre aiutato.
      Mi hanno sempre risposto con estrema gentilezza e competenza.
      Sulla trasparenza aziendale potrei scrivere un libro sulle vicissitudini che ho avuto con le compagnie telefoniche.
      Io so che la Sicilia ha la necessità di lavorare ( come tutta Italia!) e spero proprio che anche loro riescano nell’ intento di lavorare.
      Certo sbagliano, ma chi non lo fa?
      Telecom?
      Fastweb?
      Vodafone?
      Tiscali?
      Wind?
      Orakom?
      BT?
      Tanto per citarne alcune, sono infallibili?
      Provate su GOOGLE a scrivere “nome azienda-problemi”…….. ne vedrete delle belle!

      Ma ora vi lascio e vi saluto.
      Grazie della chiaccherata.

    20. Boh Sid Vicius,
      ma ti sono antipatico?
      Ti ho solo riferito la sua velocità che non è stabile ma quella è il suo massimo.
      Non scarica un bel niente ( lo conosco ) e poi perchè dovresti dubitarne!
      Ti posso garantire che a volte si blocca tutto , abbiamo provato con 2 pc diversi e non cambia!
      Ma non è l’ unico, in zona succede abbastanza spesso!
      Io sono fortunato perchè abito in campagna con pochi abitanti.
      Tutto qua.
      Ciao.

    21. C’è chi sbaglia più delle altre pero!
      La gentilezza degli operatori è un’altra cosa, qui si parla chiaramente di mancanza di erogazioni su una percentuale altissima neanche minimamente paragonabile a quella di questa azienda…
      I disservizi ci sono ovunque ma per questo non vuol dire che si debba operare creando dei disservizi… qui a parte tutto abbiamo forviato dal discorso principale… e cioè questa azienda opera secondo metodologie contrattuali non conformi alle leggi… (attenzione non lo dico io, lo dice il servizio di striscia per tanto se qualcuno mi porta il contrario ovviamente mi ricredo immediatamente).
      A quanto ne so io, e ovviamente non sono un avvocato, non si possono chiedere canoni di disattivazione. io ho avuto tantissime esperienze con vari ISP senza mai grossi problemi, mentre molte persone che incontro per lavoro o per altro che hanno avuto esperienza con questa azienda me ne parlano malissimo… una percentuale troppo alta per essere un caso…
      Per tanto si è vero che i disservizi li hanno anche le aziende da te elencate ma capiamo anche il volume, la struttura di quelle aziende, non lontanamente paragonabili a quella di cui parliamo…

      inoltre… tu vai fisso a 7Mb… ne dubito stra fortemente la tua esperienza mi sembra troppo rosa e fiori, quasi quasi mi viene da pensare che siano commenti sponsor diciamo per contestare un articolo di contestazione… non esistono i servizi perfetti ma a quanto pare tu l’hai trovato…azz che culo

      Guarda non mi stupirei se “Sguinzagliasse” i suoi adepti per poter mettere in giro qualche post positivo in giro… dopo i trascorsi su iTunes, penso che questa sia una fesseria da nulla…

      Cordiali saluti a te…

    22. Hai perfettamente ragione!
      Non ho niente a che fare con loro te lo posso garantire!
      Ho solo sottoscritto un contratto per il servizio, mi è stato dato e tutti gli speedtest che faccio sono così.
      http://www.speedtest.net/my-result/3305404099

      Last Result:

      (14/2/2014 12:24:50)

      Download Speed: 6755 kbps (844.4 KB/sec transfer rate)
      Upload Speed: 390 kbps (48.8 KB/sec transfer rate)
      Latency: 93 ms

    23. La banda disponibile è buona per 7 mega, ma 93 MS di ping è un’oscenità, vado molto meglio col telefonino e il 4g della tre

    24. Ho postato il dato peggiore!
      http://www.speedtest.net/my-result/3306180762
      Mi sembrava essere troppo di parte.
      Così va meglio?
      Ne vuoi uno ancora migliore…….

    25. Ma quanti bei dati interessanti.
      Qui ci vuole un bell’ONM..!

    26. Marco, guarda invece il mio test di connessione…
      http://www.speedtest.net/my-result/3306514373

    27. A questo punto il dubbio si pone, nello speedtest di peppo appare chiaramente Italiacom nel carrier. Quelli di marco hanno Telecom Italia… Ora può dipendere da tante cose il fatto che appaia Telecom, però il dubbio sorge…

    28. dalle mie parti Italiacom viaggia in wholesale Telecom.
      Qui arriva solo e unicamente Telecom e tutti gli altri la affittano!
      L’ unica fortuna è che siamo connessi veramente in pochi.
      Fra un pò sicuramente la situazione peggiora se le connessioni aumentano.
      Non so che dubbio possa sorgere……

    29. Dovrei viaggiare a 7 mega in download e mezzo mega in upload…
      http://www.speedtest.net/my-result/3310597167

    30. invece che menarvelo a vicenda circa la (non) velocità delle vostre connessioni ADSL, vedete che la legge per far valere i vostri diritti è dalla nostra parte per una volta.

      ogni gestore telefonico è obbligato per legge a pubblicare la propria carta dei servizi in cui esplicitamente dichiara per ogni offerta internet ADSL la velocità massima teorica e la velocità minima garantita.
      esempio: avete l’operatore XXX, andate sul sito internet dell’operatore, scaricate la carta dei servizi, per l’ADSL 7 mega la velocità teorica massima sarà 7 mega e la velocità minima garantita 4 (o giù di lì).
      qua c’è l’elenco di tutte le carte servizi ed indicatori di velocità minima tarantina: https://www.misurainternet.it/offerte_adsl.php

      se la vostra linea va a 0.01mbps, andate sul sito del garante delle comunicazioni: https://www.misurainternet.it/nemesys.php
      scaricate il software NEMESYS: per 24h monitorerà la qualità della linea e farà un report.
      con i dati del report di NEMESYS inviate una raccomandata o una PEC al vostro operatore telefonico. se entro 30gg non vi sistema la linea potete rescindere il contratto a COSTO 0.
      ovviamente la minaccia di conoscere la legge e di rescindere il contratto non dico che vi farà sistemare la linea sicuramente, ma quanto meno la vostra richiesta di controllo della linea sarà gestita più seriamente di una generica telefonata di lamentela che, vi assicuro, non genera nessun controllo dei parametri di linea.
      quando chiamate il call center per problemi di velocità, il massimo che fanno è controllarvi i valori di SNR e attenuazione in quell’istante e dirvi che va tutto bene.
      con una raccomandata ed i dati di NEMESYS, con la minaccia di sapere che potete rescindere il contratto gratis senza penali se non vi sistemano la linea già fa gestire la vostra problematica ad un reparto tecnico più esperto.

      aggiungo: spesso le velocità ADSL scandalosamente basse sono causate da 3 motivi

      1) eccessiva distanza dalla centrale (c’è poco fa fare)
      2) cavi telefonici della prima guerra mondiale (chiamate un elettricista e fatevi testare la linea di casa vostra e fino all’armadio telecom di strada)
      3) avete un contratto con un operatore in wholesale su rete telecom. telecom italia gestisce le sue risorse con priorità maggiore i suoi clienti rispetto ai wholesale. (allora rientrate in telecom).
      4) cavi telefonici della prima guerra mondiale dall’armadio telecom fino alla centrale di zona telecom. (facendo la segnalazione con NEMESYS quantomeno l’operatore inoltra a telecom / SIRTI la richiesta di controllare la linea)

    31. Alberto, che c’entra la discussione sull’ADSL con il wifi?

      innanzi tutto hai pubblicato un link ad una sito senza alcuna autorevolezza delle fonti.
      se ti informi così, povera italia, povera italia!
      ecco un sito a caso per il debunkin’ delle minchiate dell’articolo che hai linkato: http://bufaleuntantoalchilo.blogspot.it/2013/11/il-wi-fi-pericoloso.html

      in maniera spiccia aggiungo: la potenza trasmissiva del wifi non supera i 100 metri, mentre la rete cellulare arriva a km di distanza. immagino che prima di preoccuparti per il wifi avrai già spento il cellulare, no?
      oppure le onde radio della tv sono ancora più potenti, visto che a differenza della rete cellulare serve solo un ponte radio (monte pellegrino) non una decina di ponti radio sui palazzi. hai isolato casa tua dalle onde radio portanti del segnale tv?

    32. Quarto video della Petyx
      http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?19289

      Qualcuno sarà felice di aver fatto beneficenza

    33. Vai vai già li vedo all’ orizzonte… Sponsor! Sponsor dappertutto!

    34. skaywoka
      Non hai alcuna credenziale per entrare nel vivo dell’argomento,ne per esprimere giudizi.Intanto nel link da me postato ci sono 10 consigli da seguire per cautela.
      Il tema e’ aperto,e tale rimane.
      Siamo sommersi da microonde.Questo e’ sicuro.

    35. Secondo me siete OT.

    36. Dal sito dell’AGCOM la delibera per l’avvio del procedimento contro Italiacom S.r.l. ed Italiacom.net S.r.l.
      http://www.agcom.it/default.aspx?DocID=12614

    37. Anche secondo me,però quanto meno viene fuori qualche migliore conoscenza delle implicazioni nell’utilizzo di questi giocattoli,a beneficio dei lettori,
      cui non gliene importa granche se qualcuno e’ incorso in un danno dell’ordine di un centinaio di euro.Tanto e’ emerso fin’ora.Miserie umane.

    38. Spero che Alberto legga l’articolo postato da Rox e capisca finalmente che non si tratta di qualche centinaio di euro, ma di milioni di euro…..

    39. fin dai primi commenti ho chiesto di precisare i numeri che girano attorno a questo caso.Dopo 1 mese e centinaia di commenti viene fuori l’articolo del sole 24 ore
      che parla di tremila utenti ed 1,5 milioni di euro di debiti verso Telecom.
      Ma sul singolo utente il danno eventuale rimane dell’ordine di un centinaio di euro,
      importo risibile che non giustifica i toni forti usati contro una società’ che a quanto pare
      ha venduto servizi sotto costo pur di accaparrarsi le Utenze.

    40. Alberto se per te 100 euro non son nulla puoi anche rifondere tu stesso il maltolto ai poveri utenti.
      E poi, additare come “miseria umana” chi si lamenta del prelievo forzoso è veramente di cattivo gusto. (Vorrei vedere se la tua banca sottraesse 100 euro dal tuo conto corrente giustificandosi con un fantomatico adeguamento canone…)
      Infine, ti invito a rileggere con attenzione tutti i post, soprattutto quelli iniziali del primo e secondo servizio della Petyx, dove si parla di ben altro, ma che continui con maestria ad ignorare.

    41. Effettivamente non ho letto quei post.
      Sicuramente sono stati scritti commenti spropositati “contro” il gestore,a mio avviso
      con superficialità.Per un verso si e’ accettato un contratto a prezzi stracciati,ignorando
      che questo avrebbe potuto ricadere sulla qualita’ del servizio.
      Cosa che è puntualmente accaduta.

    42. “Effettivamente non ho letto quei post. Sicuramente sono stati scritti commenti spropositati…”
      Ragioni per partito preso. E ho detto tutto.

    43. No,amico caro.Nessun partito preso.
      Se uno avvia un’impresa in perdita,e poi non paga i fornitori,son .azzi suoi.
      L’utente che ha aderito su una offerta a prezzo stracciato e poi rimane deluso del servizio reso,ha nella rete la possibilità di farsi giustizia da se,
      e mi pare che questo sia avvenuto.Portando il caso in rete e’ emerso che la richiesta dei 100 euro era impropria.Chi ha pagato dovrebbe ricevere indietro i 100 euro.La cosa su cui dissento sono i toni esagerati verso uno che non ce l’ha fatta.

    44. O meglio, Agcom ha imposto a Telecom la proroga.

    45. Dal sito di altroconsumo:

      Italiacom: l’Agcom avvia un procedimento

      Costi di attivazione prelevati prima di fornire il servizio, allacciamenti fatti con mesi di ritardo (o mai attivati) e un servizio clienti telefonico latitante. Sono alcuni dei disservizi che ci avete segnalato su Italiacom. Abbiamo inviato un esposto all’Agcom che, dopo la nostra segnalazione, ha avviato un procedimento nei confronti dell’operatore obbligandolo a indennizzare gli utenti.
      Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di consumatori che lamentano ripetuti comportamenti scorretti e disservizi da parte dell’operatore di telefonia Italiacom. Li abbiamo verificati e in effetti abbiamo rilevato, a vario titolo, alcune pratiche commerciali scorrette. In particolare.
      Il costo di attivazione, pari a circa 150 euro (che varia da piano a piano) viene prelevato immediatamente, all’atto della sottoscrizione del contratto per telefono, ancor prima che l’utente abbia ricevuto l’allacciamento al servizio.
      Il servizio, poi, viene erogato non prima di 2 mesi nonostante, al momento della sottoscrizione, Italiacom garantisca l’allacciamento entro 20 giorni dalla data della firma del contratto. Abbiamo addirittura rilevato che in alcuni casi il servizio non viene affatto erogato, nonostante l’utente abbia comunque sottoscritto il contratto.
      Gli utenti incontrano inoltre molte difficoltà a entrare in contatto con il servizio clienti telefonico (in alcuni casi non ci riescono affatto). In questo modo i consumatori che pagano regolarmente il servizio non hanno la possibilità di risolvere eventuali problemi.
      Alcuni consumatori ci hanno poi comunicato l’esistenza di una “exit fee di due anni” anche se non quantificata: pur avendo analizzato la carta dei servizi, non abbiamo trovato alcuna menzione di tale penale. Si tratterebbe ad ogni modo di importi palesemente non “giustificati” ai sensi della legge Bersani che autorizza il riaddebito all’utente esclusivamente dei costi strettamente funzionali alla gestione della richiesta di recesso, e non di tutti i costi effettivamente sopportati dall’operatore.
      Abbiamo infine rilevato una clausola vessatoria relativa alla procedura di conciliazione e al foro competente: si prevede infatti l’esclusività della mediazione di ADR Center (per il tentativo obbligatorio di conciliazione) e del foro competente di Palermo, entrambe in palese lesione del Codice del Consumo e del foro del consumatore.
      Dopo il nostro esposto, l’Agcom avvia un procedimento
      Tutti questi comportamenti lesivi degli interessi dei consumatori costituiscono in vario modo pratiche commerciali scorrette e aggressive. Per questo motivo abbiamo inviato a Italiacom una diffida chiedendo la loro immediata cessazione, il rimborso delle somme già addebitate e il contestuale impegno a non addebitare ulteriori somme ai consumatori nei confronti dei quali Italiacom non è stata in grado di fornire un adeguato servizio. In caso contrario ci vedremo costretti a tutelare i diritti e gli interessi dei consumatori nelle competenti sedi giudiziarie.
      Per gli stessi motivi abbiamo inviato anche un esposto all’Agcom. L’Autorità garante delle comunicazioni, dando seguito alle nostre richieste, si è attivata e, dopo un’ispezione presso la sede di Italiacom a Palermo, ha avviato un procedimento. L’Agcom, riconoscendo la condotta lesiva dell’operatore nei confronti dei consumatori (per quanto riguarda i 100 euro prelevati a titolo di “maggiorazione forfettaria” o, in caso di esercizio del diritto di recesso, come corrispettivo per i costi di disattivazione) ha imposto all’operatore l’obbligo di indennizzare gli utenti.
      Se non hai ancora pagato, quindi, non farlo. Se, al contrario, lo hai già fatto, rivolgiti al Corecom, Comitato regionale per le comunicazioni, della tua regione.

      Il testo completo lo trovate qui:

      http://www.altroconsumo.it/hi-tech/telefono-internet-e-tv-digitale/news/diffida-italiacom

    46. A questo link troverete la delibera dell’Agcom di cui al mio post precedente

      http://www.agcom.it/default.aspx?DocID=12748

    47. Ancora una delibera dell’Agcom con cui viene ordinato ad Italiacom srl (già spa) e ad Italiacom.net srl di rimborsare le somme prelevate a titolo di maggiorazione forfettaria una tantum ovvero a titolo di costi di disattivazione a seguito di recesso per per modifica delle condizioni contrattuali.

      http://www.agcom.it/default.aspx?DocID=12834&Search=italiacom

    48. Girano voci… che i servizi siano stati cessati senza preavviso… il sito aziendale risulta offline…
      qualcuno ha news?

    49. Si Sid Vicius, io ieri sera stavo navigando e mi è stato tolto il servizio. Al primomomento avevo pernsato che questi “truffatori” non avevano trovato sufficiente saldo sulla mia ricaricabile ma nò, mi hanno addebitato i 20 euro e adesso mi trovo comunque senza il servizio. I loro telefoni de “customer care” sono stati disattivati e non so adesso cosa fare perchè non hò neppure il codice migrazione per passare ad un’altro operatore. I 100 euro che dovevano rimborsare persi che l’abbiano fatto?? ma per piacere, che truffa!!!!.

    50. dopo avere letto la Delibera AGCOM di febbraio, da cui risultava che il prelievo dei 100 euro era illecito, ho azzerato il credito sulla carta e comunicato che lo avrei ripristinato dopo il rimborso dei 100 euro e dei 25 del tablet mai ricevuto. Mi hanno ovviamente staccato subito la linea,e inviato un sollecito di pagamento del canone di marzo. Ma devo dire che questo me lo aspettavo. La cosa sbalorditiva è che anche ieri mattina 2 aprile – cioè poche ore prima di cessare i servizi -, mi hanno inviato un sollecito di pagamento del canone di marzo e di aprile!!

    51. Chiara, è ovvio che nmon devi pagare quelli arretrati. Io sono a posto con i pagamenti e ieri dopo la cessazione del servizio ho ricevuto un sms dove “si scusano del disagio ma tra poco risolveranno la situazione”. Intanto io sono a casa senza internet e devo venire usare un internet point. Per lunedi se la situazione persiste contatto un’altro operatore. Saluti da Milano.
      Carlos
      andicar@iol.it

    52. Carlos, preciso che marzo e aprile non sono arretrati in quanto non devo pagarli perchè non ho usufruito del servizio, e in febbraio non avevo superato il limite di telefonate comprese nel canone. Avevo azzerato il credito sulla carta a fine febbraio per impedire che mi prelevassero il canone di marzo, con la società quindi avevo solo crediti, cioè i famigerati 100 euro rapinati il 15 novembre 2013 e i 25 euro del tablet.
      Segnalavo solo che – oltre ovviamente a non resituirmi nulla – hanno avuto la faccia tosta non solo di sollecitarmi il canone di marzo, ma persino quello di aprile, poche ore prima della cessazione dei servizi.
      Spero per te e per tutti gli altri che davvero risolvano il “problema tecnico”, io per sicurezza mantengo azzerato il credito sulla carta.

    53. Ciao Chiara, qui potrai trovare quello che ti serve per richiedere la migrazione

      http://www.agcom.it/default.aspx?DocID=13013&Search=italiacom

      In soldoni, visto gli inadempimenti contrattuali di Italiacom nei confronti del fornitore all’ingrosso, e data la mancata fornitura dei numeri per la migrazione dei propri clienti, Agcom si è fatta carico, in via eccezionale, di fornire tali codici di migrazione.

    Lascia un commento (policy dei commenti)