mercoledì 23 ago
  • Via libera dall’Ars a un casinò a Palermo

    L’Assemblea Regionale Siciliana ha dato via libera all’apertura di casinò a Palermo e Taormina. Il Movimento cinque stelle ha votato contro e quattro deputati si sono astenuti.

    Sulla questione dovrà esprimersi il parlamento nazionale.

    Palermo, Sicilia
  • 8 commenti a “Via libera dall’Ars a un casinò a Palermo”

    1. Bello. Il casinò di Castello Utveggio. Con tanto di eliporto vip e funivia diretta da Villa Igiea, ancora più vip. Roba che a Taormina se la sognano.
      Certo, peccato per il panellaro nel posteggio del casinò, e anche i posteggiatori abusivi, diamine, potrebbero almeno vestirsi meglio.
      Ma si sa, anche se Orlando è riuscito finalmente a farci diventare “capitale europea del gioco d’azzardo cultural-sportivo arabo normanno”, alcune cose non cambieranno mai…
      😉

    2. Ricordate il film ”Mery per sempre?”: Mafia! Mafia! Mafia! Mafia!

    3. Sarebbe un sogno! La città ne trarrebbe enormi benefici: investimenti nel settore turistico, nuovi afflussi turistici, nuove opportunità di lavori, nuove entrate per il Comune che quindi potrebbe reinvestirli in opere per la città. Un sogno!

    4. Non capisco: il casino c’e’ gia’ a Palermo.
      Ah, questo e’ il casino con l’accento.
      E vabbe’, state a guardar il capello.

    5. La nostra città potrebbe diventare una virtuosa “sin city” (las vegas) italiana con ricchezza e benessere grazie ad un nuovo tipo di turismo che si va ad aggiungere a quello culturale, attirando molti più giovani (grazie al divertimento e nuove attività per i più giovani) e i nuovi ricchi dai paesi bric (brasile, russia, cina, india).

    6. era ora di fare qualcosa per incrementare il turismo

    7. e soprattutto diversificare l’offerta per attrarre sempre più turisti, e per scopi diversi. Va benissimo arte e mare, ma possiamo offrire ben altre cose.

    8. dal momento che i siciliani si trasferiscono a malta e in croazia per giocare non sarebbe meglio che ci si divertisse qui?
      immaginate quanto turismo? e anche quanti nuovi posti di lavoro?

    Lascia un commento (policy dei commenti)