venerdì 24 nov
  • Ferrandelli al Comune: “Utilizzi 500 pip per pulire la città”

    Fabrizio Ferrandelli

    Il deputato regionale del Partito Democratico Fabrizio Ferrandelli si è rivolto al Comune per chiedere di utilizzare 500 pip per pulire la città: «Rifiutare il contributo di circa 500 unità lavorative, disposte a pulire spiagge e sottopassi, o ad impegnarsi nelle scuole, senza che il Comune di Palermo esca dalle tasche neppure un euro, è scandaloso oltre che mortificante per la dignità dei lavoratori. È una di quelle notizie da incasellare nella rubrica “incredibile ma vero” o in generale in quella degli sprechi […] La Regione siciliana da mesi paga circa 500 lavoratori ex Pip che, a causa del “niet” del sindaco Orlando nell’affidargli una mansione di lavoro, rimangono senza far nulla quando, in una città dalle mille emergenze, potrebbero a costo zero dare una mano per curare una città che proprio bene non sta. […] Faccio appello all’amministrazione comunale – affinché firmi la convenzione con l’assessorato regionale e chiami al lavoro questo personale. Il sindaco Orlando, dopo avere creato i Pip, li usi e non li getti. Sono gratis, e potrebbero aiutarlo perché è sotto gli occhi di tutti che da solo non ce la fa».

    Palermo, Sicilia
  • 7 commenti a “Ferrandelli al Comune: “Utilizzi 500 pip per pulire la città””

    1. Se e’ vero, non si capisce perche’ il prode paladino voglia tenere 500 pip a farsi le pippe.
      Mah.

    2. perchè sono stati creati per il consenso politico e per accordi devono stare senza fare niente e stipendiati!!!

    3. Orlando sa bene che se scrive qualsiasi atto con la parola PIP dentro, si “mette l’acqua dentro”. Per cui saggiamente, lascia che sia la regione a smazzarsela…

    4. Oh Ferrantelli caro, il popolo sovrano ti ha fatto salire su in parlamento e ogni tanto ti cali verso il basso a notare lo stato di degrado in cui versa anche la Tua città… Era bello quando ogni tuo intervento da ex consigliere comunale attuava quei provvedimenti tali da rendere operativi tutti i dipendenti comunali, ops, precari, bacini di potenziali elettori…

    5. Il solito trombato di orlando che ” il sindaco lo sa fare ” e si vede anche molto bene. Vergogna, sentimento che questo bravo e serio politico di professione non conosce minimamente dopo tutte le cagate promesse in campagna elettorale.Una citta’ al dissesto , peggio di prima (quando era cool ). E’ passato piu’ di un anno dalla sua elezione e i risultati sono sotto gli occhi di tutti: IMMONDIZIA– AMAP–AMAT–PIP–LSU–STRADE–VIABILITA’—TASSE–Per citare solamente alcuni dei problemi piu’ grandi ancora del tutto irrisolti.BUFFONE saro’ ben contento assieme a tutti i palermitani e festeggiero’ quando il tuo partito PD ti mozzera’ la testa.

    6. Kocis, ma quando il PD ha appoggiato Orlando? Spari a vanvera…

      Questione PIP: ma siamo sicuri che questi signori siano disposti ad accettare di pulire la città? Nutro seri dubbi…! ah ah ah!

    7. Adesso è troppo semplice prendersela con il Sindaco. Non l’ho votato, e credo che la città avrebbe avuto bisogno di un vento di follia innovatrice, lo scritto in campagna elettorale, e quindi posso ribadirlo adesso che i fatti mi danno facilmente ragione. Credo anche che la giunta sia molto debole al di là di qualche eccezione, ma certamente la questione pulizia della città è una delle cose che stanno gestendo al meglio visto che si sono trovati una azienda fallita (ribadisco fallita) e stanno provando a ripartire, con difficoltà che basta un pò di buon senso per immaginare. In ogni caso eviterei il tiro al bersaglio contro il Sindaco tanto per farlo. Magari concentrerei le critiche in modo costruttivo sui tanti elementi di oggettiva debolezza della sua gestione.

    Lascia un commento (policy dei commenti)