giovedì 19 ott
  • Palermo città solerte

    Intervenire rapidamente, agire con determinazione, stroncare ogni forma di abuso e di reato. A Palermo questo avviene, e non possiamo che essere grati di questo alla nostra “solerte” amministrazione. Forse non sono proprio i reati che vorremmo debellati per prima in ordine cronologico, ma questo poco importa.

    Gli ultimi abusi con solerzia contestati sono di Alessia Franco, che, autrice di un libro rivolto ai bambini dall’inquietante titolo Le catacombe del mistero, si è presa la libertà di accompagnare a titolo gratuito una scolaresca alla visita delle catacombe stesse.

    Francamente non ci capisco più nulla, mi sembra che si sia persa una chiave di lettura della realtà, mi pare questo un esempio evidente di come una legge non capita ed applicata in maniera miope da strumento di difesa del bene comune diventi strumento di vessazione del singolo cittadino. Penso sia semplice prendersela con il povero vigile, interprete di leggi e regolamenti dei quali non ha evidentemente inteso lo scopo generale. Il mio timore è che questo modo di agire sottenda in realtà una incapacità di visione più generale, l’assenza di una visione ed un progetto per la città che dai vertici passi grado dopo grado a tutti gli impiegati comunali; i singoli si trovano pertanto a gestire leggi e regolamenti senza una direzione ed una vista d’insieme. Mi spiace ammetterlo questa amministrazione non ha segnato la svolta che sarebbe stato lecito attendersi. Senza un progetto cui senti di partecipare non comprendi quale parte di quel progetto altri stanno svolgendo, e non comprendi quali sono i reali ostacoli alla realizzazione del progetto stesso.

    Faccio pertanto mio l’appello al sindaco di Dario Piombino-Mascali, a che, in attesa che l’amministrazione trovi un modo per dare alla macchina comunale unità d’intenti e di visione, provveda a ritirare questo provvedimento che ridicolizza tutti noi.

    Petizione.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

Palermo città solerte, 5.0 out of 5 based on 2 ratings