domenica 4 dic
  • “Fab Talk”: la città maker e creativa si racconta al FabLab Palermo

    Non bisogna essere degli analisti esperti per capire che qualcosa è in atto e sta cambiando (da un bel po’ di tempo in realtà) in città. Ma certo un occhio curioso, attento e non privo di ottimismo, può captare meglio quali siano le dinamiche e i protagonisti di questa trasformazione. Quella che noi, al FabLab Palermo, un po’ per deformazione da “maker” abbiamo collocato nell’onda innovativa e creativa che, in modo benefico, travolge e coinvolge proprio tutti.

    Ci siamo accorti, soprattutto, dell’esistenza di una molteplicità di esperienze che, su diversi ambiti o settori, presenta forti caratteri di innovazione e creatività. Medesimo è l’entusiasmo per idee sorte attraverso lo studio, il confronto, l’apertura agli altri e alla diversità, frutto di sperimentazione e intuizione ma anche di conoscenze acquisite in anni di duro lavoro e studio.

    Il capitale umano non sembra mancare o esser di bassa qualità in città. Eppure, nella maggior parte dei casi, esistono esperienze isolate o parte di reti non estese e che non coinvolgono la città intera in un progetto comune e più allargato. Perché non pensare allora di farlo? Perché non pensare a un hub creativo che possa facilitare l’incontro tra tutti quelli che, a vario titolo, sentono di poter dare un proprio contributo allo sviluppo della città maker e creativa?

    Con questo obiettivo nasce l’idea dei Fab Talk, un appuntamento settimanale con un talk aperto e partecipato su un tema specifico, coordinato e “condotto” da un maker del FabLab Palermo.

    “Fab Talk”

    Ogni talk sarà l’occasione per conoscere e ascoltare le storie dei protagonisti di esperienze creative in città. Ma l’idea è che la narrazione, il confronto e lo scambio tra queste testimonianze, avvengano in modo informale e naturale, come avverrebbe una chiacchierata tra amici, seppure con contenuti specifici, fortemente professionali e dall’alto valore conoscitivo.

    Una città, dunque, che si racconta attraverso le sue esperienze virtuose e in crescita in un nuovo hub creativo che aspetta tutti quelli che pensano e fanno. Ogni giovedì, al FabLab Palermo sarà possibile conoscersi, confrontarsi, scambiare idee e informazioni sul mondo maker, su innovazione, creatività, progetti ed eventi in corso. Del resto dove parlare di tematiche del genere se non all’interno di un FabLab e soprattutto del primo FabLab siciliano?

    Il Fablab Palermo, nato nel settembre del 2013, è infatti un hub creativo di makers, soggetti che creano “con la testa e con le mani”. Creatività, accessibilità, condivisione e innovazione sono i quattro assi su cui ruotano le attività del Fablab Palermo e con le quali si interfaccia la maker community di riferimento: artisti, designer, architetti, studenti, artigiani, creativi, gente comune ma con delle idee creative che necessitano di un supporto per la loro realizzazione.

    Un fablab (dall’inglese fabrication laboratory) è una piccola officina aperta ad un gruppo di utenti che offre servizi personalizzati di fabbricazione digitale. Generalmente dotato di una serie di strumenti computerizzati in grado di realizzare in maniera flessibile e semi-automatica un’ampia gamma di oggetti, da quelli più tecnologicamente avanzati a quelli che pur essendo più tradizionali possono beneficiare dell’apporto delle nuove tecnologie.

    In realtà il FabLab Palermo, partendo da questa mission iniziale è ben presto diventato fucina di idee e di progetti che vanno ben oltre il classico, seppur innovativo, mondo degli “smanettoni” figli di Steve Jobs!

    Da qui, la diversità e pluralità di temi affrontati nei Fab Talk.

    Il primo appuntamento con Fab Talk è per giovedì 5 giugno alle 18:30. Si parla di Urban Makers: cosa accade in città? Riempiono le città contemporanee, si organizzano, fanno rete, progettano e pensano una città migliore, sostenibile, creativa e felice. Sono maker, co-worker, startupper, artisti, creativi di ogni sorta, per i quali il futuro è un presente continuato e in progressione. Ci credono e mettono da parte la parola crisi. Si incontrano e decidono di restare. Anche a Palermo. Conosciamoli e conosciamoci in questo primo appuntamento con il Fab Talk al FabLab Palermo. Tante storie per un progetto comune di città, creativa e viva, da cui non fuggire ma in cui poter decidere di tornare e restare.

    Gli altri Talk di giugno:
    12 giugno h 18:30 Creatività, cultura, turismo: gli ingredienti per lo sviluppo di una città creativa.
    19 giugno h 18:30 Arduino, una scheda per infinite applicazioni: opensource, progetti, potenzialità creative.
    26 giugno h 18:30 Artigianato digitale e design: tra tradizione e innovazione.

    Il Fab Talk vi aspetta ogni giovedì a partire dalle 18:30 presso la nuova sede del FabLab Palermo in via Mariano Stabile 52.

    Venite a raccontarci la vostra esperienza e le vostre idee. Ne troverete molte altre ad attendervi!

    Contatti FabLab Palermo
    Via M. Stabile 52, Palermo
    Tel/Fax: +39-091 7846077
    palermomakers@gmail.com
    Fb: facebook.com/fablabpalermo
    fablabpalermo.org

    Rosalio è media partner di Fab Talk.

    Ospiti
  • 2 commenti a ““Fab Talk”: la città maker e creativa si racconta al FabLab Palermo”

    1. bravi, interessante.

    2. Maker, hub, talk, fabrication, laboratory, mission, urban, co-worker, startupper, opensource, design.
      Mamma quante parole inglesi, molte delle quali potrebbero esser degnamente tradotte in italiano..ma in Italia mettere un po’ d’inglese pare dare piu’ importanza al proprio discorso, come il latinorum d’antan, non importa se si sfiora il ridicolo.
      Chissa’ poi perche’ qui a Londra invece nessuno mette qualche parola d’italiano per rendere piu’ credibile cio’ che dice. Sono ancora fermi a pasta, pizza, panini, mafia e Berlusconi.
      Che retrogradi.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

"Fab Talk": la città maker e creativa si racconta al FabLab Palermo, 5.0 out of 5 based on 1 rating