martedì 6 dic
  • Scorie tossiche oltre all’amianto al Parco Cassarà

    Chiuso il Parco Cassarà per la presenza di amianto

    Nel Parco Cassarà, chiuso da aprile per la presenza di amianto, ci sono anche scorie tossiche. Lo hanno scoperto i tecnici nominati dalla Procura per verificare la situazione.

    È stato rinvenuto e sequestrato un tubo con la scritta Fincantieri e residui di verniciatura e sabbiatura che potrebbero provenire da lavorazioni dei cantieri navali.

    Una parte del parco potrebbe riaprire entro giugno.

    Palermo
  • 2 commenti a “Scorie tossiche oltre all’amianto al Parco Cassarà”

    1. Vabbè…
      Ma quando è stato costruito non se ne è accorto nessuno….
      …come avrebbero potuto accorgersene…..

      CHE POPOLO DI M..DA

    2. I lavori del parco sono durati ben 7 anni dal 2005 al 2012, in tutto quel tempo effettivamente nessuno si è accorto di questi rifiuti? Non hanno movimentato terra, per piantare gli alberi? Speriamo solo che chi doveva verificare paghi un conto salato e soprattutto che, se le voci riguardanti a rifiuti recanti nome e cognome di un impresa fossero vere,questa paghi il conto della bonifica.

    Lascia un commento (policy dei commenti)