martedì 6 dic
  • Da lunedì chiusura di piazza Einstein

    Da lunedì 7 luglio verrà chiusa al traffico piazza Einstein nell’ambito del proseguimento dei lavori del tram che consentirà il collegamento da via Leonardo da Vinci a viale della Regione Siciliana – sia dal lato monte che dal lato mare – nonché il collegamento tra il viale della Regione Siciliana e piazza Boiardo. La riapertura della piazza è prevista entro la fine del mese di agosto.

    Da lunedì chiusura di piazza Einstein

    Per effettuare questa nuova tranche dl lavori, saranno scavate due trincee che non consentiranno, quindi, di raggiungere direttamente dalla parte alta di via Leonardo da Vinci il viale Lazio, né di proseguire dalla complanare di monte del viale Regione Siciliana (provenienza lato TP) verso la rotatoria Einstein. Contestualmente, non sarà possibile raggiungere direttamente dalla parte bassa di via Leonardo da Vinci il viale della Regione Siciliana, direzione autostrada Catania/Messina.

    Alcuni itinerari alternativi, evidenziati nella mappa allegata, consentiranno il raggiungimento di tutte le direzioni.

    Agli automobilisti è, tuttavia, consigliato l’utilizzo del nuovo varco ubicato all’altezza di via Giorgione per immettersi nel sottovia Einstein direzione via Perpignano e l’utilizzo di via Uditore (lato ME/CT) per i veicoli provenienti dalla parte monte di via Leonardo da Vinci, per tutte le direzioni. L’inversione di marcia su via Leonardo da Vinci andrà fatta all’altezza di via Beato Angelico. Possono essere utilizzate anche via Evangelista Di Blasi e viale Michelangelo come strade alternative alla via Leonardo da Vinci.

    AGGIORNAMENTO: la chiusura è stata rinviata a martedì 8 a causa di un’assemblea sindacale.

    Palermo
  • 8 commenti a “Da lunedì chiusura di piazza Einstein”

    1. Piccoli sacrifici per i cittadini palermitani che verranno ripagati ds moderne ed utili infrastrutture a servizio della collettività. Inoltre va riconosciuto alle autorità comunali ed alle imprese coinvolte la programmazione di tali lavori in concomitanza con la chiusura di scuole ed uffici.

    2. Colorina
      Non stravolgiamo i fatti.
      Non so piu in quale anno il servizio doveva partire a luglio
      ed a forza di rinvii ovvio che si scivola nei mesi estivi.
      Altro che programmazione!
      E poi,basta con le sviolinate.
      Semmai vai a Gerusalemme.

    3. Purtroppo il ritardo (ormai cronico) delle opere pubbliche è un dato di fatto non confutabile, quindi la ma era una lode nei confronti dei soggetti coinvolti che in ogni caso hanno programmato questi interventi nei mesi meno caldi per quanto riguarda il traffico.

    4. Ma cosa vuoi che gliene freghi a questi dei cittadini e degli stessi loro lavoratori.
      Una città in piena anarchia in cui chiunque ha un posto di responsabilità fa quello che gli pare,infischiandosene dei disservizi che crea,tanto nessuno controlla niente.
      Ma quale programmazione!
      E la tua testa che è portata a configurarsi le leggende metropolitane.

    5. Peccato che non abbiano optato per il terreno inerbito al posto dell’asfalto, come ad esempio nella paradisiaca Barcelona, oppure ad una slberatura con palme dattilifere come nella più semplice Messina.

    6. Gente che più lavora più scava più si porta a casa i soldi dei cittadini onesti che pagano le tasse…questi se potessero oltre che scavare in estate scaverebbero a natale pasqua epifania!!!! e vorrebbero scavare per i prossimi 15 anni….

    7. Si Si…
      Il futuro è il Tram…
      Almeno poi protremo anche noi dire “Attaccati ‘o tram”
      Per questo progetto “Avveniristico” stiamo sventrando una città, togliendo quei 4 alberi che ancora esistevano, facendo crollare palazzine e buttando cifre iperboliche.
      Sicuro che non c’era nulla di meglio di più semplice da fare?

    8. Marcus, non so…ce lo consigli lei visto che ha tratto tutte queste conclusioni.

    Lascia un commento (policy dei commenti)