martedì 6 dic
  • Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia

    Il Piano Giovani è l’iniziativa promossa dalla Regione Siciliana e dalla nostra coetanea Nelli Scilabra per facilitare l’accesso dei giovani nel mondo del lavoro.
    Il Piano nasce con l’obiettivo di innalzare il tasso di occupazione dei giovani siciliani attraverso l’impiego di strumenti e interventi orientati a contrastare l’inoccupazione e la disoccupazione giovanile. I ragazzi, tra i 25 e i 35 anni e in possesso di diploma e/o qualifica professionale potranno svolgere un tirocinio indennizzato di sei mesi presso soggetti ospitanti localizzati in Sicilia. 500 euro vanno a loro, 250 all’ospitante.

    Il percorso per aderire è entusiasmante: il portale è come un videogame in cui per potersi registrare vince chi arriva prima (è stata corsa al clic per i primi 800) e sono state previste anche azioni per fare socializzare i partecipanti, come fare la fila di notte per farsi rilasciare il Patto di servizio (un documento necessario per completare l’iter), con ricadute di educazione civica, come unirsi per fronteggiare i posteggiatori che vorrebbero imporre le proprie liste al Centro per l’impiego.

    Poi i progetti formativi sono molto stimolanti. Qui una selezione ragionata. Non fateveli sfuggire mi raccomando!

    Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia

    Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia

    Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia

    Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia

    Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia

    Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia

    Sicilia
  • 15 commenti a “Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia”

    1. E’ uno scherzo… vero?

    2. Ironia, ottimo strumento ma, in questo caso, non riesce a sdrammatizzare l’esasperata ricerca di lavoro dei giovani siciliani

    3. la corsa a cosa? mi sono registrata in tempo ancora aspetto na bufolataaaaaaaaaaa

    4. in effetti, proprio di “sbiluppo” trattasi.

    5. solo io sono colpita dal “conoscenze linguistiche: Italiano intermedio”?

    6. mortificante…non ci sono altre parole. Persino la figura di meretrice sarebbe stata più idonea, a mio avviso.

    7. Più che ironia dovremmo fare una rivoluzione! Questo progetto è una vera buffonata e si sta creando intorno ad esso un vero e proprio “evento dell’anno”. Nessuno dice che le aziende o pseudo tali hanno incentivi maggiori se assumono “soggetti richiedenti asilo, soggetti titolari di protezione internazionale e umanitaria, o soggetti in percorso di protezione sociale”????? Nessuno capisce che il progetto è stato fatto apposta per collocare gli extracomunitari che sono sbarcati in Sicilia e che adesso giacciono inermi nei centri di accoglienza?? Ecco il perché del requisito “italiano intermedio”. Apriamo gli occhi, gente.

    8. Ci sarebbe altra ironia per quanto riguarda i “tirocini” che richiedono personale ” altamente qualificato” e sono la gran parte delle aziende.
      O sono io a non capire la parola tirocinio o sono “forse” queste aziende che non hanno capito che devono “formare” un lavoratore..
      i misteri dei vocaboli..

      non è che forse i tirocinanti devono spiegare al tutor come lavorare?? E perdonatemi, ma 450 euro (spero non meno visto che i 500 sono lordi) non sono uno stipendio da schiavo per un lavoratore professionista iperspecializzato come richiesto??

      E,sempre perdonatemi, dare 3000 euro all’azienda per avere assunto un professionista schiavizzato 6 mesi a 450 euro mensili lo trovate corretto??
      Ho un dubbio, o forse solo confusione: non è che percaso è solo una farsa? Poi si scopre che il lavoratore già lavorava nell’azienda e …. no no no sto solo sognando..

    9. @Franco
      E’ molto semplice la questione.
      Le aziende con questo “gioco” , definiamolo così questo piano giovani, sperano di poter approfittare della miseria e della disperazione di giovani professionisti disoccupati o di “mettere in casa” forza lavoro per 6 mesi a costo zero.
      Per mesi ho inviato curriculum e cercato offerte di lavoro. Nulla, zero, nada de nada. Poi improvvisamente il 14 Luglio, misteriosamente le aziende cercano tutte il mio profilo lavorativo.
      MAAAA COMEEE MAAAIIII???

      Il piano giovani è l’ennessimo tentativo di gettar fumo negli occhi alla popolazione siciliana, non risolvi di certo così il problema occupazione, non migliori le cose, butti via solo taaaanto denaro pubblico.

      Adesso, tanti disoccupati da meno di 6 mesi come me, si ritroveranno per tanti altri mesi con zero opportunità di lavoro, in quanto le aziende avranno pescato nel mucchio qui e li e tappato le loro necessità sfruttando la forza lavoro messa a disposizione da questo piano giovani.

    10. Per non parlare poi del fatto che circa un anno fa (esattamente nel settembre del 2013) era partito sempre ad opera della Regione Sicilia il progetto Neet, analogo a quello di cui stiamo parlando. Potevano partecipare solo giovani laureati residenti in Sicilia in discipline più “sfortunate” come giurisprudenza, scienze politiche, lettere, lingue. Si poteva partecipare in Sicilia (in quel caso la retribuzione sarebbe stata di circa 500 euro) e fuori dalla Sicilia (con retribuzione di 1000). Centinaia di enti e aziende hanno aderito come soggetti ospitanti. E adesso? Che fine ha fatto il tutto? C’è stata una selezione? Il progetto è finito (sempre se è mai partito)?? Nessuno ci da risposte, compresa la nostra “coetanea Nelli Scilabra”.

    11. È una merdata colossale fatta da incompetenti in malafede.

    12. @Franco: pensavo di essere l’unica pazza a chiedersi quale

    13. Scusate, volevo completare il messaggio ma si è dato invio prima che potessi farlo!

      Dicevo,@Franco: pensavo di essere l’unica pazza a chiedersi cosa non fosse chiaro alle aziende della parola “tirocinio”!

    14. Ho praticamente cercato lavoro come tirocinante da quando ho finito gli studi (un po’ di mesi fa) e tutte quelle aziende in cui mi sono imbattuta, in giro per il web o presentandomi ai colloqui, ricercavano personale altamente qualificato (e non esagero nel dire “altamente”) avendo pure la faccia tosta di tirarsela quasi ti stessero facendo un favore!
      Evidentemente è chiaro che la parola “tirocinio” assume un significato diverso a seconda dei punti di vista: mentre per i poveri cristi equivale a “esperienza formativa con possibilità di assunzione”, per le aziende è “manodopera possibilmente qualificata a basso costo da spremere il più possibile”.
      Nel Medioevo si stava meglio.

    15. Attenti è soltanto l’ennesima truffa regionale.
      Solo fumo che nasconde (malamente) il tejtativo di rilajcio di Crocetta e compani.
      VERGOGNA.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Col Piano Giovani riparte lo sbiluppo in Sicilia, 5.0 out of 5 based on 5 ratings