domenica 4 dic
  • Tornano gli abusivi a piazza Kalsa e al Foro Italico

    Leoluca Orlando

    Al rarefarsi dei controlli sono tornati i venditori abusivi in città.

    Il sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato: «Il ritorno di abusivi nella zona di piazza Kalsa e Foro Italico conferma la necessità, già individuata dagli organi competenti ed in corso da alcune settimane, di un sistematico positivo controllo di legalità del territorio. Questa attività di controllo ovviamente proseguirà. […] È di tutta evidenza che il ritorno organizzato e contemporaneo di abusivi in talune parti del territorio cittadino induce a configurare, oltre la applicazione di sanzioni amministrative, la ipotesi di reati anche associativi di ben maggiore gravità».

    Palermo
  • 3 commenti a “Tornano gli abusivi a piazza Kalsa e al Foro Italico”

    1. L’associazione a delinquere secondo il prof. Ollando
      Quando tre o più abusivi si associano allo scopo di commettere più abusi, coloro che promuovono o costituiscono ed organizzano bancarelle abusive(1) nonostante siano abbandonati e senza lavoro e con dei figli da camparte sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da tre a sette anni.
      Per il solo fatto di cercare di sopravvivere(2) in una città dove la disoccupazione dilaga e dove l’amministrazione locale non è in grado neppure di far funzionare un sito ( piano-giovani) , dove l’unica possibilità è scappare a gambe levate la pena è della reclusione da uno a cinque anni.
      I capi (4) soggiacciono alla stessa pena stabilita per i promotori.
      Costituisce inoltre ulteriore aggravante prendersela e/o fare paragoni con , politici , pezzi grossi e mangiafranchi di ogni tipo.
      1* Per gli extracomunitari tale norma non va applicata
      2* Per la colpa di essere nati e vivere a Palermo la pena va aumentata di 1/3

    2. Se la città si riuscisse a mantenere in uno stato di decenza,e parlo di rifiuti,sarei anche disponibile a chiudere un occhio agli abusivi che solitamente vendono cianfrusaglie
      e beni superflui per rimediare qualche soldo per tirare a campare,in attesa di risalire la penisola e l’Europa e trovare un lavoro serio in aziende che necessitano di mano d’opera.

    3. La legge è uguale per tutti. le tasse si PAGANO! I controlli caro sindaco vanno fatti ogni giorno…non una volta all’anno.
      E il discorso vale anche per i fastidiosissimi posteggiatori abusivi (protetti dalla legge), dalle auto in divieto di sosta etc

    Lascia un commento (policy dei commenti)