mercoledì 7 dic
  • Schema bilancio di previsione 2014

    Orlando: “Dal prossimo anno meno tasse”

    Si è svolta ieri a Palazzo Galletti la presentazione dello schema di bilancio di previsione 2014/2016 del Comune di Palermo. Sono intervenuti alla il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore al Bilancio Luciano Abbonato, l’assessore allo sport Cesare Lapiana, il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando e il presidente della Commissione consiliare bilancio Francesco Bertolino.

    Il sindaco e l’assessore Abbonato hanno dichiarato: «Il Comune di Palermo tra i primi comuni siciliani ad approvare lo schema di bilancio di previsione in un momento in cui le risorse finanziarie sia nazionali che regionali risultano notevolmente ridotte pere fletto delle manovre di contenimento della spesa pubblica. È un bilancio politico, in cui le scelte di fondo vanno in controtendenza rispetto al passato. La fase di risanamento e della messa in sicurezza dei conti comunali si è chiusa. Si apre ora una nuova fase indirizzata alla riqualificazione dei servizi al cittadino, con una particolare attenzione all’ambiente, alle attività sociali, alla cultura, allo sport e alla scuola, e al rilancio degli investimenti che rafforzano il loro trend di crescita. Dal prossimo anno daremo segni tangibili di riduzione delle pressione fiscale».

    Nel complesso, tra le voci di spesa previste dallo schema e che ammontano complessivamente a 1,359 miliardi di euro, si evidenzia una costante riduzione di quelle destinate al personale. Tale riduzione, deriva oltre che dalle politiche statali di limitazione della spesa pubblica, dalla profonda revisione della struttura organizzativa operata dall’Amministrazione che mira oggi ad avviare una nuova fase caratterizzata da graduale apertura al turnover, con la stabilizzazione del personale precario e l’incremento dell’orario di lavoro del personale neo-stabilizzato.

    Risultano diminuite, inoltre, rispetto al 2013 le spese destinate al funzionamento della macchina amministrativa, quelle per fitti passivi e gestioni condominiali e quelle per utenze.

    Si continua, invece, ad assicurare e sostenere i servizi primari alla persona, quali Pubblica Istruzione, Servizi Sociali e Cultura. Nel bilancio 2014, infatti, sono stati destinati a questi settori rispettivamente 34,0 milioni, 58,5 milioni e 10,7 milioni di euro. Confermate, infine, anche le risorse destinate ai servizi resi dalle società partecipate del Comune di Palermo, pur nell’ambito di un’organica rivisitazione e incrementati anche gli investimenti.

    Il documento finanziario dovrà essere approvato dal Consiglio comunale nei prossimi giorni.

    Lo schema del bilancio di previsione.

    Palermo
  • 7 commenti a “Orlando: “Dal prossimo anno meno tasse””

    1. …meno tasse e piu’ favole

    2. Il solito buffone presenzialista ( Lotito docet)

    3. nonl si può più sopportare la vista di questo “parolaio cieco”…quando uscirà dalla scena?

    4. La grande indecenza.

    5. Grazie Sindaco! Come sempre ottimo lavoro! 34,0 milioni + 58,5 milioni + 10,7 milioni di euro!!!

    6. NESSUNO affiderebbe i propri risparmi a Orlando Cascio e a questi che parlano insieme a lui, pertanto i palermitani gli affidano le proprie tasse e la propria città. Scontato dire “hanno quello che meritano”.
      “riqualificazione dei servizi al cittadino, con una particolare attenzione all’ambiente, alle attività sociali, alla cultura, allo sport e alla scuola, e al rilancio degli investimenti che rafforzano il loro trend di crescita”… incapace di intendere. Crescita? Ogni giorno la città sprofonda verso la devastazione da “quarto mondo”. Ditegli che quei settori elencati sono inesistenti a Palermo, altro che in crescita !

    7. 34,0 milioni + 58,5 milioni + 10,7 milioni di euro grazie Sindaco!

    Lascia un commento (policy dei commenti)