martedì 6 dic
  • StataWe

    StataWe, una nuova app sulla gente social di Palermo

    StataWe è una nuova app per iPhone incentrata sulla raccolta di dati statistici relativi alla popolazione di un dato territorio e che interagisce sui social network.

    Nell’idea principale c’è di includere ed interconnettere alcuni dati statistici provenienti dai social network ma, per semplicità implementativa e per raggiungere quanto prima il rilascio sullo store di Apple, ho preferito partire ed includere al momento soltanto uno dei diversi aspetti di cui l’app sarà composta.

    L’ispirazione sui primi dati implementati in questa prima versione molto semplice proviene da Tony Siino il quale un bel giorno mentre stavo pensando su quali dati poter includere in statawe, pubblica su Rosalio dei dati in excel sugli influencer di klout, ma lo fa stringendo l’attenzione agli utenti di Palermo.

    Pensai che erano quelli i dati su cui avrei potuto iniziare a sviluppare su StataWe in quanto richiedevano una relativa e immediata implementazione. Durante lo sviluppo, la feature della classifica ha così preso il sopravvento e grazie anche alla collaborazione di Tony Siino, StataWe, in questa prima versione, è andata incentrandosi esclusivamente sul concetto di classifica di influencer in un dato territorio risultando quasi una controparte nativa per iPhone del corrispettivo sito web socialinfluencer.it.

    Lo sviluppo ha però seguito strade differenti: per creare questa classifica in maniera automatica statawe interroga twitter circa gli users relativi ad una certa località e di questi stila una classifica confrontando il punteggio di Klout e scartando gli users con punteggio minore di 40. Non scendendo troppo nei particolari tecnici si tratta di una cosa abbastanza semplice da fare per qualsiasi programmatore.

    La classifica però non prende in considerazioni soltanto persone fisiche ma anche altri tipi di soggetti come associazioni, aziende, testate giornalistiche, organizzazioni etc etc presenti sul territorio.
    Se ritieni di poter entrare in classifica basterà semplicemente seguire @statawe avendo cura di avere su twitter un profilo ben formato (cioè dove indicate nel profilo ad esempio la città) ed inviare successivamente un tweet geolocalizzato con hashtag #statawe. Un algoritmo controllerà l’effettiva collocazione sul territorio dell’entità e all’aggiornamento dei dati che avviene giornalmente dopo le 10 del mattino, il vostro nome apparirà in classifica se il punteggio è uguale o maggiore di 40. In caso di discrepanze su qualche dato e qualora l’algoritmo non fosse certo della veridicità sulla località, l’algoritmo notifica al team addetto la necessità di un controllo manuale sull’user.

    Ma l’idea alla base di statawe non è solo quella di una classifica di influencer e per scoprire altre caratteristiche, che non anticipo in quanto ancora sarebbe prematuro, basterà scaricare l’app dallo store Apple, avere intanto così a portata di app una semplice classifica di influencer relativi alla città di palermo e seguire gli aggiornamenti di future release. 😉

    StataWe è una app per iOS8+ ha una pagina internet raggiungibile digitando qpo.es/statawe

    Ospiti
  • 4 commenti a “StataWe, una nuova app sulla gente social di Palermo”

    1. certo: klout si può anche prendere in giro, eh!

    2. Facci vedere Claudio: 😀

    3. Non capisco la funzione di questa app, che mi pare di capire fa meta-analisi di dati. O meglio, capisco che si possa fare, ma me ne sfugge l’utilità per l’utente medio.
      Così come pure tutta la faccenda di Klout e degli influencer. A che serve il ranking? vedo in classifica gente di cui non ho mai sentito lontanamente parlare e mi viene detto che sono influenzatori… ma di che? No, sul serio.
      Gianni Riotta avrebbe in qualche modo influenza sul sottoscritto? Come?
      O vale solo per quelli iscritti a klout? Ma anche così…
      Dopo aver cercato inutilmente di capire su wikipedia il motivo di essere di klout, per lo meno mi sono divertito a leggere il giudizio espresso da Charles Stross (lui sì che potrebbe avere influenza sul sottoscritto!) su Klout: the Internet equivalent of herpes.
      🙂

    4. Ciao Isaia, grazie per il tuo commento. Questa app effettuerà delle meta-analisi cercando di effettuare delle fotografie sulla società locale che interagisce sui social. Hai detto bene ma non è rivolta all’utente medio, il target a cui si vorrebbe rivolgere l’app è una utenza che ha interesse a conoscere tali fotografie, il resto dell’utenza non ci interessa

    Lascia un commento (policy dei commenti)